Diventa Socio
Il Fatto Quotidiano

Riforme, Carlassare: ‘Popolo solo per acclamazione. Coscienza parlamentari si risvegli’

15 settembre 2014
Annalisa Ausilio
CarlassareBologna

L’idea di fondo è quella di tagliare la voce a un popolo che serve solamente come strumento di acclamazione”. Così la costituzionalista Lorenza Carlassare commenta le riforme istituzionali del governo Renzi intervenendo al dibattito “Contro la democrazia autoritaria” nel corso dei due giorni di Festa del Fatto Quotidiano a Roma.

Memorie di un maestro

Ricordi di una “scuola” di vita

15 settembre 2014
Giuseppe Aragno*
Secondigliano

Il Direttore Didattico mise in campo il coraggio di ex combattente, ma alla scuola di massa mancò sempre qualcosa, dai bidelli agli arredi, dalle aule alla palestra, dai laboratori ai sussidi. E non bastò nemmeno che molti dei docenti ostili, capito il gioco, scendessero in trincea; la “democrazia partecipata” morì nell’impotenza degli Organi Collegiali e la stagione di lotte si chiuse in labirinti di zingari, copertoni, carcasse d’auto rubate e battaglie sindacali sugli stipendi.

Ravennanotizie.it

“Laicità nelle istituzioni”: un corso nazionale a Ravenna di Libertà e Giustizia

12 settembre 2014

Il 20 e 21 settembre prossimi si terrà a Ravenna un corso nazionale sul tema “Laicità nelle Istituzioni di interesse pubblico” nell’ambito delle Scuole di Formazione Politica di Libertà e Giustizia, organizzato dal circolo di Ravenna con il patrocinio del Comune di Ravenna, del Dipartimento Beni Culturali dell’università di Bologna e con il contributo della [...]

Il Fatto Quotidiano

“Riforme inutili, lo Stato smetta di coprire i reati”

12 settembre 2014
Marco Travaglio
davigo

Riforme inutili”. Piercamillo Davigo, già pm del pool Mani Pulite, ora giudice di Cassazione, lo ripete di continuo (l’ultima volta domenica a Cernobbio) dopo aver letto le linee guida di riforma della giustizia. In questa intervista al Fatto, spiega il perché.

la Repubblica

Il valore della dignità, quella fragile barriera contro la barbarie

12 settembre 2014
isis

Da Abu Ghraib ai reporter sgozzati. Cosa resta di un principio che infonde leggi e costituzioni. C’è una via che non sia né l’indiffer enza, né la ritorsione? C’è la possibilità che non ci si abbandoni, a propria volta, alla violenza indiscriminata e dimostrativa che accomuna nella stessa sorte innocenti e colpevoli, cioè alla guerra che travolge gli uni con gli altri? Sì, c’è, ed è la responsabilità che si fa valere nelle sedi della giustizia. Dignità, responsabilità e giustizia si tendono la mano.

Il Fatto Quotidiano

Teste di Legnini

11 settembre 2014
Marco Travaglio
consiglio-superiore-della-magistratura-150x150

Dopo mesi di fumate nere, il partito unico renziano Pd&FI&frattaglie varie ha deciso che il vicepresidente del Csm sarà Giovanni Legnini, 55 anni, in politica da 38, avvocato e docente in aspettativa, ex Pci, ex Pds, ex Ds, ora Pd, già sindaco di Roccamontepiano (Chieti), senatore dal 2004, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del governo Letta e all’Economia nel governo Renzi.

Corriere fiorentino

Due sistemi diversi, che errore E non basta nasconderne uno

11 settembre 2014
Marzio Fatucchi
Scheda elettorale

Enzo Cheli, professore di diritto costituzionale e vicepresidente emerito della Corte costituzionale, rimane dubbioso sulla correttezza giuridica del listino «eventuale», che i partiti possono usare o meno, previsto nella legge elettorale per presentare alcuni candidati. Ed averlo «nascosto» dalla scheda non cambia nulla. Leggi anche “Ecco il Toscanellum” di Fabio Evangelisti

La legge elettorale toscana

Ecco il Toscanellum

9 settembre 2014
Toscana

La notizia è questa: il Consiglio Regionale della Toscana è riunito – oggi e domani – per varare una nuova legge elettorale. Quello stesso Consiglio che dieci anni fa, con le liste bloccate, aprì la strada al “Porcellum” nazionale di Calderoli è di nuovo al lavoro e chissà quanti nuovi danni potrà fare. Leggi anche “Alla festa del Pd negati i banchini per le firme” e il parere del costituzionalista Enzo Cheli

la Repubblica

Perché quella riforma non mi piace

9 settembre 2014
Elena Cattaneo *
Cattaneo

Una classe politica davvero qualificata, nel riformare una Costituzione, dovrebbe imparare ad apprezzare e quindi valorizzare i modi in cui è stata scritta quella in vigore. Come si era lavorato, le personalità coinvolte, la dimensione concettuale e non ultima — immagine espressa con una felice e semplice frase da Eugenio Scalfari — con quanta “mancanza di fretta” si arrivò alla formulazione finale. Anzi, quanta ammirevole “sottigliezza, meticolosità, perspicacia e lungimiranza” siano state fondamentali e prioritarie per ogni passaggio e per ogni articolo.

Comunicato stampa

Un Paese senza

9 settembre 2014
gufo

Senza una legge elettorale. Senza due giudici della corte costituzionale. Senza una Costituzione legittimata dalla classe politica. Senza un’opposizione, dove chi dissente è disprezzato e emarginato. Senza verità sulle stragi. Siamo un Paese senza. Leggi l’articolo sul blog di Repubblica .