Da «mezza cartuccia» a statista intero

laddove si parla di attualità politica.

Moderatore: daniloalbini

Regole del forum
Le finalità di questo forum sono quelle di LeG.
La regola prima è quella sottoscritta con l'iscrizione allo stesso, le successive sono date dal civismo dei partecipanti stessi.
Le caratteristiche dell' intervento sono fissate dal moderatore di turno che, nel mio caso, sono:
fatevi leggere anche dal primo che capita qui per sbaglio, non citate troppo gli altri citate il vostro pensiero, rispettate i temi, non aprite cartelle doppie, poche arlecchinate grafiche ed ogni tanto ridete. Chiamasi fruibilità per tutti, scriventi e lettori.

Non deve ma può....

Messaggioda Vittorio Melandri » 01/02/2012, 17:43

Carissimo Paolo,

sul fatto che la politica italiana espressa in Parlamento può ignorare la volontà costituzionalmente espressa dal Popolo Sovrano, testimonia la storia.

Giusto per fare un esempio di giornata .... il referendum che ha abolito il finanziamento pubblico ai partiti (referendum che non mi ha visto per nulla d'accordo, ma questa è una mia opinione, per me lo scandalo non è il finanziamento, ma lo sperpero che ne fanno...), è stato clamorosamente disatteso..... ergo.... il Parlamento ovvero i suoi componenti .... rispetto alla tanto sbandierata volontà popolare possono sempre fare quello che vogliono ..... forti anche.... di quell'Art. 67. che dice......


Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.

E forte soprattutto del fatto che persone come noi, che sono sostanzialmente d'accordo sui principi che li ispirano, si accapigliano sul modo di metterli in pratica, intanto che quelli si perdono 13 milioni di € ....sic sic... ovviamente per il bene del Paese.

vittorio
Vittorio Melandri
 
Messaggi: 341
Iscritto il: 07/06/2010, 9:51

Re: Da «mezza cartuccia» a statista intero

Messaggioda Guido Maselli » 01/02/2012, 18:02

Può essere Vittorio, senz'altro, almeno parlo per me, che la tendenza a spiluccare nel grappolo altrui solo gli acini che servono perdendone di vista l'interezza sia un fatto. Quello che posso dire e che attiene al proprio modo d'essere è che lo spirito è quello di evidenziare non tanto i punti di contatto quanto quelli di divergenza.
Perché? Perché ritengo che sia più proficuo rilevare (bidirezionalmente s'intende) aspetti di errore o imprecisione rispetto alle più gratificanti manifestazioni di concordanza, dell'applauso o della buona compagnia dell'auspicio ( o della lacrima) s.p.a.
Insomma ho la convinzione che il discutere(etimologicamente: sbattere) sia tale se si fonda sulle divergenze piuttosto che sulle convergenze.
Sbaglierò, ma è ormai un tratto acquisito e l'anagrafe gioca il suo ruolo. Che poi la percezione di chi legge (come nel tuo caso) sia di un certo tipo, altro non è che la conferma che alla volontà i risultati si accompagnano solo occasionalmente e di conseguenza che ognuno, chi scrive per primo, ha i suoi limiti.
Limiti caratteriali e tecnici (capacità espressiva). Se posso consentirmi una divagazione un po' spinta: buon carattere sfiora l'ossimoro.

Quanto all'art. 71, pochi -credo- hanno sostenuto come il sottoscritto l'assoluta cervelloticità (Paolo non te la prendere) dell'iniziativa di cui si parlava. C'è una sfilza, anche ridondante, di post in questa direzione. Siccome questo era un punto di contatto che ci accomunava mi pareva superfluo ribadirlo.
A presto rileggerti Vittorio.
Giacqui con due signore: Vittoria e Sconfitta. Entrambe fingevano.
Avatar utente
Guido Maselli
 
Messaggi: 607
Iscritto il: 07/06/2010, 23:01

Re: Da «mezza cartuccia» a statista intero

Messaggioda guidolena » 01/02/2012, 21:40

CARI AMICI,NON SO SE VI RENDIATE CONTO CHE UNA COSA POSITIVA QUESTO GOVERNO MONTI LA STA FACENDO, VELOCEMENTE E CON UN PO’ DI CONFUSIONE…..MA LA MORTA GORA DEI VIZI DELLA CASTA STANNO VENENDO FUORI AL DI LA’ DI O9GNI ASPETTATIVA; CI PIACCIA O NO, SI STANNO SCOPERCHIANDO LE PENTOLE CHE RIBOLLONO DELLA PIU’ SCHIFOSA DELLE CLASSI SOIAL POLITICHE CHE MI RICORDANO CERTI SATRAPI LEVANTINI CHE HANNO INFESTATO IL PASSATO DELL’OCCIDENTE…E NON CI SONO LE BARRIERE IDEOLOGICHE TANTA E’ L’ANARCHIA MORALE E L’ETICA STRAVOLTA E CALPESTATA SIA A DESTRA CHE A SINISTRA; PERDONATE IL MIO
NICHILISMO POLITICO CH’E’ QUALCOSA DI PEGGIO DEL PESSIMISMO. SARA’ PERCHE’ NE HO VISTE E LETTE TANTE ..FUORI
ITALIA ED IN QUESTO PAESE…SARA’ PERCHE’ LA MIA FORMAZIONE CULTURALE,AMMESSO CHE NE ABBIA UNA, E’ SOSTANZIALMENTE STORICA E FILOSOFICA….E SOPRATTUTTO
PER LA MIA ETA’ AVANZATA …..HO ABBANDONATO IL MIO SOGNO
DEMORATICO COSI’ COME ESSO E’ OGGI..CON QUESTA “GENTE” INDEGNA PERFINO DEL MIO MODESTO ED INSIGNIFICANTE. DISPREZZO..MI SOVVIENE UN PERIODO STORICO DEL SECOLO SCORSO….QUANDO PERIODI DI DEMOCRATICA CONFUSIONE. HANNO PERMESSO L’AVVENTO AL POTERE ,CON ELEZIONI DEMOCRATICHE, ALLE DUE PEGGIORI DITTATURE –IL FASCISMO E
IL DIABOLICO NAZISMO…QUANDO LA “GENTE” E’ STANCA PUO’
ACCADERE DI TUTTO..IL 50% DEGLI ITALIANI E’ STANCO---LA COR
RUZIONE DILAGANTE…LA FORTE SPACCATURA SOCIALE…E LA TOTALE INDIFFERENZA VERSO IL PROGREDIRE DELLA VIOLENZA
PROVOCANO INDIFFERENZA O ADDIRITTURA ANARCHIA .
SPERIAMO CHE NON SI INVOCHI L”UOMO FORTE”—LA COSTITUZIONE,DOPO QUESTI RISULTATI, NON CI SALVEREBBE…..
SIAMO IN EUROPA E NON SUCCEDEREBBE? NON SO’ INTANTO CI HANNO IMPOSTO UNA POLITICA DA DEMOCRAZIA LIMITATA O NO?
CONDIVIDO LA PASSIONE DI BARBIERI CHE STIMO PER IL SUO SOFFERTO SOGNO REFERENDARIO….E SOMIGLIA CON LE DOVUTE DIFFERENZE A QUELLO CHE AVVENIVA NEL SENATO DELL’ANTICA
ROMA…CON I TRIBUNI DELLA PLEBE ED IL POPOLO FUORI DELLA CURIA…I SENATORI IMPAURITI ED INCAPACI NELLE CRISI E NELLE PROTESTE…CHIEDEVANO AI DUE CONSOLI DI FARSI DA PARTE E SI NOMINAVA UN “DICTATOR”PER RIMETTERE LE COSE A POSTO.
ALTRI TEMPI…ALTRE STORIE…ALTRA GENTE…MA LA CORRUZIONE E LE INGIUSTIZIE ERANO LE STESSE.,
PERDO NATEMI LO SFOGO…ANCH’IO CONTINuERO’AD AMARE IL MIO SOGNO…PUR SE MI TORMENTA..UN CARO E RISPETTOSALUTO A TUTTI
guidolena
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 18/05/2010, 12:53

Re: Da «mezza cartuccia» a statista intero

Messaggioda Paolo Barbieri » 01/02/2012, 22:44

Vittorio,

il referendum è Democrazia Diretta negativa ed è stata rispettata avendo portato alla cancellazione della legge oggetto. Sostituita da una nuova norma atta a finanziare i partiti in modo trasparente e adeguato (almeno secondo anche le nostre convinzioni e aspettative.Poi ampiamente tradite.)

Ben altro ciò che non mi stanco di ripetere: e cioè la Cittadinanza, guidata dalle migliori elites della Società Civile, si fa Popolo Sovrano brandendo brutalmente la Costituzione a partire dall'articol 1, per dettare al Parlamento, dove siedono (inopinatamente) i suoi delegati, leggi e riforme da sempre promesse e sempre disattese dalla politica. Io sono profondamente convinto che voi insistendo nel negare una qualsivoglia valenza a questo percorso, facciate scientemente torto alla vostra intelligenza. Perchè la storia (non solo gli Inti Illimani) ci hanno insegnato che il Popolo Unito, non solo i colonelli, possono cambiare i processi evolutivi di un Paese. Noi potremo farlo avvalendoci della sostanza del dettato Costituzionale. E poco importa se qualche raffinato spaccapidocchio alzerà il ditino (indice).
RIVOLUZIONE MITE: DEMOCRAZIA DIRETTA - USO ESTREMO ARTICOLO 71 - DECALOGO RIFORME - Un Popolo UNITO (solo così sovrano) lo può fare. Nella Carta c'è tutto.
Avatar utente
Paolo Barbieri
 
Messaggi: 562
Iscritto il: 09/06/2010, 17:18

El pueblo unido ....

Messaggioda Vittorio Melandri » 02/02/2012, 11:08

Cari amici

Credo che gli ultimi quattro nostri interventi messi in fila, dimostrino ce ne fosse bisogno, come sia possibile che “mezze cartucce” ci governino e “servi” della più squallida specie li promuovano sul campo a “statisti interi” ad ogni occasione appena appena spacciabile come “dose minima giornaliera”, quella che almeno un tempo serviva ad evitare la galera.

Fra i tanti dubbi che mi accompagnano ho una certezza, che gli amici di penna che qui si pronunciano, da ultimo i quattro me compreso che ho prima citato, siamo accomunati da nobili intenti e simile trasparente dignità …… eppure di quattro non riusciamo a fare uno….. figuriamoci come si possa credere possibile aggregare quella…..


…cittadinanza guidata dalle migliori elites della Società Civile si fa Popolo Sovrano… e che armata di Art. 71. sbaraglia la peggiore classe dirigente (Monti e il suo governo compresi…) che si sia insediata nel “posto fisso” di comando della Repubblica.

Con Guido M. mi sento di convergere sull’idea che quando si discute, (che mi sento per l’ennesima volta di ribadire, è l’unica cosa possibile in un forum), lo spirito non può che essere….. “che lo spirito …di evidenziare non tanto i punti di contatto quanto quelli di divergenza”, ….. ma per cercare appunto di far emergere quelli che si ritengono “errori da correggere”, non (almeno non solo) per soddisfare con voluttà il proprio istinto di meticolosi bastian contrari. Detto senza polemica, ma anche con la consapevolezza (anche questa ribadita più volte) che lo strumento meraviglioso che qui usiamo e che ci ha permesso di incontrarci e conoscerci, privo com’è del linguaggio del corpo ci porta ai confini della reciproca comprensione, e ci fa pagare il vantaggio che ci offre ad un tasso di interesse molto alto che non dobbiamo mai dimenticare di mettere nel conto.

Con Guido L. mi sento di convergere sull’ABBANDONO DI QUELLO CHE È STATO ANCHE IL MIO SOGNO DEMORATICO PERCHÈ COSI’ COME ESSO È OGGI.. CON QUESTA “GENTE” INDEGNA PERFINO DEL MIO MODESTO ED INSIGNIFICANTE DISPREZZO…C’È BEN POCO DA SPERARE NEL BREVE, MA A DIFFERENZA DI GUIDO NON RIESCO A SCORGERE FRA I MERITI DI QUESTO GOVERNO, PRIMO FRA TUTTI QUELLO DI AVER SOSTITUITO L’IMPRESENTABILE PRECEDENTE, QUELLO DI FAR VENIRE A GALLA DA LA MORTA GORA I VIZI DELLA CASTA.

QUESTI CARO GUIDO, STANNO VENENDO A GALLA SOLO PERCHÉ PER QUANTO ZAVORRATI SI SONO GONFIATI A TAL PUNTO DA VENIRE A GALLA DA SOLI, E LA CONTINUITÀ DI INTENTI SU GIUSTIZIA E SU LIBERTÀ DI STAMPA CHE QUESTO GOVERNO STA DIMOSTRANDO RISPETTO A QUELLI DEL PRECEDENTE NON PUÒ IN ALCUN MODO INDURCI A SPERARE…. E SE POI AGGIUNGIAMO CHE SUL MERCATO DEL LAVORO SI STANNO ACCINGENDO A FARE ULTERIORI SFRACELLI IN LINEA NON SOLO CON QUELLI FATTI DAL CENTRO DESTRA MA ALLINEANDOLI PURE CON QUELLI FATTI DAL CENTROSINISTRA, NON VEDO PROPRIO DI COSA SI POSSA GODERE…. CERTO LA SOBRIETÀ, CERTO L’APPOGGIO DI SCALFARI, DE BENEDETTI E DE LA REPUBBLICA, E ANCHE L’APPOGGIO RESPONSABILE DI POLITO E BERLUSCONI E ALFANO…… TUTTI, NESSUN ESCLUSO AL RIPARO DEL PROPRIO ……POSTO FISSO!!!!!


Con Paolo mi sento di convergere sullo spirito che lo anima, e che sento profondamente mio a cominciare dalla convinzione che “il Popolo Unito, non solo i colonnelli, possano cambiare i processi evolutivi di un Paese”…. ma non riesco a capire in nessun modo come possa continuare a non vedere che un “Popolo Unito” dell’Art. 71. può servirsene per presentare una proposta di legge, non per trasformarla in legge, cosa comunque da farsi da parte del Parlamento.

Non è per dileggio che aggiungo …. “elementare caro Watson”, ma penso anche che Paolo abbia tutto il diritto di replicare che di questo lui se ne impipa e continua a proporci la sua interpretazione, dopo di che…….


Una qualche riflessione dovremmo farla sul fatto che noi quattro (qui presi come esempio) amici di penna e sodali animati dallo stesso spirito, andiamo ciascuno in direzione di un punto cardinale diverso da quello degli altri tre, e solo perché i punti cardinali sono quattro… e compiuta la riflessione… forse dovremmo rassegnarci all’idea che il Popolo Unito sta solo nelle canzoni degli Inti Illimani.

Con amicizia vittorio
Vittorio Melandri
 
Messaggi: 341
Iscritto il: 07/06/2010, 9:51

Re: Da «mezza cartuccia» a statista intero

Messaggioda guidolena » 02/02/2012, 20:44

Caro Vittorio, brevemente..e coerentemente con quanto conordammo...l'ignoranza caro Vittorio...l'ignoranza quella belluina, presuntuosa, che aleggia in tutti gli strati sociali..
se non si dionde cultura ...il pueblo unido serè vencido...pensate che con un reerendum allo stato delle cose, la"gente" capirebbe cosa are? ne dubito ortemente...sperando di sbagliarmi.
un saluto a tutti e grazie di sopportarmi,,,,
guidolena
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 18/05/2010, 12:53

Re: Da «mezza cartuccia» a statista intero

Messaggioda Paolo Barbieri » 02/02/2012, 22:20

Il pplo E' unito al 96% nel disprezzo della "casta plitica" e dei suoi prodotti disgustosi. Basterebbe offrirgli uno strumento adatto, per es. quei famosi artt. della Carta, per farlo rpotagonista della Nuova Liberazione. Ed anche questi 4 sparpagliati non farebbero mancare il loro (sbaglio?) apporto sottoscrivendo quel famoso DECALOGO redatto da rivoluzionari dello spessore di Rodotà, Gratteri, Sartori, ed altri simili.

Con Paolo mi sento di convergere sullo spirito che lo anima, e che sento profondamente mio a cominciare dalla convinzione che “il Popolo Unito, non solo i colonnelli, possano cambiare i processi evolutivi di un Paese”…. ma non riesco a capire in nessun modo come possa continuare a non vedere che un “Popolo Unito” dell’Art. 71. può servirsene per presentare una proposta di legge, non per trasformarla in legge, cosa comunque da farsi da parte del Parlamento


Il 71 serve a dare legalità spessore costituzionale alle proposte, il 50 a dare corpo voluminoso e pesante al POPOLO SOVRANO, il 40, qualora fosse necessario per la refrattarietà dei parlamentari a riconoscere quella sovranità, a imporre con la fisicità di una manifestazione davvero oceanica (al posto di 1000 microscopiche) una seduta parlamentare a oltranza fino ad approvazione del decalogo. Non capisco come ti ostini a non assegnare alcuna valenza ai Popolo Unito.

No so se hai letto sulla home di LeG l'ultimo commento sui partiti dopo gli ultimi misfatti emersi: ebbene come se ne può uscire? Tira fuori una proposta, non limitarti, non limitatevi a un'altra analisi, a un'altra ennesima costatazione o commento, cribbio! come pensate che se ne possa uscire?
RIVOLUZIONE MITE: DEMOCRAZIA DIRETTA - USO ESTREMO ARTICOLO 71 - DECALOGO RIFORME - Un Popolo UNITO (solo così sovrano) lo può fare. Nella Carta c'è tutto.
Avatar utente
Paolo Barbieri
 
Messaggi: 562
Iscritto il: 09/06/2010, 17:18

Non se ne esce! ....2013 dalla padella nella brace.

Messaggioda Vittorio Melandri » 03/02/2012, 10:25

Drammaticamente semplice Paolo ...... non se ne esce.

Dalla situazione di m .... in cui siamo, non se ne esce perché i "cattivi" ci sguazzano, e i "buoni" ci sguazzano, ciascuno nuotando con uno stile diverso..... sia ben chiaro, perché non sono tutti uguali .... perché lo "stile libero" di Berlusconi non è nemmeno lontano parente del "dorso" di Monti, e la "rana" di Rutelli non assomiglia in nulla al "delfino" di Di Pietro, ma tutti.... nessuno escluso, partecipa alla "staffetta quattro stili".... e all'orizzonte si profila un 2013 dove passeremo con ogni probabilità dalla "padella stile migliorista" alla "brace stile centro", el pueblo unido nel frattempo ..... se gratta caro Paolo... salvo parentesi ogni volta più brevi..... è quello che in questo paese fa da molti secoli.

vittorio

P.S.

Servirebbe una rivoluzione, ma non certo armata di Art. 71, bensì armata di cultura, laicità e consapevolezza di sé.... tutte armi di cui in Italia è vietata la produzione su scala industriale, e quelle prodotte in misura ridotta su scala artigianale, servono giusto ai "liberi e giusti" per chiedere..... ma tu cosa proponi?.... beh se proprio una proposta devo formulare comincerei con il dire.... anziché i clandestini, epelliamo dal paese almeno ..... gli "AUTOCRATI" almeno quelli rei confessi. Penso che anche una associazione come L&G ne trarrebbe immediato giovamento.
Vittorio Melandri
 
Messaggi: 341
Iscritto il: 07/06/2010, 9:51

Re: Da «mezza cartuccia» a statista intero

Messaggioda Paolo Barbieri » 03/02/2012, 12:56

Servirebbe una rivoluzione, ma non certo armata di Art. 71, bensì armata di cultura, laicità e consapevolezza di sé.... tutte armi di cui in Italia è vietata la produzione su scala industriale, e quelle prodotte in misura ridotta su scala artigianale, servono giusto ai "liberi e giusti" per chiedere..... ma tu cosa proponi?....


Rabbia, rancore, delusione armano il 96% della cittadinanza (non certo cultura, laicità ecc. che dopo 20anni di b. è roba dispersa). Troviamo un catalizzatore capace di attivare la reazione, tipo abbattere la casta, lo strumento è la Carta nei suoi articoli che permettono la Democrazia Diretta, il resto lo faranno i numeri che FANNO SOVRANO UN POPOLO ARMATO DELLA PROPRIA COSTITUZIONE NATA DALL'ANTIFASCISMO E DALLA RESISTENZA (un po di retorica storica).

10 anni da manipulite, 10 anni che LeG sollecita, suggerisce, moralsuasiona, supplica, prega, solletica, redarguisce, manifesta, conciona, predica, illumina, bolla, strapazza la politica e i partiti e si ritrova con quell'ultimo commento sulla Home Page! Grande risultato! Ci sono in corso non so quante raccolte di firme per "proposte di legge secondo il 71" che finiranno tutte nel solito cestino, e non si vule cambiare, ma si continua a perseverare nell'errore come le mosche che vorrebbero forare il vetro della finestra!

E pensare che persino leghisti e pidiellini plaudono il governo Monti, che i loro partiti disprezzano e considerano nemico, che nei sondaggi si becca ancora quasi il 60% di gradimento nonostante il suo percorso abbligato dall'Europa, dai conti e dai ricatti parlamentari! E' questa la migliore garanzia di successo di qualsiasi iniziativa volta alla defenestrazine della casta! E' evidente Vittorio! E' evidente, inconfutabile, scontato, certo, chiaro, sicuro.
RIVOLUZIONE MITE: DEMOCRAZIA DIRETTA - USO ESTREMO ARTICOLO 71 - DECALOGO RIFORME - Un Popolo UNITO (solo così sovrano) lo può fare. Nella Carta c'è tutto.
Avatar utente
Paolo Barbieri
 
Messaggi: 562
Iscritto il: 09/06/2010, 17:18

Re: Da «mezza cartuccia» a statista intero

Messaggioda guidolena » 04/02/2012, 11:43

CREDO,PER FINIRE QUESTI MIEI IMPOSSIBILI E DOLOROSI INTERVENTI,CHE MONTI NON POSSA ,OVVIAMENTE PRENDERE POSIZIONI POLITICHE,,SI MANTERRA' IN SELLA FINO AL 2013
POI SI VEDRA'...CERTO E' CHE IL DOPO SARA' ,COMUNQUE, DIVERSO;LA DESTRA HA SUBITO UNA SCONFITTA...SPERIAMO ANCHE IL BERLUSCONISMO. LA SINISTRA DOVRA' APPARTENERE ALLE COSE NUOVE..DIVERSE ...LAICHE...E FORSE CERCARE CONFORTO NELL'
USO REFERENDARIO NELL'AMBITO DELLA RIFORMA ELETTORALE.SE LA SINISTRA NON AVRA'
IL CORAGGIO DI UNA PROFONDA AUTOCRITICA<COL PRESENTARE VOLTI NUOVI ...SARA'IMPOSSIBILE QUALSIASI PROGRESSO...SI TIRERA' A CAMPARE CON L'INCIUCI
E LE DIALETTICHE DI SEMPRE...E BUONANOTTE,QUELLA NOTTE DEL PENSIERO CHE ABBIAMO GIA CONOSCIUTO.TEMPUS FUGIT...AD MAIORA. UN CARO SALUTO A TUTTI
VI LEGGERO'...MA NON SO SE POTRO' SCRIVERE.
guidolena
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 18/05/2010, 12:53

PrecedenteProssimo

Torna a Taccuino di primavera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron