Libero perché giusto o giusto perché libero? Quarto incontro

05 Apr 2013

Scuola di formazione sui temi della legalità e della politica:

Libero perché giusto o giusto perché libero?
“La libertà è condizione ineliminabile della legalità; dove non vi è libertà non può esservi legalità.” Piero Calamandrei

Quarto incontro – Sabato 4 maggio 2013

Della giustizia si è perso l’indirizzo?

La città officina di giustizia

con Valeria Pirè

Calamandrei, nel 1949, scrive: “la separatezza del carcere non è solo dovuta all’inclusione del detenuto nell’istituzione totale, ma anche all’esclusione del carcere in sé dall’attenzione pubblica”.
Dopo quasi 65 anni ci ritroviamo a riflettere sullo stesso tema, esattamente negli stessi termini, per cui diventa evidente che sussiste un problema che va al di là delle scelte politiche nazionali e dell’attuale “crisi”, che spesso funge da alibi.
Il meccanismo a noi noto è: il carcere è un luogo di sofferenza→ la società compassionevole se ne occupa (se e quando lo ritiene) e si interessa (dall’esterno) dei detenuti.
Il tema viene affrontato proponendo un ribaltamento totale di logica e di prospettiva rispetto a questo: la città (il territorio) produce fenomeni delinquenziali che vengono temporaneamente contenuti e gestiti dall’istituzione carcere.
I detenuti, quindi, provengono dalla società ed alla società inesorabilmente devono tornare (a meno che non si voglia recuperare la pena di morte…). Questo senso di rifiuto e rimozione, dunque, che appartiene alla maggior parte dell’opinione pubblica. Cinicamente dovremmo prendere atto che l’amministrazione penitenziaria svolge una funzione molto utile: sottrae alla vista e alla mente della società una parte marcescente del territorio che, diversamente, non è nelle condizioni di gestire il problema.

Scarica la locandina di presentazione del progetto

Scarica la scheda informativa

Leggi la relazione di Valeria Pirè

 

Supportaci

Difendiamo la Costituzione, i diritti e la democrazia, puoi unirti a noi, basta un piccolo contributo

Promuoviamo le ragioni del buon governo, la laicità dello Stato e l’efficacia e la correttezza dell’agire pubblico

Leggi anche

Le scuole di Libertà e Giustizia

L’Unione europea come garante di democrazia, pace, giustizia

In vista della legislatura 2024-2029, l’associazione Libertà e Giustizia propone sette incontri sul ruolo del Parlamento europeo e le possibilità di intervento dei singoli cittadini e delle associazioni

Approfondisci

Newsletter

Eventi, link e articoli per una cittadinanza attiva e consapevole direttamente nella tua casella di posta.