La censura nel web

L’AgCom vuol diventare il “pistolero nero” del web. Nel mirino entreranno tutti i siti che a sua discrezione violeranno il diritto d’autore. In pratica questo significa mettere a rischio la sopravvivenza di quasi tutti i siti e condannare a morte certa quelli più scomodi.
Quindi, dopo aver visto “disossare” i palinsesti televisivi dai giornalisti più coraggiosi, ora potremmo veder chiudere anche i siti di giornalismo diffuso, che raccontano i fatti utilizzando liberamente materiale web.
Davanti a questo pericolo di oscurantismo felpato dobbiamo difendere l’ultimo territorio rimasto senza censura, se no arriveranno anche a controllarci i citofoni.

Il circolo di Roma di LeG vi dà appuntamento martedì 5 luglio alle 17 e 30 al Domus Talenti (via Quattro Fontane 113)

2 commenti

  • Pingback: Tutti per la difesa della libertà della rete! | Libertà e Giustizia

  • L’AgCom può fare ciò che vuole, l’importante è “non esagerare” su un problema di questo tipo. I Diritti di terzi secondo me saranno comunque violati in ogni occasione quindi è praticamente impossibile tenere sotto controllo il mondo online. Inoltre c’è da considerare che nel 2012 il mondo finirà presto quindi anche queste sciocchezze smetteranno di esistere così nessuno romperà più le balle! ^_^ Salutoni! – W La Libertà!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>