Consiglio di Presidenza

Sandra BonsantiSandra Bonsanti
Nata a Pisa nel 1937, sposata, ha tre figlie. Si è laureata in etruscologia a Firenze e ha vissuto per molti anni a New York. Ha cominciato la sua attività professionale nel 1969 al “Mondo” con Arrigo Benedetti. Ha poi lavorato a “Epoca”, “Panorama”, al “Giorno” di Gaetano Afeltra e a “La Stampa” di Giorgio Fattori. Nel 1981 è stata assunta da Eugenio Scalfari alla “Repubblica”, della quale è stata una delle firme più prestigiose. Nel ’94 è stata eletta alla Camera dei Deputati come indipendente nel gruppo dei Progressisti, ma ha rinunciato a un seggio in Parlamento per poter tornare al giornalismo, che è la grande passione della sua vita. Da maggio del 1996 fino ad aprile del 2002 ha assunto la direzione de “Il Tirreno”. Ha pubblicato “Una madre per l’estate” ed. Rizzoli, “La storia di Roberto Calvi” scritto con Gianfranco Piazzesi e nel 2013 “Il gioco grande del potere”, edito da Chiarelettere.

 

Lorenza CarlassareLorenza Carlassare
Giurista e costituzionalista, professoressa emerita di diritto costituzionale all’Università di Padova. Allieva di Vezio Crisafulli, è stata la prima donna, in Italia, a ricoprire la cattedra di diritto costituzionale. Ha insegnato prima all’Università di Padova, poi a Verona e quindi a Ferrara, prima di far ritorno a Padova, nella cui facoltà di giurisprudenza ha insegnato fino alla collocazione fuori ruolo. Oltre all’attività scientifica e dottrinaria si è attivata in favore della conoscenza e alla difesa della Costituzione italiana, con la pubblicazione di opere divulgative, di articoli d’opinione su quotidiani e riviste e con attività sul campo, anche attraverso l’attivismo culturale nell’associazione Libertà e Giustizia, fondata a Milano nel 2002, di cui è socia onoraria. Ha contributo alla redazione della Storia d’Italia Einaudi.

 

de monticelli rotolettiRoberta De Monticelli
(Pavia, 2 aprile 1952) è una filosofa italiana. Ha studiato alla Normale di Pisa, dove si è laureata nel 1976 con una tesi su Edmund Husserl. Si è specializzata alle Università di Bonn, Zurigo e alla Oxford University, dove è stata allieva di Michael Dummett e Raymond Klibansky (del Warburg Institute).Dal 2003 insegna Filosofia della persona all’Università Vita-Salute San Raffaele. Da anni è socia e collaboratrice di Libertà e Giustizia.

Paul Ginsborg
Nato a Londra nel 1945, insegna storia dell’Europa contemporanea all’Università di Firenze. Nell’ottobre 2009 ha diretto la Scuola politica di Siena di Libertà e Giustizia “Le vie della democrazia in Italia e nel mondo”.
Fra le sue pubblicazioni, La democrazia che non c’è (Einaudi 2006), Il tempo di cambiare. Politica e potere della vita quotidiana (Einaudi 2004), Berlusconi. Ambizioni patrimoniali in una democrazia mediatica (Einaudi 2003), Storia d’Italia dal dopoguerra a oggi. Società e politica 1943-1988 (Einaudi 1989).

 

valentina-pazeValentina Pazé
Ricercatrice di Filosofia politica presso l’Università di Torino. Si è occupata, in una prospettiva teorica e storica, di comunitarismo, multiculturalismo, teorie dei diritti e della democrazia. Tra le sue pubblicazioni: Il concetto di comunità nella filosofia politica contemporanea (Laterza, 2002); Comunitarismo (Laterza, 2004); In nome del popolo. Il problema democratico (Laterza, 2011). Per Edizioni Gruppo Abele ha curato con M. Bovero Diritti e poteri (2013).

 

 

Elisabetta Rubini - Consiglio di PresidenzaElisabetta Rubini
Nata a Milano il 22 ottobre 1956, è sposata e ha due figli. Avvocato civilista, è iscritta a LeG dal 2002, e nell’ambito dell’associazione si è occupata soprattutto di temi attinenti il funzionamento del servizio giustizia e la disciplina dell’informazione in Italia

 

 

image

Roberto Settembre
Dopo alcuni anni di attività forense, è entrato in magistratura nel 1979 e ha lavorato quasi sempre nel settore penale. È stato l’estensore della sentenza d’appello sui fatti di Bolzaneto, resa definitiva dalla Cassazione. Su questa drammatica vicenda ha scritto un libro, Gridavano e piangevano La tortura in Italia. Ciò che ci insegna Bolzaneto, pubblicato da Einaudi nel 2014. È uscito dall’ordine giudiziario nel 2012.

signorelliAmalia Signorelli
E’ un’antropologa italiana.Si è occupata dei processi di modernizzazione nell’Italia meridionale, di migrazioni e clientelismo, della condizione femminile, di trasformazioni e culture urbane. All’Università di Roma ha insegnato Elementi di sociologia e Antropologia urbana per la Facoltà di Ingegneria. Dal ‘71 al ’77 professore incaricato di Antropologia culturale presso l’Università di Urbino, dall’anno successivo ordinario alla Federico II di Napoli e alla Sapienza di Roma. A Napoli ha diretto il Centro di ricerca audiovisiva sulle culture popolari. Opinionista nei programmi televisivi Ballarò, Dimartedì, Fuori onda, Otto e mezzo e Servizio pubblico, dal 2014 scrive sul sito del Fatto Quotidiano