scusate non mi lego a questa schiera ...

laddove si parla di attualità politica.

Moderatore: daniloalbini

Regole del forum
Le finalità di questo forum sono quelle di LeG.
La regola prima è quella sottoscritta con l'iscrizione allo stesso, le successive sono date dal civismo dei partecipanti stessi.
Le caratteristiche dell' intervento sono fissate dal moderatore di turno che, nel mio caso, sono:
fatevi leggere anche dal primo che capita qui per sbaglio, non citate troppo gli altri citate il vostro pensiero, rispettate i temi, non aprite cartelle doppie, poche arlecchinate grafiche ed ogni tanto ridete. Chiamasi fruibilità per tutti, scriventi e lettori.

aridatece er trota!

Messaggioda plinio designori » 07/02/2012, 22:37

ma non c’è dubbio che la coccodrillina sia bravissima, tanto è vero che, in tempi di vacche magre per la scuola e l’istruzione, in due anni ha ricevuto circa un milione di euro di finanziamenti dal ministero della pubblica istruzione. che mica lo dava a tutti, un milione di euro in due anni, fatemi pensare un attimo: un milione a lei, ottocentomila per la scuola privata della signora bossi, poi …. mah!
e non è mica colpa della coccodrillina se la coccodrilla e il consorte sono docenti nella stessa università, e ci mancherebbe altro; magari altri bravi docenti universitari fanno un tirocinio da borsista e da ricercatore in università un po’ lontane da casa, ma che ci volete fare? c’est la vie! c’è chi prende la crema e chi prende la trippa, quando va bene. le coccodrilline prendono la crema, gli altri si arrangiano.
by the way: quello di professore associato è un posto fisso e pagato dallo stato, cioè da noi.
come non è colpa della coccodrillina se l’istituzione nella quale è direttrice di non so bene cosa è di proprietà della fondazione di cui mammà è vicepresidente. honni soit qui mal y pense! si tratta di un caso; la silvietta è lì perché se lo merita, mica per altri motivi, ma cosa andiamo mai a pensare.
scusami magister, ma a questo punto mi vien da dire evviva il trota.

e il patatino di budrio? direttore generale di fonsai, quella di ligresti, stipendio 500.000 euro l’anno. ma anche il patatino di budrio è lì perché è bravo, e chi ne dubita? la compagnia, tuttavia, non sembra navigare in acque molto tranquille, come parecchie altre aziende di don salvatore.
e comunque il patatino lavora a milano e la patatona, oggi, a roma e fino a ieri stava a bologna. un bell’esempio di indipendenza, e che cavoli!
aridatece er trota! che almeno i genitori si limitano a metterlo a posto, senza pretendere di dare lezioni di vita all’italia tutta.

ciao, magister, mi sei mancato, spero che la tua assenza sia dovuta a overdose di forum e non ad altri motivi.
don't cry for us, coccodrilla! ci pensiamo già noi
Avatar utente
plinio designori
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 27/01/2011, 22:44

Re: scusate non mi lego a questa schiera ...

Messaggioda lectiones » 08/02/2012, 12:14

Caro Plinio, io sono un cultore di Moravia, ma non so dipingere. Mi rassegno e schernisco ... l'attesa. Con immutata simpatia.
lectiones
 
Messaggi: 343
Iscritto il: 26/07/2010, 16:28

Re: scusate non mi lego a questa schiera ...

Messaggioda plinio designori » 10/02/2012, 15:09

ritorno un attimo sulla cocodrillina, e sul suo curriculum che “parla per lei”.
per fatal combinazion oggi i due più autorevoli quotidiani della nazione riportano due articoli sull’argomento “figli di accademici”,

sulla repubblica michele serra reagisce scandalizzato agli attacchi alla coccodrillina sostenendo che la piccola silvia, nonostante una laurea in medicina conseguita a soli 24 anni e un curriculum di tutto rispetto, è vittima di una campagna sul web fatta di critiche astiose e di stupidi insulti. il buon serra si scaglia, con furore degno di miglior causa, contro una “jacquerie” colpevole di non saper leggere i meriti individuali, e di volere sempre vedere la società come un mero insieme di parentele e corporazioni, un vizio tutto italiano.

come se, aggiungo io, non fosse vero che la società italiana non fosse “anche” (o soprattutto?) un insieme di parentele e corporazioni.

conclude serra rivolgendosi una preoccupata domanda: “se anche una brava giovane scienziata è vista solo come una figlia di papà, a che serve diventare una brava giovane scienziata?”

a parziale rassicurazione del moralista della repubblica, vorrei aggiungere che la coccodrillina non è vista solo come una figlia di papà, ma come una figlia di papà e di mammà.

ma sul corriere arriva gian antonio stella con l’ennesima puntata sulla casta. solo che lui non se la prende con la casta dei deaglio/fornero (e vorrei vedere, mica è politically correct), ma con la casta dei frati.
non in senso religioso, ma nel senso del rettore della sapienza, che appunto frati si chiama.
e in effetti tutti i componenti della famiglia frati ricoprono un ruolo nel corpo accademico dell’università. rettore il papà, ordinari la mamma e la figlia maggiore, e – ultimo scandalo! - associato il pargoletto di più giovane età. e giù una filippica contro i privilegi della casta, i concorsi taroccati e chi più ne ha più ne metta.
e va bene, uno dice, non se ne può più: finalmente uno che le canta chiare a questi tizi che si credono che l’università sia cosa loro e ci fanno fare brutte figure al cospetto di tutto l’orbe terracqueo.

a questo punto provo a guardare il curriculum del professor giacomo frati (il raccomandato), che è in rete esattamente come quello della professoressa silvia deaglio. e scopro che giacomo frati nel 1999 si è laureato in medicina in sei anni con 110/110 e lode e una media di voti d’esame di 29,8/30. giacomo frati ha svolto corsi di perfezionamento a filadelfia, new york e parigi, è membro di svariate associazioni scientifiche internazionali, ha al suo attivo una quantità enorme di pubblicazioni e di comunicazioni in congressi internazionali, ha brevettato delle tecniche e vinto premi internazionali. insomma una roba da far paura.

ma allora non capisco più: qui mi state dicendo che uno è un privilegiato della casta e l’altra è una brillante giovane scienziata penalizzata dalle parentele importanti? e su che base?

chissà cosa pensa michele serra di giacomo frati e cosa pensa gian antonio stella di silvia deaglio..

sarà sarà che ci ho la testa come un mulo
ma c’è qualcuno che mi prende per il


ps: caro magister, hai trovato per caso una cecilia?
don't cry for us, coccodrilla! ci pensiamo già noi
Avatar utente
plinio designori
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 27/01/2011, 22:44

Re: scusate non mi lego a questa schiera ...

Messaggioda lectiones » 11/02/2012, 12:40

Mi spiace contraddirti, la società italiana è incardinata sulla famiglia, l'art 29 della Costituzione riconosce i diritti della famiglia come società naturale. Che famiglia sarebbe quella che non si curasse del benessere dei propri familiari? Provare per credere.
lectiones
 
Messaggi: 343
Iscritto il: 26/07/2010, 16:28

Re: scusate non mi lego a questa schiera ...

Messaggioda lectiones » 11/02/2012, 12:54

A proposito di Cecilia, non gradisco gli avanzi, sempre merce di prima scelta: quando me lo permettevo. Dino è un annoiato, io sono un pescatore di perle (non di Bizet).
lectiones
 
Messaggi: 343
Iscritto il: 26/07/2010, 16:28

Re: scusate non mi lego a questa schiera ...

Messaggioda plinio designori » 15/03/2012, 15:27

l'ho letta sulla repubblica on line:

"Il governo interverrà, con un successivo provvedimento, sulla misura del dl liberalizzazioni che prevede la gratuità dei conti correnti per i pensionati che percepiscono fino a 1.500 euro al mese. Lo ha detto il sottosegretario all'Economia Gianfranco Polillo alla Camera sottolineando come la misura sia un danno per le banche."

naturalmente i pensionati costretti ad aprire un conto corrente per ricevere la pensione non hanno avuto nessun danno. e il partito del cappuccino voterà sì.

scusate non mi lego a questa schiera, morrò pecora nera.
don't cry for us, coccodrilla! ci pensiamo già noi
Avatar utente
plinio designori
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 27/01/2011, 22:44

Re: scusate non mi lego a questa schiera ...

Messaggioda lectiones » 15/03/2012, 16:09

Quanto la fai complicata, un caffè non è sufficiente? Bisogna limitarsi, le vacche spremono troppo latte.
lectiones
 
Messaggi: 343
Iscritto il: 26/07/2010, 16:28

Precedente

Torna a Taccuino di primavera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron