DEMOCRAZIA DIRETTA: SE NON ORA QUANDO?

laddove si parla di attualità politica.

Moderatore: daniloalbini

Regole del forum
Le finalità di questo forum sono quelle di LeG.
La regola prima è quella sottoscritta con l'iscrizione allo stesso, le successive sono date dal civismo dei partecipanti stessi.
Le caratteristiche dell' intervento sono fissate dal moderatore di turno che, nel mio caso, sono:
fatevi leggere anche dal primo che capita qui per sbaglio, non citate troppo gli altri citate il vostro pensiero, rispettate i temi, non aprite cartelle doppie, poche arlecchinate grafiche ed ogni tanto ridete. Chiamasi fruibilità per tutti, scriventi e lettori.

Re: DEMOCRAZIA DIRETTA: SE NON ORA QUANDO?

Messaggioda lectiones » 22/01/2011, 14:00

Devo dare atto a Paolo Barbieri che la sua tenacia è stata premiata, è lo stesso Bersani che se ne fa mallevadore. Altro che art. 71: questo è un "quarantotto".

22 gennaio 2011
DIECI MILIONI DI ... FIRME.
In verità le baionette furono 8 milioni, è Bersani che esagera con 10 milioni di firme per amor d'iperbole. Non importa, sono i suoi votanti, non toglie niente al Cavaliere. Gli analfabeti (ce ne sono) potranno mettere il segno di croce? Però resta un uomo leale questo Bersani, c'informa che sarà lui il premier dei SINISTRI candidato a Palazzo Chigi (nel caso, la figura del Presidente della Repubblica, è solo coreografica?).
Menomale, temevo tanto che potesse essere un tal Luca della Cinzano: Dio vede e provvede.
Celestino Ferraro
lectiones
 
Messaggi: 343
Iscritto il: 26/07/2010, 16:28

Re: DEMOCRAZIA DIRETTA: SE NON ORA QUANDO?

Messaggioda Paolo Barbieri » 23/01/2011, 10:36

Ho trovato un altro "visionario": ieri sera intorno alle 20 ho inviato la mia proposta ad un recapito mail desunto dalle lettere ad Augias su repubblica e stamane alle 8 ho ricevuto risposta nonchè il giro della mia a tuti i componenti del circolo di cui il destinatario fa parte con l'invito all'approndimento e discussione della p. definita interessantissima.

Un altro po' di energia nei serbatoi in profonda riserva. La domenica comincia bene, sono fiducioso in un prosieguo migliore. Auguri a tutti!
RIVOLUZIONE MITE: DEMOCRAZIA DIRETTA - USO ESTREMO ARTICOLO 71 - DECALOGO RIFORME - Un Popolo UNITO (solo così sovrano) lo può fare. Nella Carta c'è tutto.
Avatar utente
Paolo Barbieri
 
Messaggi: 562
Iscritto il: 09/06/2010, 17:18

GUIDO LENA IL TUO AMICO MARIO SEGNI MI HA RISPOSTO...

Messaggioda Paolo Barbieri » 23/01/2011, 23:44

...ma dalla risposta si direbbe che non l'abbia letta interamente o con il minimo di attenzione necessaria (3 ppgg a4 sono troppe, ma non riesco a ridurle a una). Voi che siete persone di mondo, cosa ne pensate? Potrebbe anche non essere stata scritta dal prof. Segni, ma da un suo incaricato stanco e annoiato?

From: "msegni@tin.it" <msegni@tin,it

To: <segni@uniss.it>
Sent: Sat, 22 Jan 2011 17:29:17 +0100 (CET)
Subject: R: Fw: dopo aver letto il suo libro "Niente di personale, solo cambiare l'Italia"...

gentile signor Barbieri, la sua non è affatto una castroneria nè una proposta folle, è una idea ragionevole (ci ho pensato anch'io tante volte) ma per produrre effetti deve esere organizzata in un certo modo. La proposta di legge popolare ha rispetto al referendum lo svantaggio ce il parlamento (lo dice lei stesso) può lasciarla chiusa in un cassetto, e sinora èsempre avenuto così. mentre le firme referendarie avviano un meccanismo che porta al voto e quindi hanno una enorme incidenza concreta, la legge di iniziativa popolare può avere effetti solo se è accompagnata da una spinta politca che non si ferma alle firme (e chi si ferma alle firme?), ma va oltre (fino all'assedio) e ha una tale frza (10 milioni di firme e l'assedio) da obbligare il parlamento a discutere la legge. In altre parole raccogliere 50 mila frme è facile (ovvio), ma dopo se non vi è una spinta esterna (10 milioni e l'assedio sono o no una spinta esterna?) la cosa finisce lì. Come fare? Io non so rispondere a questa domanda (io sì), e non ho pai percorso questar strada proprio perchè non avevo la possiilità di perseguirla con forza. Può darsi però che la esasperazione della pubblica opinione arrivi a tal punto da aprire questa strada. Ma finora vedo un paese sbandato e stanco, ma poco reattivo (come puo essere reattivo senza una guida e una rotta?)
mario segni

p.s. le parentesi in grasseto sono mie.
Paolo Barbieri
RIVOLUZIONE MITE: DEMOCRAZIA DIRETTA - USO ESTREMO ARTICOLO 71 - DECALOGO RIFORME - Un Popolo UNITO (solo così sovrano) lo può fare. Nella Carta c'è tutto.
Avatar utente
Paolo Barbieri
 
Messaggi: 562
Iscritto il: 09/06/2010, 17:18

LETTERA APERTA A ECO, GINSBORG, SAVIANO, ZAGREBELSKY

Messaggioda Paolo Barbieri » 29/01/2011, 11:22

in vista della manifestazione indetta per sabato 5 gen. A Milano


Non dovete schierarvi con una parte del Paese che vuole affossare Berlusconi, contro l'altra che vuole sostenerlo. Non dovete partecipare a questa divisione in blocchi “l'un contro l'altro armati” in una contesa che apporterà ulteriori lacerazioni e macerie faticosamente sanabili. Non è Berlusconi il male assoluto, ne è soltanto il simbolo, l'emblema, il logo, la punta di diamante. Il male assoluto, il cancro che rovina il Paese è la “casta” che vicendevolmente si sostiene e che sostiene Berlusconi. Caduto lui rimarrà comunque un'eredità funesta di corrotti e comprati, di complici pronti ad ogni sabotaggio.

Dovete essere IL PAPA STRANIERO (alla casta) che si schiera alla testa di quel popolo tutto che al 92% non ha più fiducia nella cattiva politica, che all'86% non ha più fiducia nel parlamento della cattiva politica e guidarlo unito contro quella casta indegna utilizzando gli strumenti di democrazia diretta che la Costituzione offre alla cittadinanza tradita dai propri delegati.

Solo così UN POPOLO UNITO "CHE GIAMMAI SARA' VINTO", potrà uscire da questo abisso, fiducioso in se e nel futuro per le riforme ottenute con l'esercizio della democrazia diretta, col ridimensionamento della casta, pronto alla prossima tornata elettorale a un ricambio qualitativo della rappresentanza parlamentare.

Non bruciate il capitale di esponenti della Società Civile che rappresentate, schierandovi con una parte, ma coagulate intorno a Voi un'elite ancora più vasta e ancora più rappresentativa di un popolo intero, che vuole rinascere dalle proprie ceneri. Offritegli una guida e una rotta sicura e riconosciuta e UN POPOLO UNITO "CHE GIAMMAI SARA' VINTO”, vi seguirà convinto e riconoscente.

Paolo Barbieri
RIVOLUZIONE MITE: DEMOCRAZIA DIRETTA - USO ESTREMO ARTICOLO 71 - DECALOGO RIFORME - Un Popolo UNITO (solo così sovrano) lo può fare. Nella Carta c'è tutto.
Avatar utente
Paolo Barbieri
 
Messaggi: 562
Iscritto il: 09/06/2010, 17:18

Re: DEMOCRAZIA DIRETTA: SE NON ORA QUANDO?

Messaggioda Paso » 29/01/2011, 12:50

LETTERA APERTA A ECO, GINSBORG, SAVIANO, ZAGREBELSKY
Nuovo messaggioda Paolo Barbieri » 29/01/2011, 11:22

Condivido o aderisco o sottoscrivo, per i seguenti motivi.
1 storico
ripetizione di palavobis e girotondi che sappiamo esattamente cosa non hanno raggiunto e dove e perchè falliti;
2 d'immagine
autocelebrazione dei buoni contro i cattivi di coscienza posticcia per sentire di aver fatto qualcosa;
3 di scarsa e nulla autocoscienza politica
il berlusconimo, ben piu grave di berlusconi stesso, non alberga solo nella parte che lo sostiene e lo si vede in qualsiasi spicchio della realtà, sempre piu fantasmizzata in ogni e dove compreso questo forum;
4 di efficacia pari allo zero da un punto di vista strategico militare
vedi arte della guerra e antifascismo SERIO... e impara

conclusione
finchè chi ha cuore i deboli, non solo a parole, non scenderà al loro livello, deboli schiacciati dai poteri forti nella vita quotidiana degli italiani, saremo sempre fermi al punto di partenza della notte della repubblica.Il quanto e come propagandato dai forti per dividere i deboli e frantumarli in fazioni una contro l'altra , si riequilibria solo con strategia culturale "militare", tipica di chi veramente vuole vincere sul serio la partita drammatica del nostro paese, sempre che lo si abbia cuore oltre il proprio narciso ridotto a popolarità e idolo in cui identificarsi, nè più nè meno che altri con altri idoli , di cui il massimo esemplare di ventennio in ventennio per tutti gli altri , è la pornorockstartista in diosb.
Paso
 
Messaggi: 477
Iscritto il: 08/10/2010, 18:57

Re: DEMOCRAZIA DIRETTA: SE NON ORA QUANDO?

Messaggioda Paolo Barbieri » 15/02/2011, 0:45

Ho fatto "outing" con la sciarpa bianca in mezzo alle signore di Genova, con ben esposto il mio "mantra".

Mi hanno scattato almeno un milione di foto, non so ancora se per il mio charme o per la ridicolaggine del trespolo, parto originale delle mie geometrie, che reggeva il mantra (spero di potervelo mostrare su FB). Nello zainetto sul dorso avevo messo una 60ina di stampe complete del mantra e un invito "LA PROPOSTA IN DETTAGLIO SERVITEVI DA SOLI - NON GETTATELI A TERRA, MA PASSATELI AD ALTRI - SE CONDIVIDETE DITELO AD LeG E AD OGNI ALTRA ASSOCIAZIONE DELLA SOCIETA' CIVILE". Sono andati esauriti in un'oretta.

Un'insegnante (pazza?) mi ha detto che ne farà una lezione.

Una certa Carla Goffi che vive e lavora a Bruxelles (google mi ha dato risultati molto interessanti), mi ha detto che la diramerà.

Un po' di ricarica mi ci voleva. Buona notte!
RIVOLUZIONE MITE: DEMOCRAZIA DIRETTA - USO ESTREMO ARTICOLO 71 - DECALOGO RIFORME - Un Popolo UNITO (solo così sovrano) lo può fare. Nella Carta c'è tutto.
Avatar utente
Paolo Barbieri
 
Messaggi: 562
Iscritto il: 09/06/2010, 17:18

Re: DEMOCRAZIA DIRETTA: SE NON ORA QUANDO?

Messaggioda lectiones » 16/02/2011, 15:50

MARCELLO SORGI - Seppure attesa e in qualche modo scontata, la decisione del gip di Milano di rinviare a giudizio Berlusconi per i due reati - concussione e sfruttamento della prostituzione minorile - per i quali era sotto inchiesta da mesi, ha avuto l’effetto di un brusco richiamo alla realtà.
Malgrado i risultati delle indagini siano a tutti noti, pubblicati da tempo e diffusi da giorni anche in tv, fino a ieri si poteva pensare a uno dei tanti colpi di scena o forzature a cui il premier ci ha abituato, per aggirare o rinviare i suoi processi.
Le cinque righe uscite dal Palazzo di Giustizia milanese dicono che non sarà così. Berlusconi farà qualsiasi cosa per salvarsi, non esiterà a sollevare contro i magistrati un conflitto di attribuzione davanti alla Corte Costituzionale (con quale possibile accoglienza lo lasciavano intendere qualche giorno fa le parole di risentimento, per gli insulti ricevuti, dello stesso presidente della Consulta), e magari giocherà il tutto per tutto in una nuova tornata di elezioni anticipate, pur di evitare di ritrovarsi alla sbarra. Ma allo stato delle cose quella del 6 aprile è la data d’inizio fissata per il processo del secolo.


Può essere considerata una democrazia costituzionale quella in cui la magistratura spadroneggia su gli altri due poteri dello Stato mettendo a soqquadro le Istituzioni? Qualche dubbio? Nel secondo e terzo paragrafo dell’articolo di Marcello Sorgi pubblicato sulla Stampa, ogni dubbio cade e solo il sospetto conserva legittimità di sopravvivenza.
Un giudizio già pronunziato, indipendentemente dal processo che potrebbe scagionare il Cavaliere da ogni infamia. E la stessa Corte – arbitra imparziale per le faccende costituzionali – sembra che si sia legato al dito lo sfogo del Cavaliere che giustamente deprecava le “toghe rosse” per la persecuzione cui è soggetto ormai da diciassette anni. Da quel dì fatale che la “gioiosa macchina da guerra”, dell’Achille Occhetto, fu sgominata dalle prodezze derise del Cavaliere d’Arcore.
“Oportet ut scandala eveniant”, scrive Matteo nel suo Vangelo, un ammonimento nei confronti di coloro che offrono occasione di peccare soprattutto ai semplici. Se la sagacia della Corte individua nella semplicità del perseguitato (Berlusconi) il dolo della doglianza, “se non ora quando” questo naturale diritto potrà essere rivendicato?
Celestino Ferraro
lectiones
 
Messaggi: 343
Iscritto il: 26/07/2010, 16:28

Re: DEMOCRAZIA DIRETTA: SE NON ORA QUANDO?

Messaggioda Paolo Barbieri » 28/02/2011, 9:11

Chiedo licenza al moderatore per contravvenire ai suoi desideri e come ottenuta procedo a proporre la parte finale dell'editoriale di
Guido Crainz - la Repubblica del 27 02 11 " I profeti del cinismo"


Se una "partitocrazia senza partiti" e da tempo afasica, prigioniera dei temi e
dei tempi del premier, non inverte la tendenza, non contribuisce a mettere realmente al centro i
nodi del Paese e la speranza di futuro. Anche facendo un passo indietro, volto alla sua stessa
rigenerazione e rivitalizzazione. Anche pensando realmente a mettere in campo, in un domani
non lontano, una ipotesi di governo fondata su figure di altissima autorevolezza e competenza.
Un´ipotesi che abbia la credibilità e la forza per alimentare i fermenti positivi della società e per
offrirsi ad essi come riferimento sicuro e affidabile.


se anche nel forum i temi da me vagamente e flebilmente suggeriti non trovano eco, alimenta la perseveranza trovare via via qua e là qualche assonanza di un qualche valore (solo per me?).
RIVOLUZIONE MITE: DEMOCRAZIA DIRETTA - USO ESTREMO ARTICOLO 71 - DECALOGO RIFORME - Un Popolo UNITO (solo così sovrano) lo può fare. Nella Carta c'è tutto.
Avatar utente
Paolo Barbieri
 
Messaggi: 562
Iscritto il: 09/06/2010, 17:18

Re: DEMOCRAZIA DIRETTA: SE NON ORA QUANDO?

Messaggioda albertosorvillo » 05/03/2011, 10:19

UN POPOLO UNITO "CHE GIAMMAI SARA' VINTO”,

Perdona, ma trovo questa formulazione particolarmente tendenziosa oltre che ingiusta.
Nel nome di certe unioni si compirono notevoli nefandezze.
L'unione solleva dalla responsabilità, infatti questa si trasferisce sulla collettività e produce mostri irresponsabili.
albertosorvillo
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 04/09/2010, 18:01

Re: DEMOCRAZIA DIRETTA: SE NON ORA QUANDO?

Messaggioda Paolo Barbieri » 05/03/2011, 13:05

Mi rifacevo soltanto ad una celebre opera degli "Inti Illimani" complesso musicale cileno schierato contro pinochet ed esiliato dal dittatore.
RIVOLUZIONE MITE: DEMOCRAZIA DIRETTA - USO ESTREMO ARTICOLO 71 - DECALOGO RIFORME - Un Popolo UNITO (solo così sovrano) lo può fare. Nella Carta c'è tutto.
Avatar utente
Paolo Barbieri
 
Messaggi: 562
Iscritto il: 09/06/2010, 17:18

PrecedenteProssimo

Torna a Taccuino di primavera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron