Diventa Socio
Senato della Repubblica

Coincidenze

6 febbraio 2014
senato

Mercoledì 27 novembre, Silvio Berlusconi non è più senatore della Repubblica. Il Senato vota a scrutinio palese per la sua decadenza, come previsto dalla sentenza definitiva nel processo per i diritti Mediaset.
Mercoledì 5 febbraio, Pietro Grasso, contro il parere a maggioranza dell’Ufficio di presidenza, decide che il Senato si costituirà parte civile nel processo sulla presunta compravendita di senatori, che vede Silvio Berlusconi imputato a Napoli.
Giovedì 6 febbraio, la direzione del Partito democratico vota l’abolizione del Senato della Repubblica italiana.

Legge elettorale e riforme costituzionali

L’aria che tira (2)

5 febbraio 2014
renzi-berlusconi

Il progetto di Berlusconi, secondo quanto lui stesso ha riferito dopo l’incontro con Renzi, è invece il seguente: “Elezione diretta del Capo dello Stato; una sola Camera con meno componenti che impieghi al massimo 120 giorni per approvare una legge, modificare l’assetto della Costituzione; cambiare la composizione della Corte Costituzionale…”.

Fondazione Critica Liberale

Il miracolo di Renzi, il nazareno: il castellum (come salvare la casta e suicidarsi)

21 gennaio 2014
Enzo Marzo
Matteo_Renzi

L’”incontro storico” è avvenuto nella stanza del segretario del Pd, nella sede del Nazareno. I giornali hanno riportato con dettagli il rito di questo abboccamento tra tre ex-democristiani e l’erede del peggiore craxismo. Alcuni accennano a un particolare che campeggia nella sala: una grande foto di Korda che rappresenta Guevara e Castro mentre giocano a golf.

la Repubblica

Nuova stagione

9 dicembre 2013
Ezio Mauro
PD

Renzi ha vinto soprattutto per questo: per la promessa di cambiare il Pd e il Paese. Dovrà farlo subito, cominciando dalla legge elettorale, dai costi della politica, dalla crisi del lavoro. Guai se si disperdesse l’ultima speranza: solo il cambiamento può chiudere un ventennio e aprire quella nuova stagione di cui ha bisogno il Paese.

L'Unità

Doppia ricetta soft e radicale per convincere il nuovo leader

9 dicembre 2013
Claudia Fusani
renzi

Il nuovo segretario non avrà tempo di festeggiare. Lo aspettano con urgenza al tavolo di Palazzo Chigi per decidere quanto deve e può durare questo governo e, nel caso, di che cosa si deve occupare nei prossimi mesi. Se solo di legge elettorale o anche di molto altro, a cominciare dalle riforme istituzionali.

LeG Rivoli

Pd: tessere, congresso e primarie al veleno

7 novembre 2013
Valter Morizio *
pdprimarie

In questi giorni il dibattito politico locale è incentrato sui congressi di circolo del PD in vista dell’assise provinciale. In verità a leggere giornali, blog, e social network, il tema più gettonato non è il confronto politico tra le tesi dei vari candidati alle segreterie locali o nazionali, ma il tesseramento last-minute a quel partito e al supposto mercimonio dei voti congressuali a favore di questo o quel gruppo interno degno della migliore tradizione partitocratica della Prima Repubblica.

La crisi di governo

La tela strappata

1 ottobre 2013
berlusconi_palazzo_Chigi

Ma, francamente, era possibile aspettarsi un atteggiamento diverso da un uomo che ha sempre scambiato la stabilità con l’impunità e che è sempre stato disposto a rovesciare ogni tavolo, giocando, senza pudore, al “tanto peggio tanto meglio”? Il governo di Enrico Letta avrebbe dovuto essere un esecutivo di “servizio”, con un orizzonte ristretto ma carico di significato, per fare le cose essenziali necessarie alla ripresa del Paese.

Il partito democratico

Le oscure intese del Pd

23 settembre 2013
primariepd

E chi sono i 101 traditori, che, non votando Prodi, hanno fatto dire: il sistema è “imploso”, anche se le votazioni per il nuovo inquilino del Colle erano appena cominciate? E chi è che ha organizzato, sabato scorso, la mancanza del numero legale? Senza risposte, non nascerà nulla di buono. E il congresso non riuscirà a far dimenticare i silenzi e le oscure intese di oggi. Resterà la polvere, ammucchiata sotto il tappeto.

R.it Economia & Finanza

Da Siena a Genova avevano una banca

16 settembre 2013
Massimo Giannini
montepaschi

Montepaschi è il paradigma. Una gigantesca mangiatoia, nella quale si sono nutriti tutti grazie ai buoni uffici del generoso Mussari. La sinistra del «socialismo bancario e municipale», certo. Da Piero Fassino che con il custode dei tesori di Rocca Salimbeni sente il bisogno di fare «un po’ il punto totale», a Franco Ceccuzzi che con il supporto «dell’onorevole Massimo D’Alema» deve discutere di una non meglio specificata «iniziativa».

Il fatto quotidiano

Spinelli: “Il Pd sia indipendente da Napolitano”

12 settembre 2013
Silvia Truzzi
berlusconi_ok

Tra urla, appelli e minacce che accompagnano in questi giorni il dibattito sulla decadenza del senatore Silvio Berlusconi, pare che nessuno si sia posto una semplice, ma capitale, domanda: quanto costerebbe al Paese sacrificare un principio fondamentale come l’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge? Leggi l’intervista a Maurizio Landini sul Manifesto