Il ricordo/Rodotà: L’attenzione ai diritti non sostituisca la dimensione politica

Il ricordo/Rodotà: L’attenzione ai diritti non sostituisca la dimensione politica

Stefano Rodotà ha accompagnato la mia vita politica di militante di sinistra fin dalla mia gioventù (impareggiabili i suoi articoli su “Rinascita”) e lo ha fatto scandendo il ritmo di una idea di sinistra che fa perno prima di tutto sui diritti, e che quindi è democratica e liberale.

I suoi lavori più recenti sui diritti alla privacy e all’essere dimenticati nell’era di Internet sono pietre miliari. Era attento alla letteratura internazionale, conosciuto e tradotto.

A un convegno alla biblioteca della Camera, diversi anni fa, fece un intervento luminoso sui rischi di giuridificazione, invitando a pensare come l’attenzione ai diritti non deve farci credere che essi sostituiscano la dimensione della scelta politica.

Direi che la tensione tra diritto e politica è stato il tema unificante della sua riflessione e della sua azione pubblica.

(*) L’autrice è vicepresidente di LeG.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.