Napoli: primo confronto pubblico tra i candidati sindaci del centrosinistra

Libertà e Giustizia di Napoli organizza per il prossimo 8 gennaio il primo confronto tra i cinque candidati alle primarie del centro sinistra.

Un’Agenda per Napoli: questo è il titolo dell’incontro che si terrà all’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici alle ore 10.00, sabato 8 gennaio 2011 ( via Monte di Dio 14).

Andrea Cozzolino, Libero Mancuso, Nicola Oddati, Umberto Ranieri e Luigi Sorbillo si confronteranno sulle principali questioni della nostra città, dall’urbanistica, ai servizi, alle politiche sociali, alla mobilità e ai rifiuti. Modererà l’incontro Francesco Saverio Lauro, coordinatore di Libertà e Giustizia Napoli.

“Non c’e’ tempo da perdere: il prossimo sindaco di Napoli – dichiara Lauro – dovrà essere in grado di dare una energica svolta al declino della città, prima che esso diventi irreversibile. Occorre una lucida analisi sulle priorità di intervento e le risorse umane ed economiche disponibili, che sia improntata al realismo, non l’ennesimo libro dei sogni. Ma è anche necessario che il nuovo sindaco sia dotato del carisma necessario a far scendere in campo i napoletani migliori, troppo spesso rimasti in passato ai margini della vita pubblica. E’ uno sforzo titanico che richiederà cambiamenti rivoluzionari a cominciare da una nuova squadra di amministratori, che sia estremamente qualificata e coesa, ed un rinnovato e deciso stile di governo. Sono note le critiche circa le responsabilità storiche della borghesia partenopea: Liberta’ e Giustizia intende dare un contributo per far sì ‘che d’ora in poi la società civile di Napoli reciti il suo ruolo. Noi riteniamo quello delle primarie il metodo più trasparente e democratico per la scelta del candidato sindaco. Abbiamo deciso, quindi, di organizzare questo confronto in cui incalzaremo i candidati con domande precise su specifici contenuti, per valutarne e compararne i programmi e le intenzioni.” Ad una domanda rivoltagli da Roberto Fuccillo, nel pezzo apparso il 4 gennaio 2001 su Repubblica, circa una eventuale annullamento delle primarie Lauro ha così replicato: “metterle in discussione mi sembra addirittura una sciocchezza visto che lo statuto del Pd  le prevede, e lo statuto in questo caso è un po’ l’ equivalente della Costituzione. E poi noi restiamo favorevoli. In un momento non proprio di forma del centrosinistra, sono l’ unico strumento in più di questa parte politica. Al limite, vi si potrebbe rinunciare se i vari candidati si ritirassero. Ma è successo così l’ anno scorso per la Regione, quando è rimasto in campo solo Enzo De Luca, e l’esito finale non è stato brillantissimo”.

Per info e contatti: 0815800199, email: francescolauro@studiolegalelauro.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>