Diventa Socio

Sondaggio, vince la lista unitaria

18 ottobre 2005
red. LeG

In poche ore più di tremila voti. Il sondaggio di LeG sul dopo primarie chiedeva, alla luce del successo di Prodi, come doveva presentarsi il centrosinistra per le elezioni del 2006. Una consultazione breve, pensata a caldo, sulla scorta dello straordinario risultato delle consultazioni di domenica, rimasta sul sito di LeG lo spazio di un [...]

Umberto Eco e i professori per Romano Prodi

15 ottobre 2005

Domenica 16 ottobre siamo chiamati a partecipare alle votazioni primarie. E’ un’esperienza nuova e impegnativa, una sfida per gli elettori dell’unione. Si tratta, per ricorrere alle parole di Romano Prodi, di un modo per difendere e rinforzare il sistema democratico: una finalità importante che ci caratterizza e che ci deve trovare pronti a collaborare.
Chiediamo di [...]

“Un governo inetto, l’Italia merita di meglio”

10 ottobre 2005
Romano Prodi

Amiche e Amici,oggi non siamo qui per una manifestazione di parte o di propaganda. Siamo qui per testimoniare la nostra passione e il nostro amore per l’Italia. Un grande Paese, le cui speranze ed energie da quasi cinque anni sono umiliate da un governo e da una maggioranza che hanno promesso miracoli e prodotto disastri.Un [...]

La nostra Costituzione e la nuova legge elettorale

6 ottobre 2005
Giovanni Bachelet

Domenica 9 ottobre, tutti in piazza Il 6 ottobre, a piazza Ss. Apostoli, Romano Prodi ha incontrato una delegazione del coordinamento nazionale “Salviamo la Costituzione”. La delegazione era formata dal presidente del Coordinamento, sen. Oscar Luigi Scalfaro, i presidenti delle tre associazioni fondatrici (Liberta’ e Giustizia, ASTRID e i Comitati Dossetti) e rappresentanti autorevoli di [...]

In piazza contro la Riforma

3 ottobre 2005
red LeG

L’ha annunciato dalla Sicilia: “Faremo a Roma una grande manifestazione contro la legge elettorale che vuole scardinare le regole della democrazia italiana e contro la finanziaria, che è soprattutto rivolta a danno degli enti locali e del sistema sanitario”. Romano Prodi chiama a raccolta il popolo dell’Ulivo e la società civile.
L’appuntamento è per domenica 9 [...]

L’Udc e il deserto

31 agosto 2005

Da un po’ di tempo si sente citare nel piccolo mondo politico italiano una coppia che più strana di così non potrebbe essere: Berlusconi-Prodi o Prodi-Berlusconi. Quasi fossero due compagni di strada indissolubilmente legati. Aggiunge Giuliano Ferrara: “Berlusconi e Prodi vedono, attorno a loro stessi il deserto…”.
Dietro questo slogan, questo spot comunicativo, c’è certamente la [...]

Chi ha paura di Scalfarotto?

24 agosto 2005

Meschina: è soltanto questo l’aggettivo che trovo per definire la reazione alla candidatura di Ivan Scalfarotto espressa da alcuni politici di primo piano del centro sinistra. Esprimo questa mia opinione sul sito di Libertà e Giustizia anche perché voglio precisare alcuni punti.Primo: la candidatura di Scalfarotto non è una candidatura ufficiale di LeG. LeG non [...]

Lettera ai soci di LeG

18 agosto 2005
Ivan Scalfarotto

Cari amici di Libertà e Giustizia,
Come sapete ho accettato di lanciare ufficialmente la mia candidatura alle Primarie dell’Unione.
Ho deciso di accettare questa proposta nata nel seno del circolo di Londra della nostra associazione per portare in cima all’agenda dell’Unione tre temi fondamentali.
Innanzi tutto il rinnovamento della politica. L’Italia è un paese in questo momento in [...]

Le intercettazioni – Unipol, le telefonate di Consorte

12 agosto 2005

E’ un interesse politico trasversale quello che sembra muoversi dietro la battaglia di Unipol per conquistare la Bnl. E a gestire i contatti, in alcuni giorni frenetici, c’è naturalmente Giovanni Consorte. I brogliacci delle sue telefonate svelano la «rete» dei parlamentari che resta dietro le quinte dell’operazione. Il contenuto di questi colloqui è coperto da [...]

La mummia della stabilità

10 agosto 2005

Una volta, quando le cose andavano male e i presidenti del consiglio non riuscivano più a tenere insieme i partiti (spesso erano cinque o giù di lì) che formavano il governo, o quando si formavano gravi e imprevedibili crisi di qualunque genere, essi salivano al Quirinale e insieme al presidente della Repubblica prendevano in considerazione [...]