Una brutta legge

26 Nov 2010

Una legge prescrittiva, che riduce l’autonomia delle università; la storia dei meriti è fasulla: non c’è un solo euro da distribuire ai meritevoli. Studenti, siamo con voi di Alessandro Bruni

La riforma Gelmini ha pochi meriti e molti demeriti e sarebbe un bene che venisse affossata. Dice la Ministra che gli studenti che protestano fanno il gioco dei baroni: gli studenti non se la bevono. Sanno bene che la storia della valorizzazione del merito è fasulla, perché non c’è un euro da distribuire ai meritevoli; sanno che i fondi al diritto allo studio vengono tagliati, che dietro la sbandierata riforma della governance c’è una legge prescrittiva che riduce l’autonomia alle università. Sanno che l’atteggiamento del Governo verso l’Università (popolata, è vero, da persone poco inclini ad entusiasmarsi per il berlusconismo) è punitivo: prima ti affamo, e poi si vedrà. La nave del governo è disalberata e alla deriva: gli studenti fanno bene a stare all´erta.

Studenti, siamo con voi, di A.Bruni

Supportaci

Difendiamo la Costituzione, i diritti e la democrazia, puoi unirti a noi, basta un piccolo contributo

Promuoviamo le ragioni del buon governo, la laicità dello Stato e l’efficacia e la correttezza dell’agire pubblico

Leggi anche

Le scuole di Libertà e Giustizia

L’Unione europea come garante di democrazia, pace, giustizia

In vista della legislatura 2024-2029, l’associazione Libertà e Giustizia propone sette incontri - dal 29 febbraio al 23 aprile - sul ruolo del Parlamento europeo e le possibilità di intervento dei singoli cittadini e delle associazioni.

Approfondisci

Newsletter

Eventi, link e articoli per una cittadinanza attiva e consapevole direttamente nella tua casella di posta.