LeG, tesseramento 2023: lettera della Presidente, Daniela Padoan

01 Luglio 2023

Daniela Padoan Presidente Libertà e Giustizia, Scrittrice

Cari soci e amici, care socie e amiche di Libertà e Giustizia,

la nostra Associazione è messa oggi di fronte a una rinnovata responsabilità, nella fase difficile e straordinaria che stiamo vivendo, segnata dall’ascesa al governo di una destra erede e custode di una tradizione che risale ad Alleanza Nazionale e prima ancora al Movimento sociale italiano, nato sulle ceneri della Repubblica di Salò.

Questi primi otto mesi di governo sono stati infatti caratterizzati dall’attacco mosso alla nostra Carta costituzionale e al bilanciamento dei poteri che sta a fondamento del lascito democratico e antifascista di Madri e Padri costituenti, da un’involuzione autoritaria che va di pari passo con un insidioso processo di revisionismo storico, dall’occupazione dello spazio mediatico, dall’abbandono delle politiche di welfare e dalla volontà di spartizione di ciò che resta del pubblico, in un Paese che rischia di conservare solo la forma svuotata delle parole che usiamo: libertà, democrazia, giustizia.

Abbiamo di fronte battaglie che costituiscono la ragion d’essere di Libertà e Giustizia: il contrasto del progetto di semipresidenzialismo e del disegno governativo di autonomia differenziata; il rovesciamento del regionalismo nella richiesta di rafforzamento del ruolo dello Stato a tutela dell’eguaglianza e dei diritti; la ferma opposizione al progetto di riscrittura della storia e alla manipolazione della memoria; la difesa di una cultura democratica e dei diritti che sembra diventare superflua; l’impegno per risignificare il progetto europeo come spazio di pace e accoglienza, di fronte alle attuali politiche di morte.

Nell’arco degli ultimi due mesi abbiamo preso parte all’organizzazione del tavolo “Insieme per la Costituzione” lanciato dalla Cgil, che porterà alla grande mobilitazione del 30 settembre.

Abbiamo lanciato un appello contro l’utilizzo dei fondi del Pnrr per la fabbricazione di armamenti e munizioni, sottoscritto da Anpi, Arci e Rete Disarmo. Stiamo organizzando un seminario sul revisionismo storico in memoria di Paul Ginsborg e un convegno che celebri i vent’anni di Libertà e Giustizia come un bagaglio per affrontare il futuro, incardinando la difesa della Costituzione e i principi di giustizia sociale e ambientale. Stiamo progettando una nostra collana editoriale e la ripresa dell’importante esperienza delle scuole di cultura politica di Libertà e Giustizia.

Per tutto questo abbiamo bisogno di voi, della vostra partecipazione, del vostro sostegno. Del vostro impegno a far conoscere l’associazione a quante più persone possibile. Del vostro entusiasmo e radicamento sul territorio. Abbiamo bisogno di essere in tanti e in tante. Di far sentire la nostra voce. Di nutrirci di pensiero condiviso, per essere, ancora di più, un collettivo in tempi di isolamento e di tentazione di indifferenza.

Affrontiamo i tempi che abbiamo di fronte tenendo la Costituzione come “stella polare” per far nostre le parole pronunciate dalla senatrice Liliana Segre, sapendo che «se le energie che da decenni vengono spese per cambiare la Costituzione – peraltro con risultati modesti e talora peggiorativi – fossero state invece impiegate per attuarla, il nostro sarebbe un Paese più giusto e anche più felice».

 

Daniela Padoan

Presidente di Libertà e Giustizia

 

Scrittrice, saggista, si occupa da anni di razzismo e dei totalitarismi del Novecento, con particolare attenzione alla testimonianza delle dittature e alle pratiche di resistenza femminile ai regimi.

Supportaci

Difendiamo la Costituzione, i diritti e la democrazia, puoi unirti a noi, basta un piccolo contributo

Promuoviamo le ragioni del buon governo, la laicità dello Stato e l’efficacia e la correttezza dell’agire pubblico

Leggi anche

Newsletter

Eventi, link e articoli per una cittadinanza attiva e consapevole direttamente nella tua casella di posta.

×