italia condannata

laddove si parla di attualità politica.

Moderatore: daniloalbini

Regole del forum
Le finalità di questo forum sono quelle di LeG.
La regola prima è quella sottoscritta con l'iscrizione allo stesso, le successive sono date dal civismo dei partecipanti stessi.
Le caratteristiche dell' intervento sono fissate dal moderatore di turno che, nel mio caso, sono:
fatevi leggere anche dal primo che capita qui per sbaglio, non citate troppo gli altri citate il vostro pensiero, rispettate i temi, non aprite cartelle doppie, poche arlecchinate grafiche ed ogni tanto ridete. Chiamasi fruibilità per tutti, scriventi e lettori.

italia condannata

Messaggioda plinio designori » 23/02/2012, 21:42

la corte di strasburgo ha condannato l'italia per il respingimento verso la libia di una nave di profughi.
a questo proposito mi vengono in mente un sacco di persone, anche e soprattutto "de sinistra" che osannavano il precedente ministro dell'interno, il leghista maroni membro dell'indimenticabile trio macaca, perché ... boh? perché lo osannavano?
lo osannavano perché era efficiente, arrestava i mafiosi (non lui, le forze dell'ordine, ma fa lo stesso), perché faceva la fronda a bossi (ah, beh! sì, beh!), perché era l'esponente della lega dal volto umano.
e adesso?
io i soldi della multa che ci ha appioppato la corte di strasburgo glieli farei pagare a lui, così impara. e impara anche a starsi zitto.
don't cry for us, coccodrilla! ci pensiamo già noi
Avatar utente
plinio designori
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 27/01/2011, 22:44

Re: italia condannata

Messaggioda lectiones » 24/02/2012, 18:35

Dovrei capire, senza prevenzione, perché mai il magistrato che sbaglia non paga e il ministro, eletto dal popolo sovrano, dovrebbe pagare una sua normale scelta. Non ha il diritto di sbagliare? O ha sostenuto un concorso a livello nazionale per garantirsi dall'errore? Nulla poena sine lege.
lectiones
 
Messaggi: 343
Iscritto il: 26/07/2010, 16:28

Re: italia condannata

Messaggioda guidolena » 24/02/2012, 20:06

Cari amici, detta così "sic et simpliciter"la punizione europea è giusta ed ineccepibile; mi chiedo perchè non risulti che ben altri respingimenti sono avvenuti e,forse avvengono
tuttora, sia in Grecia che in Spagna...considerato che l'Italia e questi paesi sono i soli ad affrontare il problema degli sbarchi clandestini....siete certi che siamo i soli razzisti occidentali?? Saluti.
guidolena
 
Messaggi: 153
Iscritto il: 18/05/2010, 12:53

Re: italia condannata

Messaggioda Paolo Barbieri » 24/02/2012, 20:55

Io continuo a domandarmi quale potrà essere la soluzione razionale, oltre che umanitaria, del problema.

E quando vedo folle musulmane ammazzare e farsi ammazzare per il corano bruciato, mi sembra anche un problema garve.

Sarò un razzista che cerca giustificazioni? O anche altri lo ritengono un problema?
RIVOLUZIONE MITE: DEMOCRAZIA DIRETTA - USO ESTREMO ARTICOLO 71 - DECALOGO RIFORME - Un Popolo UNITO (solo così sovrano) lo può fare. Nella Carta c'è tutto.
Avatar utente
Paolo Barbieri
 
Messaggi: 562
Iscritto il: 09/06/2010, 17:18

Re: italia condannata

Messaggioda plinio designori » 24/02/2012, 21:11

il giudice che sbaglia, condannando un innocente, applica comunque delle leggi scritte da altri e, se provato un eventuale dolo o negligenza grave, è responsabile. diverso, ovviamente, il caso di un procuratore della repubblica che viene sconfitto in tribunale: fa parte della normale dialettica giudiziaria enon deve certo pagare di persona per non essere riuscito a far condannare l'accusato (hamilton burger avrebbe dovuto dormire sotto i ponti, se non fosse così). un ministro che propone (o impone?) una legge contraria ai trattati sottoscritti dal paese deve essere responsabile delle conseguenze che derivano dall'inadempienza del paese a quei trattati.
don't cry for us, coccodrilla! ci pensiamo già noi
Avatar utente
plinio designori
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 27/01/2011, 22:44

Re: italia condannata

Messaggioda Antoine » 25/02/2012, 9:39

Ma non credo che si possano risolvere problemi di funzionamento della democrazia, di concezione stessa del rispetto dell'altro, del rispeto della minoranza che dovrebbe essere insito in una democrazia funzionante e rispetosa (riconosco che non so se esiste...!) appiopando la responsabilità delle scelte di un ministro - saranno scelte solo sue? - alla persona sola.

In quanto al come risolvere, ci sarebero soluzioni, ma presupongono cosi tanti cambiamenti che.... Intanto cominciare a fare aumentare e pagare di più TUTTI i prodotti agricoli, anche i nostri, e smettere di importare roba per ingrassare i nostri maiali e manzi con prodotti dagricoli del sud del mondo, con l'effetto che ci sarebbe più da mangiare nel sud, i nostri maiali sarebero più grassi perchè dovrebero mangiare il nostro grano (che forse aumenterebbe un po il prezzo - meno male) l'unico problema rimanendo che il sud non rimborserebbe più certi debiti. E dunque siamo di nuovo alla finanza... dunque quali soluzioni, tassare tutte le rese azionistiche sopra il 5-8% con aliquote che vanno fino al 100% e riversarlo integralmente nei salari dei lavoratori a livello mondiale! Voi conoscete qualcuno di sinistra disposto a farlo?
Si lo so é fantascienza, ma cercare soluzioni in quadro ingiusto per fare giustizia, sono pretese solo per giustificazioni morali no?
Antoine
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 31/12/2011, 12:48

Re: italia condannata

Messaggioda ferruccio levi » 25/02/2012, 9:44

Le leggi le fa il parlamento, e non il governo, a meno che non abbia ricevuto delega dal parlamento; e i parlamentari non possono essere chiamati a rispondere dei voti dati nell'esercizio delle loro funzioni.

"Proporre" non può essere un reato; e in teoria un ministro non ha il potere di "imporre" nulla al parlamento; di fatto non è così, ma l'imposizione sarebbe sicuramente un atto politico, per il quale risponde collegialmente il governo e non il singolo ministro.

Diverso è il caso se si tratta di un atto amministrativo del singolo dicastero; nel caso specifico non so come stanno effettivamente le cose.
Avatar utente
ferruccio levi
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 14/11/2011, 13:53

Re: italia condannata

Messaggioda lectiones » 25/02/2012, 10:07

Carissimo amico Plinio, credi che non m'aspettassi la tua dotta perorazione? Non sono nato ieri e ci conosciamo da troppi anni. "Sunt lacrimae rerum et mentem mortalia tangunt".
lectiones
 
Messaggi: 343
Iscritto il: 26/07/2010, 16:28

Re: italia condannata

Messaggioda plinio designori » 25/02/2012, 10:24

è evidente che il potere legislativo appartiene al parlamento, e che nessuna legge può entrare in vigore se non approvata da entrambe le camere.
il governo di sua iniziativa può proporre delle leggi; nella fattispecie è il ministro dell'interno che ha la competenza per farlo, non certo il ministro dell'istruzione o delle pari opportunità, che sicuramente hanno le loro brave responsabilità, ma in altri campi.
la legge che viola i trattati internazionali è stata imposta da un partito di governo ben preciso e nei fatti dal ministro dell'interno appartenente a quel partito, ed è stata imposta, con la forza del ricatto, per motivi unicamente ideologici.
io credo che di questo il proponente debba rispondere.
don't cry for us, coccodrilla! ci pensiamo già noi
Avatar utente
plinio designori
 
Messaggi: 452
Iscritto il: 27/01/2011, 22:44

Re: italia condannata

Messaggioda ferruccio levi » 25/02/2012, 10:49

Certamente; ma di fronte agli elettori e non legalmente.
Il fatto è che il porcellum ha tolto anche questa possibilità; di qui altro motivo di incostituzionalità.
Avatar utente
ferruccio levi
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 14/11/2011, 13:53

Prossimo

Torna a Taccuino di primavera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron