Diventa Socio
Invia questo articolo Stampa
La manifestazione

Palasharp di Milano, il 5 febbraio: ingresso libero

27 gennaio 2011 - 178 Commenti »

Berlusconi dimettiti!
Libertà e Giustizia raccoglie la domanda di mobilitazione che arriva dai commenti all’appello Resignation – DIMISSIONI. Il testo ha raccolto decine di migliaia di firme in Italia, in Europa e anche negli Usa. Rilanciato dai social network, dai blogger e dai siti d’informazione, porta le prime firme di Gustavo Zagrebelsky, Paul Ginsborg e Sandra Bonsanti. Ma migliaia sono stati i commenti di chi ha lasciato un messaggio: “firmare non basta”, “facciamo qualcosa”, “Berlusconi lasci il governo del paese”.
Libertà e Giustizia risponde a questa richiesta con “una prima manifestazione – spiega Sandra Bonsanti, presidente dell’associazione – per testimoniare la storia, la voce di chi non ha accettato passivamente l’imbarbarimento prodotto dalla politica e dalla cultura di Silvio Berlusconi e per gridare un ‘Basta’ allo smantellamento dello Stato”.
L’appuntamento è per sabato, 5 febbraio, a partire dalle 15 (cancelli aperti dalle 13 e 30), al Palasharp di Milano (via Sant’Elia, 33 – MM Lampugnano) con Umberto Eco, Paul Ginsborg, Roberto Saviano, Gustavo Zagrebelsky, e la partecipazione di molti testimoni della società civile (*).

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti. La capienza del Palasharp è di 9 mila posti: si consiglia di arrivare con un certo anticipo.
Liberiamoci dalle macerie e cominciamo a ricostruire: come all’alba della Repubblica. La società civile chiede di partecipare attivamente e dare voce alle preoccupazioni sulla gravissima crisi politico-istituzionale scatenata dagli interessi privati di Berlusconi.
Troveremo insieme le parole per esigere le dimissioni prima di tutto e liberarci dal potere corrotto e corruttore di Silvio Berlusconi, dal fango, dagli attacchi alla Costituzione, alla magistratura tutta e in particolare alla Procura di Milano, all’informazione, alla dignità delle donne.
Con Zagrebelsky, Ginsborg, Eco e Saviano, tutti fortemente impegnati a fianco della società civile, mobilitiamoci allora per cominciare insieme a ricostruire l’Italia, il nostro Paese e per riappropriarci di parole che la storia e il sacrificio di milioni di italiani hanno reso eterne e inviolabili: libertà, giustizia, democrazia, repubblica, uguaglianza, lavoro, COSTITUZIONE.
Troveremo insieme anche i modi per proseguire in questa mobilitazione per le dimissioni del presidente del Consiglio che sarà dopo questo primo appuntamento, l’impegno costante della società civile.

(*)  Hanno confermato la loro partecipazione:

Giovanni Bachelet
Bice Biagi
Carla Biagi

Daria Bonfietti
Susanna Camusso
Lorenza Carlassare

Nando dalla Chiesa
Concita De Gregorio

Beppino Englaro

Beppe Giulietti
Irene Grandi

Maurizio Landini
Gad Lerner

Milva
Moni Ovadia
Giuliano Pisapia

Maurizio Pollini
Enrico Rossi

Elisabetta Rubini
Oscar Luigi Scalfaro
Salvatore Veca
Lorella Zanardo

178 interventi a “Palasharp di Milano, il 5 febbraio: ingresso libero”

  1. sasa scrive:

    ma andate a fanculo voi e il coverno italiano che siete dei ladri si sono 150 che rubate merdoni

  2. gianni scrive:

    vorrei rispondere a 69 trix i c…..oni li state rompendo voi a tutte le persone in italia che vivono di stipendio onestamente e senze evadere le tasse come fa gran parte degli elettori di berlusconi che lo permette questo goveno è il più scandalosamente contrario ai lavoratori alle famiglie e ai giovani dai tempi di Tambroni(vai a studiare se non sai chi era!) ignorare tutto ciò e non dimettersi è da Gheddafi italiano tutta l’Italia per bene non ne può più ma resisteremo fino alla definitiva LIBERAZIONE!!!!W LA GENTE ETICAMENTE ONESTA!!!!!!!!!

  3. 69trix scrive:

    Non capisco questo accanimennto contro il governo attuale sta facendo bene e meglio di tutti i governi passati e poi questa opposizione al posto di continuare ad assilare il governo perchè non si fa avanti con un’idea per migliorare qualcosa e la propone al governo ? tanto il merito se l’idea è accettabile non lo toglie nessuno all’opposizione quindi oserei dire che se non fosse tanto impegnata a rompere i c………….i l’opposizione potrebbe aiutare il governo a fare migliorie e tutti saremmo più contenti e questa sinistra non verrebbe guardata come una massa di persone senza idee e spirito governativo .

  4. Deborah Bergantin scrive:

    Pensavo con diversi amici, dopo ieri: come sarebbe bello vedere girare tante persone per le strade con quella maglietta…che bella onda silenziosa e presente….

  5. lori scrive:

    CHE LA CULTURA ABBATTA L’IGNORANZA!!

  6. OrfA scrive:

    Ciao.
    Volevo ringraziare Giustizia e Libertà e le persone che hanno lavorato in prima linea a questo appuntamento.
    Oggi per la prima volta dopo tanti tristissimi anni, ho ricominciato ad amare Milano ed a sentirmi parte di lei. E quindi a sentirmi al sicuro a casa mia. Sogno che proprio da qui venga la svolta. Perchè oggi ha ospitato diecimila persone importanti, in una giornata importante e ci ha regalato il sole. Le parole senza bandiere che si sono usate tra la gente presente e sul palco, erano precise, nessuna delle quali lasciata al caso. Le argomentazioni chiare e scevre da qualsiasi convenienza di partito. Sono stata contenta di avere ascoltato discorsi costruttivi e non solo trite notizie di squallida cronaca rosa-shocking. Ed ho sperato, dopo molto tempo. Ho sperato che questo triste medioevo finisca e che diventi tanta la gente, unita da progetti di benessere per tutti noi, nessuno escluso. La coscienza deve prevalere sulla paura. Non bisogna più lasciare che ci rubino lo spazio nelle nostre città, per regalarlo ai mafiosi e ai delinquenti, ed uscire finalmente per strada. Non bisogna più far passare la logica del divide et impera dello zanza di turno, e cercare di ragionare. Ragionare e non farsi fregare dai giudizi superficiali e affrettati, tipo affibbiare l’etichetta di talebani a quanti hanno il coraggio di dire le cose come stanno. Giudizi che dividono le persone e fanno la fortuna di chi sulle nostre stupide litigate, mangia. Dobbiamo avere l’umiltà di cambiare il nostro modo meschino di ragionare da italietta medievale, e pensare in grande.
    Volevo dire un grazie persino all’ ex DC Scalfaro (“notissimo bolscevico” diranno al TG1) : è stato un grande nell’intervista!

  7. antonio scrive:

    In risposta alla signora Daria che si dichiara antiberlusconiana fino al midollo:

    Il suo leader ha detto della manifestazione “Non vanno presi sul serio”. Lei non crede che una persona che ricopre quel ruolo istituzionale debba ascoltare i cittadini e le ragioni di chi manifesta?
    Una delle cose gravi è la manzanza di rispetto per persone! Il suo leader così parlando ne da continua conferma!

    Ci pensi, una destra migliore può esistere!

  8. oriana del carlo scrive:

    Oggi è stato bellissimo, interessante, emozionante! Bisogna continuare così!

  9. Daria scrive:

    Voce fuori dal coro, antiberlusconiana fino al midollo, mi permetto di dire che la manifestazione ha preso una piega vagamente talebana.
    Si dà per scontato che le ragazze di Arcore fossero quasi incapaci di intendere e di volere e non sapessero quello che stavano facendo.
    Non mi sento molto rappresentata da questo femminismo altrettanto populista del personaggio contro cui si scagliano.

    Se Mister B ha commesso dei reati lo dovrà accertare la magistratura, quanto alla sua modificazione della cultura italiana diciamo pure che la sinistra si è resa complice alla pari, non affrontando quando poteva il conflitto di interessi.

    Scandalizzarsi e arriciare il naso sull’onda dell’impulso emotivo è facile, ragionare amente lucida richiede un po’ più di sforzo.

  10. Margherita scrive:

    Grazie! Splendidi interventi. FINALMENTE QUALCOSA SI MUOVE!

  11. Giorgia scrive:

    Si anche secondo me la mancanzaEmma pesa.
    Ma conoscendo la sua personalità sono certa che il suo silenzio è più una colpa degli organizzatori che della sua latitanza…

  12. Luca scrive:

    Perchè manca Emma Bonino? Una dona che si è sempre battuta con fermezza e costanza per difendere i diritti delle donne.
    Dov’è Emma?

  13. Ave Massenz scrive:

    Per una causa così importante firmo in ogni occasione.Oggi è apparsa la mia firma sull’Unità.Andiamo avanti non fermiamoci.

  14. vittoria56 scrive:

    Sto seguendo in diretta tv la grande kermesse che avete organizzato. Vi ringrazio vi ringrazio veramente tanto per avermi dato la possibilita’ di respirare ancora aria pulita, aria sana. Sono anni che la mia frustrazione personale dinanzi alle misfatte del presidente del consiglio e dei/delle sue sodali mi turbava e mi digustava nel profondo della mia coscienza sociale ed etica. Ma ora, guardando quella immensa platea partecipata e vivace, il mio pensiero da ammutolito e rassegnato si sta trasformando in un pensiero piu’ fiducioso e speranzoso. Fiducia e speranza che forse questa volta con la sola forza di una vera partecipazione sociale si potra’ sbaragliare cio’ che potrebbe farci cadere in un abisso .
    Grazie, di nuovo grazie!
    Domenica 13 febbraio io ci saro’ e portero’ con me anche mia figlia.

  15. Vincenzo scrive:

    Palasharp gremito!

  16. adriano carminati scrive:

    dopo che la cameralina ha bocciato il federalismo municipale e dopo poche ore è stato riunito il c.d.m. approvando il d.d.l. senza ordine del giorno strafregandone della presidenza della Repubblica Italiana calpestando la Costituzione e il parlamento credo non sia una bestemmia dire che è stato un mini golpe e una dittatura mascherata ma non troppo. BASTA IO NON NE POSSO PIU’ berlusconi VATTENE

  17. Plg scrive:

    Non posso intervenire, c’e’ qualche canale TV che copre l’evento in diretta?

  18. gipi2000 scrive:

    E’ possibile vedere l’evento in internet o TV ?
    Grazie.

  19. Lucia Valchera scrive:

    voglio esprimere la mia solidarietà a questa iniziativa.
    parteciperò all’iniziativa di domenica prossima sempre a Milano, a sostegno della giustizia, e la distanza mi costringe a scegliere.
    così non sarò fisicamente presente ma vi seguirò da questo sito e spero mandiate in onda l’incontro e gli interventi.
    vi ringrazio comunque per l’iniziativa che state portando avanti, perchè desidero fortemente un’italia ben diversa da questa, una socialità più saggia e anche più produttiva. quest’uomo che per 15 anni è stato portato su un piatto d’argento per le sue eccezionali doti imprenditoriali ha ora ben evidenziato cosa chiede a noi per illuderci di poter prosperare. chiede oscenità e per quanto riguarda la prosperità i dati e soprattutto i fatti parlano chiaro. ma c’è da rendersi conto che la responsabilità di questo stato di cose non è certo solo di berlusconi, uomo super potente sì, ma non fino a questo punto. quindi che ciascuno si prenda la propria parte di responsabilità se veramente vogliamo cambiare le cose. naturalmente me compresa. sarò li con voi. Lucia

  20. daria scrive:

    “E’ triste! E’ tutto un’ullusione:
    il futuro ci inganna da lontano,
    non siamo più quel che ricordiamo,
    nè osiamo pensare a ciò che siamo.” (G. Byron)

    Per tornare a prendere coscienza, per credere ad un’alternativa onesta, per non lasciare sempre ad altri compiti che spettano anche a noi, PERCHE’ BYRON ABBIA TORTO.

  21. barbara graglia scrive:

    oggi non sarò fisicamente lì con voi ma lo sarò con tutto il mio spirito e con tutta la mia voglia di cambiamento!! mi spiace non poter sentire dal vivo l’intervento del prof Zagrebelsky ma lo seguirò sicuramente in un altro modo. per dire finalmente basta. da qualche parte si deve pur cominciare e spero che anche i politici di tutti i colori si sveglino dal torpore e si rendano conto che in questa situazione di stallo l’Italia e gli italiani stanno affondando.

  22. sandra podda scrive:

    Anche se questo pomeriggio non sarò lì al Palasharp, sarò con tutti voi nei miei pensieri, collegata ad una diretta TV, se ci sarà, perché questa manifestazione é importante pet tutti noi, per quelli che ancora credono che sia importante difendere la libertà e la democrazia, la dignità delle donne e di tutto il paese, il lavoro e il futuro dei giovani.
    Vorrei fare qualcosa di più per questo paese, anche se ogni giorno che passa mi sento sempre più impotente di fronte al marciume che sembra invadere tutto. Vorrei che mia figlia crescendo possa credere nel futuro e possa realizzare qualcuno dei suoi sogni, ma é difficile oggi dare speranza ai nostri figli, visto che noi adulti e genitori le abbiamo perse da tempo. Ogni tanto però provo a crederci ancora e vorrei che questa aperanza l’avessimo in tanti, perché solo unendo i nostri sogni potremo ancora cambiare la realtà….

  23. renzo ardemagni scrive:

    Se Berlusconi ha mille colpe il centrosinistra ne ha 999 perche’ quando si trovava al governo doveva fare la legge sul conflitto d’interessi e modificare la porcata della legge elettorale.
    Queste due cose non le hanno fatte e ora paghiamo il conto.
    Ritorniamo al palavobis dopo 8 anni da quel giorno memorabile con Travaglio,Di Pietro,Dario Fo’,ect.
    Perche’ in 8 anni non si e’ fatta nessuna manifestazione?
    Perche’ si fanno manifestazioni solo a Roma?
    Tanto a Roma va sempre a finire a “tarallucci e vino”.
    Ci vediamo alle 13.30,Grazie.

  24. La democrazia esiste dove non esiste un uomo così tanto ricco da comprarsi un altro uomo così tanto povero da mettersi in vendita!!!!!!!!

    J.J. Rousseau !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  25. Luca scrive:

    RICORDARE SEMPRE E NON DIMENTICARE MAI.
    Che la Libertà di cui godiamo non ci è stata regalata ma è costata la vita a una infinità di persone , carne e sangue , che sono state uccise da un potere malvagio e abominevole che ci avrebbe voluto tutti quanti schiavi e supini. Proprio come berlusconi , pari pari.
    Per l’Italia e per Roma vittoriosa , Fratelli miei !!!

  26. Daniele scrive:

    Bisogna tenere duro…ed esserci!

  27. Dave scrive:

    Ci sarà una diretta video su internet ?

  28. Massimo isotta scrive:

    Bravi! Ci sarò sicuramente… Anche perché voglio vedere cosa dicono Concita, Saviano e Gad Lerner…