Per un’Italia libera e onesta – Interventi, video, foto e rassegna

pulpito_sito
I TESTI DEGLI INTERVENTI

Gustavo Zagrebelsky
Alberto Vannucci
Elisabetta Rubini
Gaetano Azzariti
Sandra Bonsanti
Stefano Rodotà
Carlo Smuraglia
Lorenza Carlassare
Giancarlo Caselli
Marco Travaglio
Paul Ginsborg

 


LE ADESIONI

L’elenco delle associazioni e i messaggi

I VIDEO

I video di lancio della manifestazione:
Gustavo Zagrebelsky
Sandra Bonsanti
Carlo Smuraglia
Elisabetta Rubini
Alberto Vannucci
Paul Ginsborg
Lorenza Carlassare
Nadia Urbinati

I video degli interventi:
Sandra Bonsanti
Giorgio Pighi
Stefano Rodotà
Fabrizio Gifuni 
Paul Ginsborg
Alberto Vannucci
Lorenza Carlassare
Carlo Smuraglia
Fabrizio Gifuni/2
Giancarlo Caselli
Elisabetta Rubini
Marco Travaglio
Gaetano Azzariti
Gustavo Zagrebelsky

I video del giorno della manifestazione
Il video racconto di Francesco Dido Vincenzi
Il video messaggio di Maurizio Landini
Il video integrale

LE INFO GENERALI
Le pagine di presentazione della manifestazione

LA RASSEGNA STAMPA (vedi anche Dicono di noi)
Una lezione di onestà riempie piazza XX Settembre
La Gazzetta di Modena
3 giugno 2014

“Nessuna elezione può stravolgere la legalità”
Il Fatto quotidiano
3 giugno 2014

Rodotà e il verdetto delle urne: non arrendiamoci
Corriere della Sera
3 giugno 2014

Se l’onestà è un venticello (un’aria che spira da Modena il 2 giugno)
Micromega online
31 maggio 2014

“La Carta esiste, Renzi non è un Principe”
Il Fatto quotidiano
30 maggio 2014

Il nostro 2 giugno contro la svolta autoritaria
Il Fatto quotidiano
29 maggio 2014

Un pomeriggio in piazza per dire no alla corruzione
La Gazzetta di Modena

1 commento

  • Nella mia presunzione ho provato a fare un raffronto su come dovrebbe essere il ns\o Parlamento nel suo complesso, dopo aver letto tutti gli interventi di “Una Italia libera e onesta”. Confesso che ho fatto fatica perchè i concetti espressi non era che fossero difficili da capire, anzi, ma man mano che leggevo era come se mi scoppiasse un petardo nel cervello. Sono arrivato alla conclusione che l’attuale modo di governare è l’anticamera della dittatura e che il”Buon governo” è una parola sconosciuta. Poveri quelli che verrano dopo di noi perchè cresceranno senza che venga insegnato loro cos’è la democrazia e forse non arriveranno neanche a comprenderne il significato. Scusatemi per queste due righe che sembreranno sconclusionate, sono solo uno sfogo. alfredo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>