La scuola di Pavia 2012: i docenti

La grande crisi

Pavia, Collegio Ghislieri  4/5 febbraio 2012 – 25/26 febbraio 2012

Gustavo Zagrebelsky
Già presidente della Corte costituzionale, è professore emerito dell’Università di Torino. Tra le sue più recenti pubblicazioni: Principi e voti (Einaudi 2005); Imparare democrazia (Einaudi 2007); La legge e la sua giustizia (Il Mulino 2009); La leggenda del Grande Inquisitore (a cura di G. Caramore, Morcelliana 2009); Intorno alla legge. Il diritto come dimensione del vivere comune(Einaudi 2009); Il grande inquisitore. Il segreto del potere (Editoriale Scientifica 2009); Sulla lingua del tempo presente (Einaudi 2010); L’esercizio della democrazia (con Giorgio Napolitano, Codice 2010); La difficile democrazia (Firenze University Press 2010); Giuda. Il tradimento fedele (a cura di G. Caramore, Einaudi 2011; La felicità della democrazia. Un dialogo (con Ezio Mauro, Laterza 2011).

Ernesto Bettinelli
E’ professore ordinario di Diritto costituzionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Pavia. E’ membro dell’Associazione Italiana Costituzionalisti (AIC), della Società Italiana Studi Elettorali (SISE) e dell’Associazione per gli Studi e le Ricerche sulla Riforma delle Istituzioni Democratiche (ASTRID). Ha collaborato al progetto E-POLL, per l’introduzione del voto elettronico in Europa. Ha ricoperto l’incarico di Sottosegretario di Stato della Presidenza del Consiglio (Dipartimento per la Funzione Pubblica) dal febbraio 1997 all’ottobre 1998. E’ presidente dell’Agenzia n.1 per Ayamé, ONG che si occupa di cooperazione sanitaria, ambientale e scientifica in Costa d’Avorio. Nel corso della sua attività scientifica e pubblicistica, si è occupato di diritti civili e politici, diritti dell’uomo e comunità internazionale, democrazia diretta, sistemi elettorali, riforme istituzionali, e-democracy.

Tito Boeri
Si è laureato in economia nel 1983, presso l’Università Bocconi, dove attualmente insegna. Nel 1990 ha ottenuto il PhD in economia alla New York University. Professore ordinario di Economia del lavoro, svolge le proprie attività di ricerca presso l’IGIER dell’Università Bocconi. È direttore della Fondazione Rodolfo De Benedetti, istituzione volta a promuovere la ricerca nel campo della riforma dei sistemi di welfare e dei mercati del lavoro in Europa. È stato consulente del Fondo Monetario Internazionale, della Banca Mondiale, della Commissione europea e del governo italiano, nonché senior economist all’OCSE dal 1987 al 1996. È inoltre research fellow del CEPR, del William Davidson Institute dell’Università del Michigan, del Netspar di Tilburg e dell’IZA – Institut zur Zukunft der Arbeit (Istituto per il Futuro del Lavoro), a Bonn. È membro del Consiglio della European Economic Association. Ha collaborato con il quotidiano La Stampa e dal 1 maggio 2008 collabora con il quotidiano la Repubblica. Con il contributo di altri economisti, ha fondato i siti lavoce.info (rivista online su cui si confrontano le opinioni sull’economia italiana e internazionale) e Voxeu.org. Fa parte del comitato scientifico di Biennale Democrazia ed è direttore scientifico del Festival dell’Economia di Trento.

Francesco Daveri
E’ professore ordinario di Politica Economica presso l’Università di Parma. Insegna anche nel programma MBA della Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi. Ha collaborato con la Banca Mondiale, il Ministero dell’Economia e la Commissione Europea. Scrive sul Sole 24 Ore ed è membro del Comitato di redazione de LaVoce.info.
La sua attività di ricerca riguarda soprattutto la relazione tra innovazione, produttività e crescita. Oltre a numerosi articoli su riviste internazionali e italiane, ha scritto Centomila punture di spillo con Carlo De Benedetti e Federico Rampini (Mondadori, 2008), e Innovazione cercasi (Laterza, 2006).

Giorgio Lunghini
Professore ordinario di Economia politica dello IUSS, è socio nazionale della Accademia Nazionale dei Lincei, membro del Comitato Direttivo del Centro Linceo Interdisciplinare “Beniamino Segre” e membro effettivo dell’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere. È socio onorario della Associazione italiana per la Storia dell’Economia Politica. È membro di organi direttivi delle riviste “Economia politica”, “Rivista italiana degli Economisti”, “Rivista di storia economica”. Ha ricevuto il premio Saint Vincent per il Dizionario di economia politica. Dal 1997 al 1999 ha fatto parte del Consiglio economico della Presidenza del consiglio dei ministri. È stato Presidente della Società Italiana degli Economisti.

Carlo De Benedetti
Presidente del Gruppo Editoriale l’Espresso, Presidente Onorario del Gruppo CIR.

Chawky Senouci
Chawki Senouci, nato in Algeria, vive a Milanodall’inizio degli anni ’80 dove si è laureato in ingegneria. Ha poi preferito inseguire la sua passione: il giornalismo. Ora è caposervizio a Radio Popolare e curatore della trasmissione “Esteri “.  Nel ’98 ha scritto per la Baldini e Castoldi “ la Battaglia del rai “ insieme a Marcello Lorrai. Un saggio e un libro di storia musicale con il ritmo di un romanzo. Chawki Senouci è anche insegnante al master del giornalismo all’Università Cattolica di Milano.

Maurizio Ricci
Maurizio Ricci esercita la professione di giornalista da 40 anni, da 30 per il quotidiano la Repubblica. È stato prima inviato speciale per l’economia e poi per la politica internazionale, lavorando negli Usa, in America Latina, in Africa e in Asia. Dal 2005, tornato a occuparsi di economia, ha continuato a viaggiare, interessandosi, in particolare, di energia e di ambiente.

Gad Lerner
Giornalista, Lerner inizia a collaborare con il quotidiano Lotta Continua (1976-1979) di cui è vicedirettore. Lavora quindi per Il Lavoro di Genova e per Radio Popolare a Milano, in seguito inizia anche la sua lunga collaborazione con il Manifesto. Dal 1983 entra nella redazione dell’Espresso come inviato e svolge numerose inchieste. Come scrittore esordisce nel 1987 con Operai (Feltrinelli). L’attività che gli dà grande notorietàè quella televisiva: prima Profondo Nord, quindi Milano, Italia, sempre su RaiTre e su Rai Uno Pinocchio. Ritorna poi al giornalismo della carta stampata e dal 1993 al 1996 è vicedirettore de La Stampa di Torino. Nel 2000 gli viene data la direzione del Tg1, ma le sue scelte editoriali non vengono condivise e dopo pochi mesi si dimette. Nel 2001 passa a La7 e negli ultimi anni conduce la trasmissione di approfondimento L’infedele.

Salvatore Veca
È uno dei maggiori filosofi politici contemporanei. Vicedirettore dell’Istituto Universitario di Studi Superiori (IUSS) di Pavia e Coordinatore dei suoi Corsi ordinari, insegna Filosofia politica nella Classe accademica di Scienze Sociali dell’Istituto.
È Presidente del Comitato generale premi della Fondazione Eugenio Balzan e della Fondazione Campus di Lucca; è stato Presidente della Fondazione Feltrinelli di Milano dal 1984 al 2001, Preside della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Pavia dal 1999 al 2005 e Pro Rettore per la didattica presso lo stesso Ateneo. Fa parte del Comitato di direzione della Rivista di filosofia e dello European Journal of Philosophy.

Presentazione

Il programma

Modalità di iscrizione