Referendum, Onida: “Vi spiego il mio No”

09 Giu 2009

La soluzione al dubbio sollevato da molti sul referendum arriva dall’ex presidente della Corte costituzionale, Valerio Onida, alla fine di due ore di dibattito approfondito e appassionato, a Milano, nel corso dell’incontro organizzato da LeG. Dice Onida: “Non è vero che chi dice No conferma un apprezzamento per la legge Porcellum. Il quesito referendario, infatti, secondo le indicazioni della Corte costituzionale non è ‘Vuoi tu cambiare questa legge’, bensì: ‘Vuoi tu cambiare così, in questo modo, con queste correzioni l’attuale legge?. E allora, la risposta è facile, semplice, chiara: no, io non voglio cambiare così questa legge, perché ne uscirebbe una legge peggiore, ancora più grave, ispirata all’idea del bipartitismo che ha anche nel Pd alcuni importanti sostenitori”.

Supportaci

Difendiamo la Costituzione, i diritti e la democrazia, puoi unirti a noi, basta un piccolo contributo

Promuoviamo le ragioni del buon governo, la laicità dello Stato e l’efficacia e la correttezza dell’agire pubblico

Le scuole di Libertà e Giustizia

L’Unione europea come garante di democrazia, pace, giustizia

In vista della legislatura 2024-2029, l’associazione Libertà e Giustizia propone sette incontri - dal 29 febbraio al 23 aprile - sul ruolo del Parlamento europeo e le possibilità di intervento dei singoli cittadini e delle associazioni.

Approfondisci

Newsletter

Eventi, link e articoli per una cittadinanza attiva e consapevole direttamente nella tua casella di posta.