una domanda stupida

laddove si parla di attualità politica.

Moderatore: daniloalbini

Regole del forum
Le finalità di questo forum sono quelle di LeG.
La regola prima è quella sottoscritta con l'iscrizione allo stesso, le successive sono date dal civismo dei partecipanti stessi.
Le caratteristiche dell' intervento sono fissate dal moderatore di turno che, nel mio caso, sono:
fatevi leggere anche dal primo che capita qui per sbaglio, non citate troppo gli altri citate il vostro pensiero, rispettate i temi, non aprite cartelle doppie, poche arlecchinate grafiche ed ogni tanto ridete. Chiamasi fruibilità per tutti, scriventi e lettori.

una domanda stupida

Messaggioda plinio designori » 10/04/2012, 23:05

bene. voltremont aveva detto di avere messo in sicurezza i conti dello stato.
ma evidentemente i mercati non ne erano troppo convinti: infatti da quella dichiarazione sono passate, in pochi mesi, quattro manovre finanziarie che hanno pesato parecchio sulle spalle dei cittadini che pagano le tasse. sugli evasori, ovviamente, niente.
ma i mercati ci chiedevano ben altro: infatti le manovre non bastavano, perché lo spread aumentava, perché la borsa precipitava, perché i tassi di interesse sui nostri bond aumentavano.
e allora abbiamo colpito le pensioni. basta pensioni di anzianità, lacrimava la coccodrilla; si va in pensione tutti più tardi e con meno soldi, aggiungeva la coccodrilla asciugando una lacrimuccia nel fularino di hermès, mentre chiedeva dei sacrifici ai soliti noti. già, perché nel frattempo avvocati, farmacisti, tassisti e non so quali altri lobbisti si vedevano riconoscere buone ragioni per non sacrificare ulteriormente i loro introiti a favore dello stato e della collettività, o forse per non far troppo lacrimare elsuccia nostra.
e poi la flessibilità: perché bisogna fare come i danesi, certamente senza pagare come lo stato danese perché noi non possiamo, ma la ricetta è quella: voi licenziate, noi paghiamo, magari tre o quattro anni dopo, ma fidatevi, che noi pagheremo: ve lo dice il professor full-monti, ve lo conferma lacrima-christi fornero: un giorno o l'altro lo stato pagherà.
perché ce lo chiedono i mercati, come dice la fiorella kostoris padoa-schioppa, quella che sosteneva che il pil diminuiva per colpa dei ponti indotti dalle festività che cadevano di giovedì.
io osservo oggi che, alla faccia delle lezioni del professor full-monti e delle lacrime della fularina elsa, lo spread è rimasto quello di dicembre, la borsa continua a cadere e gli interessi sono sempre alti.
ma non è che questi scienziati ci hanno dato una cura sbagliata, non è che i problemi fossero altri, e non le pensioni, la libertà di licenziare e le tasse?
non è che sarebbe il caso di fermarsi un attimo e di meditarci su?
don't cry for us, coccodrilla! ci pensiamo già noi
Avatar utente
plinio designori
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 27/01/2011, 22:44

Re: una domanda stupida

Messaggioda Paso » 11/04/2012, 9:18

Paso
 
Messaggi: 477
Iscritto il: 08/10/2010, 18:57

Re: una domanda stupida

Messaggioda flfiori » 11/04/2012, 15:57

E se pensassimo a rivalutare una cosa molto semplice e bella: l'Onestà.
Anzichè concentarci sull'idolo Mercato, sulla sua tautologica onnipotenza e sulla sua assiomatica ragione, quasi una divinità cui tutto sacrificare, pensassimo un solo secondo a tutte le malversazioni,alla presenza delle mafie nell'economia, alle continue ruberie nella e contro la Pubblica Amministrazione, alla sempiterna evasione fiscale, forse riusciremo a comprendere qual'è il principale obiettivo per una corretta politica economica.
Forse è arrivato il momento di rileggere Keynes e i suoi ultimi epigoni, ad esempio James K. Galbraith, e di mandare in soffitta i suffrageti del "libero mercato", che libero ed onesto non è mai stato.
flfiori
 
Messaggi: 36
Iscritto il: 10/11/2010, 16:23

Re: una domanda stupida

Messaggioda guidolena » 12/04/2012, 16:49

CARI AMICI, HO SEMPRE LETTO E QUASI MAI SCRITTO IN ARGOMENTI DI ECONOMIA E FINANZA ....NON SONO ABITUATO APARLARE DI COSE CHE CONOSCO POCO O NULLA,E VI PREGO DI CONSIDERARE QUESTO SCRITTO POCO MENO DI UNO SFOGO PER L'AMAREZZA CHE MI DSALE DAL PROFONDO DEL CUORE .....QUESTO PAESE CHE TUTTI AMIAMO ANCHE SE SIAMO CULTURALMENTE TUTTI APERTI ALL'INTERNAZIONALISMO CHE CREDEVAMO POTESSE IDENTIFICARSI CON L'UNIONE EUROPEA....INVECE STANNO VOLANDO GLI STRACCI
TRA ITALIA E SPAGNA .....TRA GRECIA E GERMANIA E QUE PARLAMENTO DI STRASBURGO DA OGI GIORNO PROVA DI INETTITUDINE E VAGHEZZA...VUOTO DI LEGGI IMPEGNATIVE E VALORI UNIVERSALI IN CAMPO WCONOMICO E POLITICO ....INVECE SI VA AFFERMANDO LO STATO GUIDA CHE DOMINA LE FINANZE EUROPEE E DECIDE A ....PRESCINDERE DALLE FORTI DIFFERENZE SOCIO ECONOMICHE DEI MEMBRI EUROPEI...LA GERMANIA STA AFFAMANDO I GRECI ED ORA GLI SPAGNOLI ...E MONTI VOLEVA CREARE UN TRIUNVIRATO CON LA FRANCIA...NON SONO BASTATE DUE GUERRE MONDIALI PER SPAZZARE VIA GLI ANTICHI ODII LA MASCHERATA DEI SORISI DI CONVENIENZA E DELLE PACCHE SULLE SPALLE ...NON CONVINCE PIU' NESSUNO.....LA POLITICA DELL'HOMO HOMINIS LUPUS E' ANCORA IN OMBRA MA VIVA E PERICOLOSA COME NON MAI....E PER UN ANZIANO COME ME DALL'IINCERTO FUTURO E' E RIMANE UNA PROFONDA AMAREZZA E DELUSIONE....I GRANDI EUROPEISTI SONO MORTI SOGNANDO L'IDEALE QUELI DELLA MIA GENERAZIONE MORIRANNO NELLO SCONFORTO DEL FALLIMENTO....SCUSATE SEGUITERO' A LEGGERVI PER UNO SPIRAGLIO..UN SOFFIO DI SPERANZA. UN SALUTO A TUTTI
guidolena
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 18/05/2010, 12:53

Re: una domanda stupida

Messaggioda Paso » 13/04/2012, 7:41

UN CARO SALUTO SIGNOR GUIDO LENA. LA LEGGO VIEPPIU' CON VERO PIACERE E VICINANZA,CHE CREDO SIA l'UNICA FORMA/CONTENUTO, IN QUESTO GRAVE MOMENTO, A CONSEGNARCI QUELLO SPIRAGLIO "FRATERNO" , UNICO POSSIBILE PER RESISTERE ALLA TRAGEDIA DELLA STORIA , CHE SI RIPETE, INELUTTABILMENTE AL DI LA' DELLE CIANCE I CUI POTERI E CONTROPOTERI, DELLA STESSA MEDAGLIA, MANIPOLANO CON LE APPARENZE E IL GIOCO DELLE OMBRE , LA VERA ESSENZA DEL DISEGNO MORTALE.


UN ABBRACCIO LUMINOSO DENTRO QUESTA COSCIENZA IN COMUNE.
Paso
 
Messaggi: 477
Iscritto il: 08/10/2010, 18:57

Re: una domanda stupida

Messaggioda plinio designori » 14/04/2012, 12:09

vorrei ritornare per un istante alle dichiarazioni della professoressa fiorella kostoris padoa schioppa, donna dal cognome importante e dal curriculum accademico ancora più importante, tanto che mi stupisco sempre di non vederla occupare una poltrona di governo.
orbene la nostra accademica ha enunciato l’altra sera un teorema, che vorrei denominare il secondo teorema di fiorella. il primo era stato formulato alcuni anni fa, mi pare nel 2003 e enunciava che il prodotto interno lordo di un paese è direttamente proporzionale al numero di giorni lavorativi di quel paese. non paga di avere legato il suo nome a tanta scienza, la nostra ha dichiarato l’altra sera chez santoro che la legge fornero nella sua formulazione originale è una buona legge in quanto viene incontro a “ciò che ci chiedono i mercati”. nella fattispecie la chiarissima intendeva l’abolizione dell’articolo 18 dello statuto dei lavoratori. ora, ammesso e non concesso che sia veramente questo ciò che ci richiedono i mercati, vorrei far notare che questa affermazione è corollario di un nuovo teorema, il già nominato secondo teorema di fiorella, il cui enunciato è il seguente: il parlamento di uno stato sovrano e democratico non legifera in funzione degli interessi e delle esigenze dei cittadini, ma bensì in funzione delle richieste di una entità astratta chiamata “il mercato”.
che non è mica una robetta da niente, anche se nella circostanza nessuno aveva fatto questa osservazione, ma molti avevano contestato il fatto che quella fosse la richiesta del mercato. cosa di cui dubita ogni persona provvista di buon senso, ma tant’è: a me sembra ben più pericolosa l’ideologia che è sottesa da questa affermazione.

flessibilità sembra essere la parola magica, il cui significato è libertà (sarebbe meglio dire licenza, se il termine non fosse cacofonico) di licenziamento. secondo il modello danese, dicono tutti, portando in palmo di mano il modello di “flexsecurity” di quel paese.
e io dico: ben venga anche in italia, il modello danese! ben venga la facoltà per tutte le aziende di licenziare i propri dipendenti con un preavviso di soli tre giorni.
non sono impazzito: voglio soltanto anche il resto del menu danese. sussidio di disoccupazione all’80% del salario precedente fino ad un massimo di tre anni; una struttura capace di riqualificare il lavoratore licenziato e di offrirgli due nuovi posti di lavoro retribuiti nell’arco dei tre anni di cui sopra.
abbiamo queste risorse e queste strutture in italia? benissimo! adottiamo pure il modello danese a partire da ieri. non le abbiamo? e allora, caro amico full-monti e cara amica coccodrilla, smettetela di prenderci per il sedere sbandierando modelli irraggiungibili. e un consiglio spassionato a pierluigi: caro pierluigi, se non te ne fossi ancora accorto, ti informo che stai andando contro le esigenze e gli interessi del tuo elettorato, e senza ottenere niente in cambio: vedi di cambiare rotta, e vedi di farlo in fretta perché sennò qui a schifìo finisce.

un’ultima considerazione: ma è possibile che un cittadino italiano sia obbligato ad intrattenere un rapporto di conto corrente (con tutte le spese e i disagi che questo può comportare) per ricevere dallo stato le sue legittime spettanze? io credo che questo vada contro la libertà personale. pierluigi, ci sei?
don't cry for us, coccodrilla! ci pensiamo già noi
Avatar utente
plinio designori
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 27/01/2011, 22:44

Re: una domanda stupida

Messaggioda guidolena » 14/04/2012, 13:14

DESIDERO INNANZI TUTTO RINGRAZIARE PASO PER LE BELLE ESPRESSIONI E LE AFFINITA' CULTURALI ED IDEOLOGICHE, ANCHE SE IO SONO CONTRO LE IDEOLOGIE CHE ,SIA QUELLE POLITICHE CHE QUELLE METAFISICHE ,CHE SONO DA SEMPRE LA ROVINA DEI POPOLI....LA MIA IDEOLOGIA PER LA QUALE HO "COMBATTUTO" DA UNA VITA, E' QUELLA DELLO STATO ETICO E DI DIRITTO LAICO E LIBERTARIO NELLO STESSO TEMPO ...LO STATO CHE PREMI I MERITEVOLI ED AIUTI I BISOGNOSI E SOPRATTUTTO SIA RIGIDO VERSO I CAMBIAMEENTI A SCATOLA CHIUSA.AGGIUNGO BREVEMENTE UN COMMENTO A LL'AMICO PLINIO CHE HA RISPOSTO BENISSIMO ALLA KOSTORIS CHE INVOCAVA REGOLE DANESI.....LA SCOPERTA DELL'ACQUA CALDA!!!!
PWECHE' NON QUELLE SVEDESI O FINLANDESI??? IL FATTO E' CHE NOI ABBIAMO O PERLOMENO CREDO CHE IL MERCATO,QUESTO GOLEM CHE IMPERA VUOLE CHE NOI FACE[[/b]SSIMO SCELTE CINESI O INDIANE ...E DINTORNI ....LAVORARE 12 ORE AL GIORNO..SENZA DIRITTI ...CON PADRONI E NON PROTESTARE...NIENTE SCIOPERI ECC.
RINGRAZIO TUTTI E SALUTO PASO E PLINIO.E TUTTI ALTRI
P. S. LEGGO DA TEMPO CHE ABBAIAMO NEL FORUM DELLA PUBBLICITA' IN INGLESE DA QUALCUNO CHE CI VUOLE PRESENTARE LA PILOLA DELLA FELICITA'....A ME NON IMPORTA MA CHIEDO A DANILO SE DA QUESTA INTRUSIONE CI VIENE QUALCHE GUADAGNO. PER IL RESTO ..VA BENE COSI'
guidolena
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 18/05/2010, 12:53

Re: una domanda stupida

Messaggioda plinio designori » 18/04/2012, 8:06

un'altra domanda stupida.
poiché conosco i cretini che hanno votato quella cosa lì, mi resta da conoscere il nome dell'idiota che ha voluto inserire il pareggio del bilancio nella carta costituzionale. ditemelo, perché voglio proprio sapere chi è.
anche perché vorrei chiedergli: e se, a consuntivo, si verificasse che il budget è stato sforato, cosa succede? chi è che denunciamo per attentato alla costituzione?
don't cry for us, coccodrilla! ci pensiamo già noi
Avatar utente
plinio designori
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 27/01/2011, 22:44

Re: una domanda stupida

Messaggioda ferruccio levi » 18/04/2012, 10:45

Vedo già scatenarsi la finanza creativa che farà apparire in pareggio i bilanci più assurdi.
Avatar utente
ferruccio levi
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 14/11/2011, 13:53

Re: una domanda stupida

Messaggioda Paso » 18/04/2012, 11:44

@AGLI ORGANI DIRETTIVI DI LEG
spero vivamente che la classe dirigente di questa associazione faccia per una volta eccezione sia a suoi precedenti di appellifici e marketing civile show, come richiesto dal sistema all'antisistema per far finta di fare dissenso.
Voglio augurarmi che prenda di petto le distanze da chi ha avallato la nefandezza finale, che come in periodi precedenti di macchine infernali che nulla hanno portato ( tangetopoli sui fatti gravissimi del 2 giugno 1992) metta al bando la classe dirigente politica TUTTA, che ha approvato ieri la norma piu anticostituzionale che ci fosse da approvare in perfetta linea di continuita con la depenalizzazione del falso in bilancio ma soprattutto coi poteri forti sul nostro paese.
Se Leg vuole ancora chiamarsi come si chiama deve passare in modo netto alle distanze , e soprttutto darsi una strategia, visto che la guerra in corso implica ben altre azioni ripsetto a quelle intraprese. Laddove le adotterà sarò pronta a ricredermi sulla classe dirigente ANCHE di questa associazione.
Paso
 
Messaggi: 477
Iscritto il: 08/10/2010, 18:57

Prossimo

Torna a Taccuino di primavera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron