Diventa Socio
Corriere della Sera

La mafia e il passato che non passa. Perché Riina parla adesso di Andreotti

4 settembre 2014
Corrado Stajano
andreotti

Sembra davvero una condanna il passato, un certo passato che non passa. Ancora Andreotti. Perché? Sono rimasti tanti buchi neri nella storia della mafia. Al popolo italiano è stato fatto credere che Andreotti era stato assolto: «Non è bastata una sentenza della Cassazione».

Corriere della Sera

Ma svilire il Senato non cancellerà i nostri mali

6 giugno 2014
Corrado Stajano
senato

La necessità di fare in fretta e furia le riforme costituzionali è davvero nel cuore degli italiani come viene ossessivamente ripetuto dagli scranni alti e bassi di chi esercita il potere politico? Se ci si guarda intorno si prova sgomento. Come si fa a ricostruire un Paese se le palafitte sono marce? Leggi le varie proposte sulla modifica del Senato

Corriere della Sera

Corruzione e lotte intestine, malattie di partiti sbrindellati

3 aprile 2014
Corrado Stajano
senato

Ci vuole il Papa per parlar chiaro ai politici sulla vergogna della corruzione? Non deve esser stato gradevole per quei 518 uomini e donne di governo e di opposizione che si erano accalcati nella Basilica di San Pietro per guadagnare i primi posti come all’Opera ascoltare le parole di papa Francesco.

Corriere della Sera

Quella sentenza sigillo di un ventennio e i troppi silenzi sui veri problemi

6 dicembre 2013
Corrado Stajano
parlamento

La politica non ha mai avuto un quoziente di gradimento così basso come in questo nostro tempo. Manca una voce alta, un Norberto Bobbio di oggi. La positività a ogni costo, che sembra diventata il linguaggio d’obbligo, non serve: «Sopire, troncare…», «Allontanare il fuoco dalla paglia»: non viene in mente che dire la verità, nei momenti gravi, potrebbe essere più utile e fruttuoso che nasconderla, minimizzarla?

Corriere della Sera

Il Cavaliere e il caso Cancellieri. Come il privato diventa pubblico

7 novembre 2013
Corrado Stajano
cancellieri

Chissà perché Berlusconi ci tiene tanto a conservare il suo seggio rosso di Palazzo Madama. Chi ha avuto la ventura di vederlo in quell’aula, seduto al banco del governo, conserva il ricordo della sua noia infinita.

Corriere della Sera

Il duello infinito tra le due Italie

2 novembre 2013
Corrado Stajano
sandra

Un terribile libro questo di Sandra Bonsanti, Il gioco grande del potere (Chiarelettere, pagine 240, e 12,90). La speranza è che non scivoli via come quasi tutto in questo infelice Paese dove la compromissione è sovrana, dove la tragedia tarda poco a diventare commedia, dove i tempi di normale vita democratica e civile non sono numerosi, subito sopraffatti dall’intrigo e dalla voglia di stare in pace lasciando in un angolo la coscienza che è pur sempre una parola astratta.

Corriere della Sera

No, questi non sono solo fantasmi. Il loro tempo è tutto al presente

22 ottobre 2013
Claudio Magris
Corrado Stajano

Nel suo nuovo libro “La stanza dei fantasmi” (Garzanti), Corrado Stajano racconta il Novecento. Un secolo lunghissimo, con troppe guerre, troppe violenze, troppe crudeltà, persecuzioni, liberazioni e rotture e svolte. In cui c’è la storia della sua famiglia e quella del mondo che la circonda. Eventi e personaggi veri; un libro come questo dimostra quanto avesse ragione Mark Twain dicendo che la verità è più fantastica della finzione.

Corriere della Sera

Quando Calamandrei consacrò il nuovo inizio dell’Italia antifascista

11 ottobre 2013
Corrado Stajano
calamandrei

Ma anche adesso, in un momento di grave crisi finanziaria, era davvero necessario dar vita a comitati e comitatini, più o meno lottizzati, per proporre riforme costituzionali? Non è sufficiente, per un governo di transizione, preoccuparsi di riformare la grottesca legge elettorale e tentare di risolvere i problemi economici e sociali?

Corriere della Sera

Quel sogno (svanito) dei partigiani

24 aprile 2013
Corrado Stajano

C’è la lettera, l’ultima, ai compagni, di un ragazzo partigiano di Parma, Giordano Cavestro, studente di 18 anni, fucilato dai fascisti repubblichini il 4 maggio 1944 a Bardi, che riletta oggi riempie di dolore e di commozione per le sue speranze tradite

Corriere della Sera

Una campagna elettorale per niente sobria e il momento peggiore per la politica

8 febbraio 2013
Corrado Stajano

Maroni, poi, che per diventare presidente della Lombardia seguirà, con il Pdl e CL, la pista immacolata di Formigoni. Lui sì, l’ex ministro dell’Interno, ha combattuto la mafia, sostiene, anche se non si è accorto che la ‘ndrangheta è diventata a Milano l’azienda leader.