Diventa Socio

Sandra Bonsanti riconfermata alla guida dell’associazione

13 maggio 2006
red leg

Sandra Bonsanti è stata rieletta presidente di LeG, su proposta di Umberto Eco, dei garanti e del Consiglio di direzione dell’associazione. A votarla è stata l’assemblea plenaria di LeG che, riunitasi sabato 13 maggio, a Milano, l’ha acclamata all’unanimità, riconfermandola dopo tre anni di mandato.La presidente, riconfermato il Consiglio di presidenza, ha tracciato il ruolo [...]

Note di produzione

23 febbraio 2006

Realizzato in sette mesi (dal maggio al dicembre del 2005), Quando c’era Silvio era in realtà in gestazione da quel gennaio del 1994, quando Berlusconi inaspettatamente scese in campo sconvolgendo la politica italiana. Tutti conoscono la storia, naturalmente. E molti che si occupano di inchieste, cinema documentario, fiction realistica, da quel tempo hanno capito di [...]

Dove firmare per salvare la Costituzione

20 gennaio 2006
red leg

Ecco l’elenco dei banchetti dove è possibile firmare per il referendum contro la riforma della Carta repubblicana. Soci e simpatizzanti di Libertà e Giustizia sono impegnati direttamente nella raccolta delle firme, in tutta Italia. L’elenco completo di tutti i punti di raccolta firme è aggiornato di volta in volta sul sito Salviamo la Costituzione.it
Peschiera [...]

LeG si mobilita per il referendum

23 novembre 2005
red. Leg

Parte dal coordinamento Salviamo la Costituzione la raccolta di firme per il referendum anti-devolution. Una delegazione di Libertà e Giustizia composta dalla presidente Sandra Bonsanti, dal garante Giovanni Bachelet e da Simona Peverelli del consiglio di presidenza ha accompagnato in Cassazione il presidente emerito della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro che è il primo firmatario del [...]

La Costituzione italiana, Carta fondamentale dei valori

21 novembre 2005
Gustavo Zagrebelsky

Innazitutto ringrazio Sandra Bonsanti e Libertà e Giustizia per questo convegno. Tema: Riforma della Costituzione e dei suoi fondamenti. Non posso esimermi dal considerare questi argomenti in relazione al momento che stiamo vivendo. Sento forte la tentazione di dire qualcosa sulle cose testè udite… Due piccole cose. Una precisazione lessicale, un po’ da giurista. Sono [...]

Il progetto dell’Ulivo. Il soggetto e le regole

4 novembre 2005

L’Ulivo è il nome che dal febbraio del 1995 abbiamo dato ad una prospettiva nuova per la politica italiana. È il nome che abbiamo dato ad una «cosa» che non eravamo in condizione di definire compiutamente ma potevamo solo evocare, e che oggi cominciamo a chiamare «Partito dei democratici». Non si tratta di una idea [...]

Tangenti e mazzette, ecco il prezzo della corruzione

30 settembre 2005
red. LeG

Lunedì 3 ottobre, a Milano, Marco Arnone e Eleni Iliopulos, autori di un saggio sul costo della coruzione, di cui anticipiamo l’introduzione, spiegano gli effetti economici, istituzionali e sociali del fenomeno che ha radici antichissime. Alle 17.30, a Palazzo Isimbardi (corso Monforte 35), ne discutono in una tavola rotonda con Gherardo Colombo, Piercamillo Davigo, Gabrio [...]

Il vestito nuovo di LeG

21 settembre 2005
red. LeG

Una veste grafica nuova, nuove sezioni e, soprattutto, una maggiore interattività. Il sito di Libertà e Giustizia cambia look. Tra le novità che balzano agli occhi, lo spazio per la fotografia che sarà occupato anche da vignette. Fondo bianco, la prima pagina di libertaegiustizia.it usa i colori dell’associazione, il blu e il grigio per sottolineare [...]

Mafia e Stato, dalla convivenza all’alleanza

4 maggio 2005
Paolo Sylos Labini

Dall’introduzione al libro “Intoccabili” di Saverio Lodato e Marco Travaglio, che ricostruisce gli ultimi 15 anni di inchieste e processi su mafia e politica, dal pool di Falcone e Borsellino a quello di Caselli a quello di Grasso. Sottotitolo: “Perchè la mafia è al potere. Dai processi Andreotti e Dell’Utri alla normalizzazione. Le verità occultate [...]

La grande rapina

5 aprile 2005

“Terremoto”, “Tracollo”, “Sonata”, “Batosta” (Il Foglio): la lingua italiana ci sta offrendo in queste ore una larga scelta di vocaboli con cui definire la sconfitta di Berlusconi e della sua maggioranza.
A noi basta sapere che ha sonoramente perso, che l’Unione ha stravinto, che Romano Prodi è saldamente alla guida dell’opposizione che governerà al più presto. [...]