Diventa Socio

Perché dico no a questa riforma della Costituzione

25 maggio 2006

Lei non si stupirà, signor Presidente, se pur essendo stato da così breve tempo chiamato a far parte di quest’Assemblea, prendo oggi la parola. Ho in effetti ritenuto di non potermi sottrarre alla responsabilità di un giudizio motivato su una legge di natura specialissima, qual è quella ora sottoposta al nostro ultimo esame, di revisione [...]

Scheda: CORTE COSTITUZIONALE (ART. 135)

24 maggio 2006

Nella riforma la Corte costituzionale è sempre costituita da 15 giudici, ma cambiano gli equilibri all’interno di questa composizione.
Oggi, a Costituzione vigente, i giudici sono scelti, per un terzo dal Presidente della Repubblica, per un terzo dal Parlamento in seduta comune e per un terzo dalle supreme magistrature, ordinaria e amministrativa.
Con la riforma il Presidente [...]

Scheda: DEVOLUTION (ART. 117)

24 maggio 2006

La riforma prevede la riscrittura dell’articolo 117, comma 4. “Spetta alle regioni la potestà legislativa esclusiva nelle seguenti materie:
a.assistenza e organizzazione sanitaria;
b.organizzazione scolastica, gestione degli istituti scolastici e di formazione, salva l´autonomia delle istituzioni scolastiche;
c.definizione della parte dei programmi scolastici e formativi di interesse specifico della Regione;
d.polizia amministrativa regionale e locale;
e.ogni altra materia non espressamente [...]

Scheda: PARLAMENTO (ARTT. 55-69)

24 maggio 2006

Le Assemblee restano due: la Camera e il Senato, ma al bicameralismo perfetto (due camere con uguali poteri) che ha caratterizzato quasi sessanta anni di vita repubblicana, subentrerebbero il Senato federale e la nuova Camera dei deputati con compiti e poteri diversi.Camera: solo dal 2011 entrerebbe in vigore la diminuzione del numero dei parlamentari da [...]

Scheda: PREMIERATO (Artt. 92-96)

24 maggio 2006

La riforma prevede un Primo ministro scelto direttamente dagli elettori (art. 30 Riforma) e sostanzialmente inamovibile.
Il Primo ministro “determina” (e non più “dirige”) la politica generale del governo e ne è responsabile (Art. 33 Riforma), nomina e revoca i ministri, che secondo la Costituzione vigente sono nominati dal Capo dello Stato, su proposta del Presidente [...]

Partito democratico domani è già tardi

21 maggio 2006

La costruzione del Partito Democratico procede. A parole. Un passo avanti e qualcun altro indietro. Senza un disegno chiaro. Senza scadenze chiare. Oggi, d´altronde, il problema principale, per l´Unione, è governare. E resistere. Il più a lungo possibile. Poi, verrà il momento del Partito Democratico (PD). Oppure dell´Ulivo. Il nome non conta. Il tempo non [...]

Prodi e la Costituzione, difesa senza chiusure

18 maggio 2006
di Andrea Manzella

Un presidente della Repubblica che identifica nella Costituzione il fondamento dell’unità nazionale e un presidente del Consiglio che nel suo discorso programmatico fa esplicito riferimento all’urgenza di dire no al referendum. Secondo Andrea Manzella, senatore dell’Ulivo dal ’99, il quadro non potrebbe essere più confortante. “Ci si muove nel solco indicato dal centrosinistra, in difesa [...]

“Il grande compito della svolta”

18 maggio 2006
Romano Prodi

“Abbiamo un Paese bloccato, che ha perduto gli orientamenti etici, le linee di azione e non solo nell’economia. Quindi abbiamo il grande compito di una svolta e anche di una esemplarità rispetto al paese”. È questo uno dei passaggi fondamentale delle raccomandazioni che Romano Prodi ha rivolto ai 72 sottosegretari dopo il loro giuramento a [...]

La prima prova è il 25 giugno

16 maggio 2006

Forse ci vuole anche questo, per tenere insieme il Paese e dargli un futuro.Ci vuole la favola bella della Roma trionfante nel sole, l’altare della Patria, i picchetti, gli onori e gli applausi, l’auto scoperta col vincitore e il vinto, i corazzieri, le lacrime, gli addii. E i colpi di cannone.Ci vuole anche questo e [...]

Insieme, da un’altra parte

13 maggio 2006

Il testo dell’intervento all’assemblea dei soci di sabato 13 maggio 2006, tenuto prima della riconferma. Sandra Bonsanti è stata rieletta presidente di LeG, su proposta di Umberto Eco, dei garanti e del Consiglio di direzione dell’associazione. Cari amici, Tre anni in vita di una persona sono un tempo molto lungo, modellano una storia privata, la [...]