Diventa Socio

Referendum, così il Pd è finito in trappola

30 aprile 2009

E così chi sperava che poi, alla fine, il referendum elettorale sarebbe passato senza danni è servito: se vince il Sì sarà il mostriciattolo derivato dal taglia-e-cuci referendario la legge elettorale che ci terremo, con gran gioia dell’eterno vincitore Berlusconi e con sommo smacco di chi pensava di incastrarlo ed è finito incastrato. Lo dice [...]

Il 25 aprile a Milano

26 aprile 2009
Laura Bellomi

25 aprile 2009, 60 mila persone hanno partecipato ieri al corteo di Milano per celebrare la Festa della Liberazione. Anche un gruppo di soci ha sfilato dietro lo striscione di Libertà e Giustizia, distribuendo i volantini “Rompiamo il silenzio”. Un lungo serpentone di anziani, adulti e bambini, centinaia le bandiere e i gonfaloni. C’erano i [...]

Vannino Chiti: il mio No al referendum

24 aprile 2009

Vannino Chiti, vicepresidente del Senato, si è esposto contro il Referendum, come Luciano Violante, Franco Bassanini e pochi altri. La direzione del Pd, partito cui appartiene, ha votato per il Sì. La seduta è stata combattuta. Ha vinto la linea a favore, con l’idea che solo così si potrà riformare la legge elettorale.Presidente Chiti, cosa [...]

Bonino: rinviare il referendum è una proposta eversiva

17 aprile 2009
Comunicato stampa

“Da Radicali sosteniamo – e documenteremo con ancora più precisione nei prossimi giorni – che in Italia è in vigore (e non da oggi!) un regime per il quale, da destra a sinistra, l’illegalità e la negazione di leggi, obblighi e scadenze costituzionali, sono diventati pratica quotidiana per tutta la classe politica. Tutto, ma proprio [...]

Libertà d’informare: un’emergenza nazionale

14 aprile 2009
(o.p.)

LeG A DIFESA DELLA LIBERTA’ D’INFORMAZIONE // Aprile? Per la libertà di stampa è il più crudele dei mesi. Si potrebbe parafrasare il titolo di un giallo di Derek Raymond, preso a prestito da Elliot. Ma non c’è nè poesia nè fiction in questi continui attacchi di Silvio Berlusconi e del suo governo alla libertà [...]

Elezioni e politica: la posta in gioco

10 aprile 2009

Parlare di politica con le immagini del disastro abruzzese negli occhi può sembrare un esercizio futile, ma con le elezioni, europee e amministrative, alle porte non è possibile ignorare un’equazione elementare: il terremoto sarà protagonista nelle urne. Berlusconi lo sa bene, e infatti si comporta di conseguenza. Non è una cattiveria: chiunque, al suo posto, [...]

Elezioni europee: di fronte alla crisi, un’occasione preziosa

30 marzo 2009
Piero S. Graglia*

Le elezioni europee sono sempre state un appuntamento ambiguo nella percezione politica italiana. Lungi dal registrare un’affluenza paragonabile a quella delle elezioni nazionali, esse assumono sempre, paradossalmente, una valenza interna che supera ampiamente la dimensione originaria di questo importante appuntamento elettorale. Il risultato, paradossale anch’esso, è che invece di discutere e confrontarsi su temi e [...]

Berlusconi e lo spirito del popolo

18 marzo 2009

L’unico dilemma da sciogliere sembra sia stato quello della scelta fra “partito della libertà” e “popolo della libertà”: ma anche quel problema si è risolto nella immediata decisione di optare per “popolo”, data la scarsa “popolarità” dei partiti, in questa fase storica. Per il resto, una volta superate le rivalità comprensibili fra Fini e Berlusconi, [...]

Le relazioni internazionalinel mondo globale

16 marzo 2009
Filippo di Robilant

Quello che segue è il testo, per punti, della lezione che Filippo di Robilant ha tenuto nella sessione conclusiva della Scuola di formazione politica di Libertà e Giustizia. La terza edizione della “Giovanni Ferrara” a Pavia, si è chiusa il 15 marzo.Le relazioni internazionali nel mondo globale● Vaste programme avrebbe detto il Général De Gaulle! [...]

Europee, qui si gioca la partita del Pd

11 marzo 2009

Che le elezioni europee siano un appuntamento della massima importanza è ormai ben chiaro a tutti. E, come spesso è accaduto nel nostro paese, lo sono per l’Italia ben più che per l’Europa. Se Berlusconi dovesse sfondare, confermando o aumentando il consenso ottenuto alle politiche, sarebbe difficile arginarne le pulsioni autoritarie. Un simile risultato toglierebbe [...]