La fiumana

Come se niente fosse: col passare degli anni, dei giorni ci siamo abituati a questo Parlamento, ai comprati e venduti, ai responsabili disponibili, ai sordi e ai ciechi.

Alla fine, passato il voto salva Milanese, abbracci e pacche solidali della maggioranza, facce da cani bastonati nell’opposizione. Il copione non cambia. Cambia invece l’Italia che fuori assedia il Palazzo. Non tanto con le monetine di pochi . Ma con la presenza dei lavoratori senza lavoro. Sono come un urlo silenzioso e dolente che penetra le mura assolate, a volerlo sentire.

Ma pochi lo vogliono davvero sentire, e la società civile non viene più qua: oramai si sa che è inutile, non serve.

La società civile è quella che oggi pretende di partecipare e che vuole esserci nel momento in cui si possono cambiare le cose.

La società civile e i cittadini indignati sono quelli che hanno affollato i banchetti del comitato referendario e di tutti coloro che lo hanno aiutato a raccogliere le firme.

In quindici giorni, ricordiamocelo. Un vero miracolo. Tutto da soli, mi viene da dire, dato che quelli che avrebbero potuto si sono aggiunti all’ultimissimo momento. Ma va bene così: grazie a tutti coloro che ci hanno aiutato. La società civile vuole essere attiva, e dove può dare un contributo, allora c’è. Per cambiare questa legge elettorale. Per cambiare questo Parlamento. Una fiumana di cittadini ci sarà.

2 commenti

  • OT (Forse).
    Mi permetto di segnalarla qui. Mi sembra qualcosa più di un’intervista. Una lezione di storia e di democrazia per gli analfabeti di lotta e di governo che occupano indegnamente il Paese. Una testimonianza di quella giovinezza dell’anima che solo il coraggio sa conferire. Forse il testamento spirituale di un uomo politico di 92 anni.
    Da leggere e da meditare.
    Grazie per l’ospitalità,
    Giordano Mariani

    Io c’ero, ci sono e ci sarò.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>