Palazzo Grazioli, cioè “casa sua”

Modesta proposta, tanto per cominciare…vertici, consultazioni, incontri riservati di B. a Palazzo Grazioli.
Il nome di quel palazzo ripetuto ossessivamente dai media, fa credere agli italiani che si tratti di una sede istituzionale, dove B è al lavoro per gli italiani. Un palazzo come palazzo Chigi, tanto per intendersi.
Invece no. Palazzo Grazioli è la casa privata di Silvio Berlusconi e lui ci passa ore e giornate al lavoro con i suoi avvocati e altri del Pdl a lavorare per sè: sono suoi ospiti privati, e a tutti costoro, di cosa accade agli italiani, non importa un bel niente.
Al centro dei colloqui e delle “riflessioni” il problema delle “tre M”: ovvero Mills, Mediatrade e Mediaset, dal nome delle tre inchieste diventate l’incubo del Cavaliere. Dunque bisognerebbe cominciare far sapere ai cittadini che in quel Palazzo  non ci si preoccupa di disoccupazione, precari, lavoro, e conti pubblici ma solo e soltanto di conti con la giustizia.
A casa sua ognuno fa quel che gli pare. Ma diciamolo chiaramente: il presidente del Consiglio ha passato la giornata a casa sua a occuparsi di fatti suoi. Con ministri e sottosegretari del suo governo e con parlamentari del suo partito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.