Paolo Taviani, la sofferenza e il “tocco”: Marnetto e l’incontro a Rebibbia

Questo ricordo di Paolo Taviani è stato scritto da Massimo Marnetto, già coordinatore nazionale dei Circoli Libertà e Giustizia. Paolo Taviani, attore, scrittore, regista è morto il 29 febbraio 2024. Marnetto lo aveva conosciuto nel 2013, a Rebibbia. Qui aveva raccontato i particolari, belli, di quell’incontro.

Caro Paolo,

eri restio a far affiggere una targa nel carcere di Rebibbia, per ricordare il film Cesare deve morire, che là avevi girato.

Poi, dopo aver insistito dicendoti che sarebbe stato un bel regalo di dignità e speranza per i detenuti, alla fine hai deciso con Vittorio di prestarti, a patto che non ti avrei più scocciato con altre iniziative.

Quando la targa fu scoperta, dicesti a braccio che il dolore dei detenuti si era trasformato in passione e questa era la forza del film.

Sentendo le tue parole in un silenzio assoluto, molti di loro piansero di gioia, poi anche le guardie applaudirono, mentre le autorità compostamente annuirono.

Tu hai salutato tutti quelli che si sporgevano dalle transenne per ringraziarti e non ti lasciavano più la mano.

Chi soffre vuole essere toccato

Paolo Taviani Regista

Ciao Paolo, scorbutico e generoso Maestro.

Massimo (Marnetto) Lo “scocciatore”

Supportaci

Difendiamo la Costituzione, i diritti e la democrazia, puoi unirti a noi, basta un piccolo contributo

Promuoviamo le ragioni del buon governo, la laicità dello Stato e l’efficacia e la correttezza dell’agire pubblico

Leggi anche

Le scuole di Libertà e Giustizia

L’Unione europea come garante di democrazia, pace, giustizia

In vista della legislatura 2024-2029, l’associazione Libertà e Giustizia propone sette incontri - dal 29 febbraio al 23 aprile - sul ruolo del Parlamento europeo e le possibilità di intervento dei singoli cittadini e delle associazioni.

Approfondisci

Newsletter

Eventi, link e articoli per una cittadinanza attiva e consapevole direttamente nella tua casella di posta.