«Dipende da noi» manifesto di Libertà e Giustizia

PAVIA «Dipendeda noi». Parte da Pavia il manifesto 2012 di Libertà e Giustizia che, in pochissimi giorni, ha già raccolto più di diecimila firma sul web e che diventerà anche l’occasione per una nuova chiamata a raccolta pubblica nei primi giorni di marzo. «Dipendedanoi» è già un impegno, prima ancora che uno slogan, su cui hanno insistito, aprendo ieri l’ultimo weekend della Scuola di politica a Pavia, Sandra Bonsanti, presidente di Libertà e Giustizia e Salvatore Veca filosofo e direttore della Scuola di formazione politica. Nell’ambito delle due ultime giornate di lezioni dell’edizione 2012 della Scuola sono intervenuti ieri pomeriggio Chawki Senouci su «La primavera araba» e Maurizio Ricci su «L’Unione europea». In serata Gad Lerner era in collegio per l’incontro al caminetto con gli studenti. Questa mattina toccherà a Salvatore Veca chiudere la sesta edizione della Scuola di formazione politica . Il filosofo, che è anche vicedirettore della Scuola di studi superiori dell’Università di Pavia (Iuss), parlerà e discuterà sul tema «Idee per la giustizia ed equità globale. Nel primo modulo della Scuola 2012 erano intervenuti Gustavo Zagrebelsky, Ernesto Bettinelli, Tito Boeri, Francesco Daveri e Giorgio Lunghini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.