Le agenzie di stampa

(OMNIMILANO) Milano, 08 OTT - Migliaia di persone si sono radunate oggi
all'Arco della Pace per partecipare alla manifestazione organizzata da
Liberta' e Giustizia dal titolo "Ricucire l'Italia" e aperta con un minuto di
silenzio dedicato alle vittime del disastro di Barletta. Piazza gremita fin
dai primi interventi, con il presidente dell'associazione, Sandra Bonsanti,
che ha ammonito: "Vigileremo attentamente su come verranno stilate le liste
elettorali". Un lungo applauso ha salutato il sindaco, Giuliano Pisapia,
secondo cui "Milano ha dimostrato che e' possibile mantenere il patto
politico tra il cittadino e i suoi eletti". Presenti anche Valerio Onida,
Michele Serra, Marco Travaglio, Paul Ginsburg e Gustavo Zagrebelsky. Il
segretario milanese della Camera del Lavoro, Onorio Rosati, ha delineato la
difficile situazione dei lavoratori, costretti allo sciopero, e chiesto le
dimissioni del premier. "Dobbiamo chiedere ai partiti di opposizione uno
sforzo di responsabilita'", ha detto Carlo Smuraglia, presidente nazionale
dell'Anpi. Diversi anche i messaggi video e scritti mandati da chi non ha
potuto partecipare. "In questo spaventoso declino della politica italiana
facciamo sentire la voce di una societa' civile sana in modo che anche
all'estero capiscano chi siamo ", ha spiegato Umberto Eco in una lettera.
Roberto Saviano, in video, ha parlato di lavoro nero, "che spesso e'
l'eccellenza del sistema Italia". "Mi piacerebbe portare un brandello di
stoffa con scritto 'il diritto alla felicita'' - ha detto lo scrittore - un
diritto che mi piace molto perche' e' cio' che rende bella la politica e so
che una parte di questa felicita' non puo' che avvenire in una societa' di
diritto". Secondo don Luigi Ciotti dell'associazione Libera "per ricucire
l'Italia serve un filo, che e' la costituzione". Il premio nobel, Dario Fo,
dal palco ha divertito il pubblico con il suo tipico stile comico,
tratteggiando, senza mai nominarlo, il presidente del consiglio.

(AGI) - Milano, 8 ott. - sono fra le 20 e le 25mila le persone
riunite davanti all'arco della Pace di Milano per la
manifestazione 'Ricucire l'Italia', organizzata da 'Liberta' e
Giustizia'. La stima arriva dagli stessi organizzatori a fronte
di una piazza gremita. "C'e' cosi' tanta gente - raccontano da
dietro il palco - che le persone non riescono nemmeno ad
attraversare la piazza per raggiungere il punto dove stiamo
raccogliendo i pezzi di stoffa per la nostra 'coperta dei
diritti' e quindi li lasciano direttamente qui da noi". A
colorare la piazza decine di bandiere tricolori e cartelli con
slogan ironici contro il presidente del Consiglio. (AGI)
Mi1/CarOMNIMILANO) Milano, 08 OTT - "Il Sindaco di Milano, invece di abbaiare alla
luna contro il Governo, come ha fatto questo pomeriggio all'arco della Pace
farebbe bene, a guardare in casa sua, al suo governo, alla sua maggioranza,
che proprio in queste ore non sembra godi di ottima salute a soli 100 giorni
e qualcosa dal suo arrivo al governo della città di Milano". Così Riccardo
De Corato (pdl), Vice-Presidente del Consiglio Comunale, commenta le
dichiarazioni del Sindaco di Milano alla manifestazione dell'Arco della Pace
di Libertà e Giustizia. "Invece di continuare a imprecare contro il Governo,
guardi a quanto acceduto in questa settimana alla sua maggioranza che sia
Lunedì 3 Ottobre, sia ieri si è squagliata letteralmente e non è riuscita
a far approvare una importante delibera che riguarda il riequilibrio di
Bilancio del Comune di Milano, e che se non approvata, secondo quanto
affermato da esponenti della maggioranza vede bloccati tutti i pagamenti di
fornitori e le spese in generale del Comune. Invece di parlare di spettacolo
verognoso e avvilente da parte del Governo centrale, pensi al suo a quello
della Città di Milano, dove il suo super Assessore al Bilancio, per far
approvare la delibera di riequilibrio, deve minacciare l'arrivo di un
Commissario Prefettizio, e tutto ciò sempre a pochi mesi dalla sua elezione.
Invece di continuare a straparlare contro il Governo, pensi al fatto che in
questi primi mesi di governo a Palazzo Marino, ha ricevuto rom, islamici,
eextracomunitari in cerca di voto che hanno trovato in Lui un paladino, salvo
i milanesi che sono rimasti fuori dal Palazzo spremuti dalle numerose
stangate che Pisapia sta loro riservando, si potrebbe dire dalla fase
"dell'ascolto" in campagna elettorale alla fase della "mani in tasca" in
questi primi mesi di governo della città".

081801 OTT 11

NNNN

  (ANSA) - MILANO, 8 OTT - Sono ventimila, secondo gli
organizzatori, i partecipanti alla manifestazione 'Ricucire
l'Italia' organizzata da Liberta' e Giustizia all'arco della
Pace di Milano.
  Tra la folla molte bandiere italiane e altrettanti cartelli,
spesso dal taglio ironico, contro il presidente del Consiglio
Silvio Berlusconi. (ANSA).

    GGD/MEA
08-OTT-11 17:32 NNNN

SECONDO ORGANIZZATORI "MOLTI DI PIÙ"

Milano, 8 ott. (TMNews) - Secondo una prima stima fornita dalla
Questura, annunciata dal palco della manifestazione di Libertà e
Giustizia, a Milano sarebbero riunite circa 10mila persone
all'Arco della Pace. Secondo gli organizzatori invece, anche alla
luce del fatto che la piazza è gremita, sono "molti di più".

Lzp/Ral

PRESIDENTE ANPI: NON POSSIAMO ASPETTARE UN 25 LUGLIO

Milano, 8 ott. (TMNews) - La condizione dell'Italia "è
intollerabile, ma la maschera è caduta e dobbiamo uscire da
questa situazione al più presto". A dichiararlo è il presidente
dell'Anpi, l'Associazione nazionale dei partigiani italiani,
Carlo Smuraglia, durante il suo intervento alla manifestazione di
Libertà e Giustizia. Secondo Smuraglia oggi però "non possiamo
aspettare un 25 luglio che non sappiamo se ci sarà o meno, non
possiamo aspettare che Berlusconi se ne vada da solo o per mano
di chi non ci può dare garanzie per il futuro. Dobbiamo pensare a
concludere questa situazione e a pensare a cosa faremo dopo". E
in quest'ottica la manifestazione di oggi "lancia un segnale
importante".

Riguardo invece l'Anpi, la cui stessa esistenza come
associazione era stata messa in dubbio della manovra del Governo,
il presidente ha sottolineato che "l'Anpi non può essere messa in
discussione e il suo compito è di tenere viva la memoria e
difendere la Costituzione".

Lzp/Ral
    Milano, 8 ott. (Adnkronos) - Il presidente del Consiglio Silvio
Berlusconi "non e' crollato, e' un uomo molto tenace e determinato. E'
stato sottovalutato mille volte, ma e' un uomo che combatte fino alla
fine". Lo sottolinea durante la manifestazione organizzata da Liberta'
e Giustizia a Milano lo storico britannico Paul Ginsborg, autore di
molti saggi sulla storia contemporanea italiana.

     "Questo e' un regime - ha continuato Ginsborg - tante volte il
Corriere della sera e anche nel centrosinistra ci hanno deriso per
averlo detto. In realta' questo e' un regime caratterizzato da un
conflitto d'interessi patologico che deforma la democrazia". Comunque,
secondo lo storico, "e' difficile che riesca ad andare oltre il 2013.
Neanche Houdini-Berlusconi puo' fare cosi' tanto".

     Per Ginsborg "in Europa ci si chiede come mai non riuscite a
liberarvi di Berlusconi. E' una cosa difficile da spiegare. Ma certo
con una maggioranza in Parlamento, Napolitano non puo' sciogliere le
Camere". Questa situazione, conclude, "fa malissimo all'immagine
dell'Italia, anche sui mercati finanziari".

     (Tog/Ct/Adnkronos)
08-OTT-11 17:05

NNNN

 Milano, 8 ott. - (Adnkronos) - "Vigileremo attentamente su come
verranno" stilate "le liste elettorali. Non saremo piu' portatori
d'acqua". E' il monito della presidente dell'associazione Liberta' e
Giustizia, Sandra Bonsanti, lanciato dal palco della manifestazione
"Ricucire l'Italia", in corso all'Arco della pace a Milano, cui
partecipano migliaia di persone e che si e' aperta con un minuto di
silenzio per le vittime del crollo di una palazzina, avvenuto a
Barletta pochi giorni fa.

     (Tog/Ct/Adnkronos)
08-OTT-11 16:22(AGI) - Milano, 8 ott. - L'Italia, di questo passo, rischia di
finire in una logica di finta democrazia come la Russia. E'
l'opinione del deputato dell'Api, Bruno Tabacci, espressa a
margine della manifestazione 'Ricucire l'Italia', organizzata
da Liberta' e Giustizia a Milano, che, in questo momento, si
sente riportato indietro "a momenti bui della nostra storia".
"Aver diviso il Paese su cose essenziali, aver illuso che le
istituzioni potessero reggere con una virata presenzialista, si
rivela effimero e sbagliato. Rischiamo di finire in una logica
di finta democrazia russa". Anche per questo, il premier deve
fare un passo indietro, perche' "l'Italia e' sfiduciata dal
mondo" e "ogni giorno che sta li' lo pagano i nostri figli". In
primavera, ha ricordato Tabacci, lo spread fra btp e bund
tedeschi era a 170 punti base, ora e' a 370. "Applichiamo due
punti percentuali d'interesse a 1900 miliardi di debito...", ha
detto per far capire quanto costi l'attuale situazione.
"L'Italia e' ricca e puo' pagare i suoi debiti, ma siccome non
abbiamo de Gasperi ma abbiamo Berlusconi e' chiaro che gli
altri dicono... siete inaffidabili". (AGI)
Mi1/Car
081615 OTT 11

NNNN
(ANSA) - MILANO, 8 OTT - ''Il governo ha capito che dalle
citta' si sta alzando un vento nuovo, percio' con la manovra
penalizza le risorse locali per frenare il cambiamento, ma il
vento nuovo continuera' ad alzarsi'': lo ha detto il sindaco di
Milano Giuliano Pisapia, sul palco della manifestazione di
Liberta' e Giustizia a Milano.
  ''Non e' piu' procrastinabile il momento in cui le diversita'
faranno fronte comune'' ha aggiunto il sindaco, sottolineando
che quanto e' successo in tante citta' italiane nelle ultime
elezioni amministrative ''non e' la vittoria di una parte
politica, ma e' una nuova politica, di tutti per tutti''. ''Non
e' antipolitica ma buona politica'' ha aggiunto Pisapia,
ribadendo che la buona politica puo' vincere sia la cattiva
politica che l'antipolitica. (ANSA).

    GGD/LP
08-OTT-11 16:04 NNNN(AGI) - Milano, 8 ott. - Le persone devono rivendicare il
diritto alla felicita', ma questo si puo' fare solo in una
societa' di diritto. E' stata questo il filo conduttore del
videointervento di Roberto Saviano alla manifestazione
'Ricucire l'Italia' di Liberta' e Giustizia in corso a Milano.
Lo scrittore ha citato "il diritto alla felicita'", che "non
puo' che avvenire in una societa' di diritto", prima di parlare
a lungo delle operaie morte a Barletta. "Il lavoro nero, che
spesso rappresenta le eccellenze dell'Italia, sta proteggendo
il Paese dalla crisi - ha detto - Spesso i padroni sono ex
lavoratori in nero a loro volta che vivono in queste
condizioni". In questa situazione "trovarsi insieme e' un modo
di non perdere la speranza, di resistere all'idea che il
talento non serva nulla, che vale una segnalazione", perche'
altrimenti "hanno gia' vinto loro, chi e' in questo momento al
governo, cerca di far passare l'adagio che siamo tutti uguali e
che chi critica e' ipocrita, perche' si comporta nello stesso
modo e vuole solo la nostra poltrona". (AGI)
Mi1/Car
081602 OTT 11

NNNN

(AGI) - Milano, 8 ott. - E' necessario che gli italiani siano
uniti contro chi ha distrutto la democrazia". Lo ha detto,
parlando dal palco di "Ricucire l'Italia", la nuova
manifestazione organizzata da 'Liberta' e giustizia' a Milano,
il sindaco del capoluogo lombardo, Giuliano Pisapia. "Dobbiamo
essere uniti contro chi ha distrutto la democrazia", ha
chiosato, spiegando che dalla vittoria alle comunali di Milano
si evidenzia un " nuovo modo di fare politica, fatta da tutti
per tutti e non da pochi per pochi: ricucire l'Italia significa
estendere questo nuovo modo a tutto il Paese. La buona politica
puo' vincere la cattiva politica e l'antipolitica". Per Pisapia
la scelta di "penalizzare gli enti locali" fatta nella manovra
e' un tentativo "di ostacolare il cambiamento, perche' dalle
citta' si alza un vento nuovo". L'Italia - ha concluso un
applauditissimo sindaco, a cui le migliaia di persone presenti
in piazza hanno cantato 'Dai Giuliano, libera Milano', "deve
cambiare: lo deve a se stessa e al mondo". (AGI)
Mi1/Car
081547 OTT 11

NNNN

(OMNIMILANO) Milano, 08 OTT - "Abbiamo vinto a maggio, vinceremo anche la
prossima volta, che sono convinto sara' presto". Lo ha dichiarato oggi il
sindaco, Giuliano Pisapia, nel suo intervento alla manifestazione organizzata
oggi da Liberta' e Giustizia all'Arco della Pace, dove sono accorse migliaia
di persone.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>