Un eroe italiano: Paolo Borsellino

Dice Giovanni Brusca: “Secondo me arrivò a Riina il messaggio: c’è un ostacolo. Ma non c’era nessuno in grado di avvicinare Borsellino per indurlo a mitigare il suo rigore”. Un magistrato che diventa eroe perché contro l’esplosivo di Cosa Nostra oppone i suoi ideali, il suo rigore, la legge.E quanti altri come lui, come Giovanni Falcone e Livatino , 25 in tutto dal 1969, uccisi dalla mafia. Chi paga, chi è davvero responsabile per la loro morte? I mandanti occulti…Se ne ricordi il Parlamento quando dovrà votare quella legge sulla responsabilità dei magistrati: una vergogna che non deve passare.
S.B.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>