Diventa Socio
La lettera

2014 sulla via Maestra

20 dicembre 2013
Gustavo Zagrebelsky, Sandra Bonsanti, Alessandro Bruni, Lorenza Carlassare, Roberta De Monticelli, Costanza Firrao, Paul Ginsborg, Sergio Materia, Simona Peverelli, Elisabetta Rubini
lk

Il 2013 si chiude con un bilancio sconfortante della vita istituzionale, politica e sociale. Mentre la crisi colpisce, come se avessimo subito i danni di una guerra e l’Italia è attraversata da giuste proteste (solo alcune forme destano apprensione), governo e parlamento sono bloccati nelle ricette economiche e nel superamento del Porcellum.

Comunicato stampa

Chiara Saraceno e Stefano Rodotà: la crisi e il lavoro

3 aprile 2013

Chiara Saraceno e Stefano Rodotà sono fra i relatori chiamati a chiudere la seconda sessione della scuola di formazione politica di LeG “Nella trappola della crisi, il lavoro come questione sociale” che si terrà a Pavia al collegio Collegio Ghislieri il 6/7 aprile. Due giorni di studio e riflessione per approfondire le politiche pubbliche e sociali del lavoro in Italia e nel mondo.

Repubblica Milano

LeG, il lavoro come emergenza sociale

6 marzo 2013

PARTE Sabato la settima edizione della Scuola di formazione politica di Libertà e Giustizia di Pavia: due weekend (16-17 marzo e 6-7 aprile 2013) dedicati alla crisi del lavoro come emergenza sociale. E l’incertezza politica e istituzionale che viviamo rende ancora più aspra la crisi e la frattura tra Paese reale e Paese virtuale. Questione [...]

LeG Roma

Crisi: capirla per superarla

28 gennaio 2013

[ 6 febbraio 2013; 18:00 - 20:00. ]

Città: Roma
Luogo: Sala Valdese
Indirizzo: Via M. Dionigi, 59 (Piazza Cavour)

Cosa abbiamo imparato da questa crisi? Cosa ci aspetta?

ne parliamo con il Prof. Roberto Schiattarella, Economista e docente universitario

modera Massimo Marnetto, coordinatore del Circolo di Roma di Libertà e Giustizia

Vi aspettiamo volentieri

LeG Roma

Il debito pubblico

La festa è finita, per tutti

10 maggio 2012

Ad Atene nei giorni scorsi, alla vigilia del voto che ha portato all’ ingovernabilità il paese, molti cittadini in piazza urlavano la loro rabbia: “La festa è finita, ma ora a pagare sono solo i poveracci!”. Purtroppo accade così, nella crisi drammatica che non solo la Grecia sta attraversando. Il contagio si diffonde: anche in Italia viviamo una situazione difficile

La scuola di Pavia 2012

Che mondo che fa

27 febbraio 2012

Dopo l’intensa mattinata di sabato dedicata all’economia globale con la lezione tenuta dell’Ingegnere Carlo De Benedetti (leggi gli articoli: la Repubblica e La Provincia Pavese), la seconda sessione della scuola di Pavia di Libertà e Giustizia ha continuato a guardare alla crisi in un’ottica internazionale, con un particolare ed attento sguardo ai cambiamenti del mondo arabo. Guarda le foto della scuola

La scuola di Pavia 2012

Gli scenari della crisi

7 febbraio 2012

La scuola di Pavia di Libertà e Giustizia ha fornito un’attenta analisi della drammatica crisi che il nostro Paese sta attraversando, con diversi punti di vista sul come affrontarla, contrastanti previsioni di ciò che ci aspetta nel futuro e differenti ipotesi sul come uscirne.

La crisi

Sfidare la crisi partendo dal lavoro

3 gennaio 2012

Il nuovo anno è iniziato con molti timori e una raffica d’aumenti. Vola il prezzo della benzina, costano di più gas e luce. Sono rincari che si potevano mettere in preventivo. Ma è difficile spiegarlo a quanti hanno difficoltà a pagare bollette, affitto, mutui.

Il punto

Crisi, i tre “No” di LeG

8 novembre 2011

Il voto sul rendiconto con 308 sì decreta la fine della maggioranza. Ma quali saranno gli sviluppi? LeG chiede alla classe politica responsabilità e coerenza. E pone tre paletti: niente manovre segrete in Parlamento, No a un governo tipo Letta-Bisignani, e No a elezioni con questa legge elettorale.

La nota del Quirinale

Napolitano: “Preoccupazioni per il governo. Il premier dica se la maggioranza può operare”

12 ottobre 2011

Il presidente della Repubblica: “Il voto alla Camera sul Rendiconto ha riflessi istituzionale che non possono sfuggire. Serve una risposta credibile di Presidente del Consiglio e Parlamento”