La buona governance della Bonsanti attira esponenti bipartisan

Termoli. Per anni sotto la guida di Eugenio Scalfari è stata una delle firme di punta di Repubblica per poi lanciarsi nella direzione del Tirreno. Sandra Bonsanti oggi è presidente nazionale di Libertà e Giustizia, l’associazione che qualche mese fa ha aperto il suo circolo in Molise, ed è stata a Termoli per partecipare a un dibattito sui temi della buona politica e della buona governance. Un incontro, quello di ieri 17 ottobre, che ha saputo catturare un interesse trasversale con la presenza in sala, all’hotel Farim di Termoli, di diversi esponenti non solo del centrosinistra, ma anche del centrodestra. Oltre a Giovanni Di Stasi da sempre sostenitore dell’associazione insieme a Filippo Monaco, tra il pubblico hanno fatto notare la loro presenza l’ex sindaco Vincenzo Greco, l’ex parlamentare Remo Di Giandomenico e il sindaco di Roccavivara Domenico Di Lisa, il primo ad aver annunciato la sua candidatura alla presidenza della Regione qualora si dovesse tornare al voto. In un momento di grave crisi economica, sociale e istituzionale con i partiti ormai arroccati nella difesa delle proprie rendite di posizione, Sandra Bonsanti ha provato a spiegare come poter riavvicinare i cittadini alla politica. «Dobbiamo partire dai noi stessi non rinunciando a partecipare e a fare proposte». Libertà e Giustizia non è un partito, né un movimento di antipolitica, ma vuole semplicemente dare voce ai cittadini, fare da anello di congiunzione tra le istituzioni e la società. L’associazione è convinta che l’unica soluzione possibile alla deriva della democrazia sia il ritorno a una buona politica e a una buona governance basate sul rispetto delle regole democratiche, dell’etica pubblica e del bene comune. Non ci si può arrendere, bisogna reagire, elaborare proposte. E di fronte alla deriva della politica Libertà e Giustizia, per prima ha chiesto di riconsegnare il potere di scelta ai cittadini, modificando la legge elettorale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>