25 aprile, La Russa si dimetta

21 Apr 2009

La storia della Liberazione del Nazifascismo riscritta dal ministro La Russa, alla vigilia del 25 aprile, è indecente e inaccettabile. I dubbi del ministro sui partigiani che si sacrificarono per la libertà di tutti gli italiani lo rendono incompatibile con la carica istituzionale che ricopre. In qualunque paese civile il ministro avrebbe già dovuto dimettersi. Libertà e Giustizia chiede che il ministro La Russa si dimetta prima del 25 aprile; sarà rimpianto soltanto da quei pochi – speriamo – italiani che sono ancora oggi nostalgici della dittatura fascista.

Supportaci

Difendiamo la Costituzione, i diritti e la democrazia, puoi unirti a noi, basta un piccolo contributo

Promuoviamo le ragioni del buon governo, la laicità dello Stato e l’efficacia e la correttezza dell’agire pubblico

Leggi anche

Le scuole di Libertà e Giustizia

L’Unione europea come garante di democrazia, pace, giustizia

In vista della legislatura 2024-2029, l’associazione Libertà e Giustizia propone sette incontri - dal 29 febbraio al 23 aprile - sul ruolo del Parlamento europeo e le possibilità di intervento dei singoli cittadini e delle associazioni.

Approfondisci

Newsletter

Eventi, link e articoli per una cittadinanza attiva e consapevole direttamente nella tua casella di posta.