Diventa Socio
L'intervista di Radio Popolare a Lorenza Carlassare

Immunità: con questo Senato discussione ridicola

25 giugno 2014
Lorenza Carlassare

Se non fosse tragico sarebbe ridicolo. Ieri ho sentito che la ministra Boschi diceva di voler trovare una mediazione. La mediazione si ha tra persone che vogliono cose diverse. Sull’immunità nessuno la voleva. Tra chi mediano? Nessuna l’aveva messa, nessuno l’aveva pensata, che allora la eliminino, che mediazione è? Bisogna stare attenti quando si riducono gli spazi di democrazia e le garanzie, le minoranze espulse, un senato non elettivo….

Radio Popolare

Immunità: prima contraddizione del “nuovo” Senato

24 giugno 2014
bonsanti

Rispetto a questa riforma è la prima contraddizione del grande pasticcio. Se ci fosse un Senato vero avrebbero diritto come alla Camera di avere l’immunità. Ma siccome è un Senato finto, l’immunità non deve esserci, anzi andrebbe tolta a entrambi i rami del Parlamento.

IlFatto Quotidiano

Immunodeficienza acquisita

24 giugno 2014
Marco Travaglio
Aula Senato

I costituenti – basta leggere i lavori preparatori – temevano che la magistratura uscita indenne dal fascismo senza epurazioni, dunque omologata socialmente, culturalmente e politicamente alle classi dominanti, potesse colpire le forze di opposizione (di sinistra) per compiacere i partiti di governo (sempre gli stessi, nel sistema bloccato della guerra fredda).

LeG Ravenna

Riforme costituzionali e qualità della democrazia

20 giugno 2014
Paola Patuelli
logo_leg_senza_didascalia

Nell’incontro con il costituzionalista Gaetano Azzariti e con il senatore Walter Tocci parleremo, oltre che di Riforme costituzionali, di “qualità della democrazia”.
Non è questione di contorno. E’ il centro del problema.
Il circolo LeG di Ravenna organizza l’incontro “Riforme costituzionali e qualità della democrazia” , lunedi 23 giugno presso la Sala D’Attorre, Via Ponte Marino, Ravenna.

La Repubblica Firenze

Io, sopravvissuto a Villa Triste

13 giugno 2014
meoni

Nel settimo, e ultimo, articolo di questo ciclo Sandra Bonsanti ha incontrato Vittorio Meoni sopravvissuto alle torture di Villa Triste. Per parlare dei partigiani di ieri e dell’Anpi di oggi. Al telefono mi disse soltanto: «Sto leggendo i suoi ricordi. Io sono Vittorio Meoni, credo di essere l’ultimo ancora in vita dei sopravvissuti alla banda Carità ». Così, naturalmente, gli risposi: vengo a trovarla.

ANSA

Chiti, mi sento offeso e amareggiato

13 giugno 2014
chiti

“Sono in Parlamento grosso modo da quando c’è Luigi Zanda: mai ho visto dimissionamenti autoritari dalle commissioni. “Mauro e Mineo – aggiunge Chiti – sono stati dimissionati dai rispettivi gruppi per dissenso possibile: io, senza essere avvertito, per misura cautelativa preventiva. Mi sento sinceramente amareggiato e offeso”.

Il Manifesto

Arroganza del potere

13 giugno 2014
Norma Rangeri
Berlusconi-renzi

E così, secondo le leggi della nuova monar­chia (anti­co­sti­tu­zio­nale), l’incompatibile sena­tore Mineo è stato epu­rato e al suo posto imme­dia­ta­mente nomi­nato il capo-gruppo Zanda, pro­prio quello che a ogni for­za­tura ber­lu­sco­niana sban­die­rava l’articolo 67 della Costi­tu­zione sul non vin­colo di man­dato. Ma la mal­de­stra operazione-pulizia si è pre­sto tra­sfor­mata in un boo­me­rang, e da uno i ribelli sono diven­tati quat­tor­dici, tutti auto­so­spesi dal gruppo par­la­men­tare del Pd.

Il Manifesto

La destituzione non è sostituzione

13 giugno 2014
Gaetano Azzariti
Azzariti

La rimozione dei senatori Mario Mauro e Corradino Mineo dalla Commissione affari costituzionali solleva tre ordini di problemi giuridici. Si tratta, in primo luogo, di verificare la correttezza dell’interpretazione del Regolamento del Senato. In secondo luogo, di valutare la conformità a Costituzione della decisione assunta. In terzo luogo, di considerare gli effetti di tale decisione sul sistema politico complessivo.

Il Fatto Quotidiano

Renzi “epurator”, fa fuori Mineo e Chiti

12 giugno 2014
Wanda Marra

Sabato dirò al partito dove andare con il 40,8%”: una promessa, ma anche una minaccia. Matteo Renzi torna oggi dal viaggio in Cina e praticamente già sotto la scaletta dell’aereo (almeno metaforicamente) lo aspettano ministri, collaboratori, amici e oppositori. Perché è stato fuori solo 4 giorni e i dossier da esaminare si sono accumulati. Con [...]

La Repubblica

La vendetta del Palazzo

12 giugno 2014
Massimo Giannini

Che altro giudizio si può dare, sulla norma che reintroduce la responsabilità civile «diretta» dei magistrati, inasprendo le sanzioni per gli errori commessi nell’esercizio della funzione? Un emendamento della Lega, ricalcato dal testo di un disegno di legge che l’allora Pdl provò più volte ad imporre nella passata legislatura, ora improvvisamente agganciato all’iter della legge europea [...]