Diventa Socio
Corriere della Sera

Ma svilire il Senato non cancellerà i nostri mali

6 giugno 2014
Corrado Stajano
senato

La necessità di fare in fretta e furia le riforme costituzionali è davvero nel cuore degli italiani come viene ossessivamente ripetuto dagli scranni alti e bassi di chi esercita il potere politico? Se ci si guarda intorno si prova sgomento. Come si fa a ricostruire un Paese se le palafitte sono marce? Leggi le varie proposte sulla modifica del Senato

LeG Lamezia Terme

La qualità dell’ambiente non è più un lusso ma una necessità

6 giugno 2014
Mario De Grazia
lamezia

Grande partecipazione al dibattito “Costituzione e Paesaggio” organizzato da Libertà e Giustizia a Lamezia Terme. Architetti, ingegneri, amministratori e privati cittadini si confrontano per rilanciare la città attraverso la sostenibilità ambientale.

L'intervento

Far tesoro della Costituzione per combattere l’illegalità

5 giugno 2014
Alberto Vannucci
vannucci

Il discorso di Alberto Vannucci a Modena. “Oggi siamo qui per un’Italia libera e onesta, e sottolineo onesta. Perché senza onestà non c’è vera libertà, se non c’è onestà a decidere i destini di questo paese saranno oggi come ieri le oligarchie criminali delle cupole, delle cricche, dei comitati d’affari”. L’intervento di Elisabetta Rubini . L’intervento di Gaetano Azzariti

Repubblica Firenze

Il futuro giusto che sognavamo

5 giugno 2014
Donne-firenze

“E COME potevamo noi cantare/ con il piede straniero sopra il cuore/ fra i morti abbandonati nelle piazze/ sull’erba dura di ghiaccio, al lamento/ d’agnello dei fanciulli, all’urlo nero/ della madre che andava incontro al figlio/ crocifisso sul palo del telegrafo?/ Alle fronde dei salici, per voto, /anche le nostre cetre erano appese,/ oscillavano lievi al triste vento”. Il sesto episodio della Liberazione a Firenze raccontata da Sandra Bonsanti.

L'intervento

Libera informazione per liberi cittadini

4 giugno 2014
foto14

L’intervento dal palco di piazza XX Settembre il 2 giugno a Modena di Elisabetta Rubini. Al governo Renzi, noi di LeG chiediamo che metta mano subito ad una riforma complessiva dell’emittenza televisiva in Italia. L’informazione è un diritto di libertà dei cittadini, che non può e non deve essere arraffato e strumentalizzato a fini di potere personale o di partito.

L'intervento

La corruzione che ci circonda

4 giugno 2014
fotoPalcoModena

Il testo integrale dell’intervento di Gustavo Zagrebelsky il 2 giugno a Modena. “Mi sono fatto alcune domande su voi, su noi che siamo in questa piazza. Nessuno di voi è venuto qui pensando di trarne un tornaconto. Siete qui per puro interesse civile e per puro impegno civile, non siete venuti qui per farvi vedere, per dire al potente di turno o che si pensa lo possa diventare, io ci sono”. Una lezione di onestà riempie piazza XX Settembre

Rai News

Ddl riforme Senato francese, ecco come funziona

4 giugno 2014

Governo e maggioranza Pd puntano al “modello francese” ma le opposizioni si dicono contrarie con Forza Italia che lo definisce “inaccettabile”. Ma come funziona e quali sono le prerogative dell’ultra citato Senato transalpino?
La composizione
Il Senato francese è composto da 348 Senatori : 326 sono eletti nel territorio dei dipartimenti, compresi quelli d’oltremare, 5 nei territori [...]

La riforma del Senato

3 giugno 2014
Aula Senato

Alla vigilia della discussione sugli emendamenti presentati in Commissione Affari Costituzionali del Senato, che comincia il 4 giugno, l’intesa non appare scontata. All’interno i testi in discussione: il testo del governo
, quello di Vannino Chiti
e quello sul modello francese
presentato da Miguel Gotor. Infine la proposta di Gustavo Zagrebelsky

Il Manifesto

Conservatori al potere

3 giugno 2014
Gaetano Azzariti
Azzariti

“La riforma costi­tu­zio­nale è tor­nata tra le prio­rità dell’attuale mag­gio­ranza. Si riparte da lì dove era­vamo rima­sti prima delle ele­zioni: dal pro­getto del governo, nono­stante esso sia stato cri­ti­cato da quasi tutti i sena­tori della com­mis­sione affari costi­tu­zio­nali, mal­grado l’approvazione di un oppo­sto ordine del giorno che dovrebbe impe­gnare in senso con­tra­rio la stessa com­mis­sione”. L’intervento letto a Modena nel corso della mani­fe­sta­zione «Per un’Italia libera e onesta».

La Gazzetta di Modena

Una lezione di onestà riempie piazza XX Settembre

3 giugno 2014
Chiara Bazzani
PiazzaModena

«La corruzione non è un fatto volontario da cui ci si può allontanare solo perché lo si decide. La realtà è che la diffusione della corruzione è diventata un humus nella vita politica e sociale dell’Italia»: queste le parole del giurista Gustavo Zagrebelsky intervenuto in chiusura della manifestazione “Per un’Italia libera e onesta. Ripartiamo dalla Costituzione” , organizzata dall’associazione Libertà e Giustizia, di cui è presidente onorario.