Maledetti fantasmi

“Il futuro dipende dai prossimi giorni” insiste a dire in queste ore Barack Obama. E la macchina organizzativa lo ha preso tanto sul serio che è arrivata a mobilitare perfino una italiana in visita a sua figlia a New York. Così domenica saremo in Pennsylvania, in una zona fortemente in bilico e da sempre fra quelle che danno la vittoria. Un porta a porta scientifico, con informazioni e consigli dell’ultimo momento su dove, come, quando andare a votare. La strategia può apparire elementare: Obama e Biden concentrati a “convincere”, i volontari ad assicurare che tutti i cittadini “convinti” abbiano la certezza di poter esprimere un voto valido.Il loro voto, il voto che decide. In un paese in bilico tra un presente che più fosco non si potrebbe pensare (“vendi il tuo brillante ora, il suo valore non è mai stato così alto” dice una pubblicità che mi ricorda un gioiello di mia madre la cui vendita sfamò tutta la famiglia negli anni di guerra) e un domani possibile, un sogno per tutti.E’ certamente l’ora della ragione, che trascina verso Obama, la sua energia la sua determinazione a scegliere i migliori, i consulenti più esperti per guidare la crisi. Ma è anche il tempo dei sentimenti oscuri e profondi dell’individuo ed è su questo che conta il duo McCain-Palin, sulla paura, la più grande portatrice di voti agli schieramenti conservatori di tutto il mondo. L’ultimo sondaggio del New York Times uscito oggi conferma che Obama è in testa con il 51 per cento (contro i 40 di McCain).

Ma conferma anche che l’insistenza di McCain sul fatto che Obama alzerà le tasse a una parte dei cittadini “sembra ottenere qualche risultato” e un numero crescente di elettori è convinto che McCain invece non le alzerà affatto.Tasse, una politica “socialista”, e il rischio di incertezze nella lotta al terrorismo: sono questi i fantasmi che i repubblicani agitano per conquistare il voto degli incerti e silenziosi. Non sono troppo diversi da quei fantasmi che da noi ebbero un qualche successo. Ma che speriamo, per noi e per il resto del mondo, vengano respinti martedì prossimo come un ingombro avanzato dalla festa di Halloween. Fantasmi che non fanno più paura, oggi nemmeno ai bambini.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>