2 giugno: una festa per la Costituzione

Ha superato il tetto delle 23 mila firme l’appello lanciato da Libertà e Giustizia affinché il 2 giugno 2005, Festa nazionale della Repubblica, si celebri in tutta Italia anche la Festa della Costituzione repubblicana. Rivolto alla società civile, ai partiti che si oppongono alla riforma, ai sindacati, alle istituzioni, agli italiani tutti, è stato sottoscritto, tra i primi da Oscar Luigi Scalfaro, Romano Prodi, Arturo Parisi, Piero Fassino, Gianclaudio Bressa, Gavino Angius, Giovanna Melandri, Franco Bassanini, Enrico Letta, Willer Bordon, Andrea Manzella, Lapo Pistelli, Rosy Bindi, Giuseppe Giulietti, Filippo Penati, Leopoldo Elia, dalla Cgil nazionale e dall’Anpi. Rilanciato dal sito di Repubblica.it, “Per una festa della Costituzione” è stato poi condiviso oltre che da soci e simpatizzanti dell’associazione anche da migliaia e migliaia di cittadini.L’assemblea costituente fu eletta proprio il 2 giugno 1946 insieme al voto che scelse la Repubblica. Libertà e Giustizia distribuirà copie della Costituzione nelle piazze e chiederà agli insegnanti di scuole di ogni ordine e grado di dedicare ore di lezione alla storia della Carta. Da oltre un anno Libertà e Giustizia è impegnata per costituire una rete di associazioni, movimenti, sindacati e partiti, oggi riuniti nel Coordinamento nazionale Salviamo la Costituzione. Sono ormai più di 300 i comitati che in ogni città, da Genova a Bologna, da Milano a Sondrio, da Empoli a Parma, a Firenze, Caserta e Palermo si mobilitano in difesa della Carta che porta la firma di De Nicola, Terracini e De Gasperi.La società civile è pronta: siamo certi che vinceremo il referendum contro la nuova Costituzione imposta del primo governo Berlusconi se il Berlusconi bis porterà a termine l’iter parlamentare.

La nostra Costituzione, come sostiene il garante di Libertà e Giustizia Guido Rossi, è una Costituzione moderna e lungimirante, e non ancora completamente attuata.L’appello di Libertà e Giustizia è stato firmato, tra gli altri anche dai neoeletti presidenti di Regione Mercedes Bresso, Vasco Errani, Maria Rita Lorenzetti, Claudio Burlando, Claudio Martini, Nichi Vendola, Agazio Loiero, Gian Mario Spacca e Piero Marrazzo. E’ stato firmato inoltre dall’associazione Articolo 21, Mario Pirani, Carla Voltolina Pertini e la Fondazione Sandro Pertini, Paolo Serventi Longhi, Francesco Rosi, Luciano Pizzetti, Raimondo Ricci (vicepresidente dell’Anpi), Corrado Stajano e dai garanti di LeG Giovanni Bachelet, Enzo Biagi e Claudio Magris.Un cd con tutte le firme dell’appello sarà inviato al Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, ai presidenti di Camera e Senato e ai responsabili di tutte le forze politiche presenti in Parlamento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>