Diventa Socio
Il Fatto Quotidiano

Napolitano sostiene Renzi? Appoggiava pure Stalin…

29 luglio 2014
Silvia Truzzi
Gherardo Colombo

Gherardo Colombo, ex pm di Mani pulite, oggi presidente di Garzanti e membro del cda Rai dice la sua su quelle che a suo avviso sono “riforme frettolose”. “I sostenitori della riforma costituzionale però non rispondono mai nel merito. Chi osa criticare il progetto viene additato come gufo, rosicone, addirittura “allucinato”. Per non dire dei costituzionalisti liquidati come “professoroni”. Leggi anche “Così si strozza la democrazia” di Lorenza Carlassare e “Autoritarismo vs democrazia: il discorso del re? Paradossale” di Rossella Guadagnini

La ministra delle riforme

La filibusta ha origini antiche

28 luglio 2014
Nadia Urbinati
boschi2

Quindi, alla Ministra Boschi occorre rammentare che in tutti i “paesi democratici” sono messi limiti al potere della maggioranza (sia dalla costituzione che dai regolamenti di decisione tra l’altro accettati da tutti, maggioranza e minoranza). Solo nelle democrazie dove vige il potere incontrastato della maggioranza, alla minoranza si impone di subir tacendo. Leggi anche “Ostruzionismo, un valore nella storia” e “Lo strapotere del capo del governo”

Lettera aperta al capo dello Stato

Caro Presidente, la “macchinazione” c’è

28 luglio 2014
05desk1f01-renzi-napolitano

Chiediti ad esempio perché ancora non ci danno gli estremi (un testo scritto?) del patto del Nazareno, chiediti di quelle presenze istituzionalmente inspiegabili e storicamente compromesse con la parte occulta dello Stato. Chiediti il perché di questo rinascimento di Berlusconi. Chiediti il perché tutto o quasi tutto quello che si vuole fare oggi era già previsto in progetti definiti “macchinazioni” nella relazione della Commissione Anselmi votata quasi all’unanimità dal Parlamento italiano.

Una Repubblica democratica, onesta e libera

28 luglio 2014
29936461_note-del-presidente-nazionale-dell-anpi-carlo-smuraglia-0

La prof.ssa Carlassare ci ha appena ricordato che questa è una festa, e a una festa fra amici di solito non ci si va con la cravatta. Io ce l’ho perché dopo devo andare ad una cerimonia nella quale un’amministrazione comunale consegnerà ai ragazzi e alle ragazze delle scuole la nostra Carta costituzionale. Un gesto [...]

Il Filibustering

Ostruzionismo, un valore nella storia

25 luglio 2014
Giuseppe Aragno*
giolitti

Boschi e Renzi sembrano ignorarlo – il “Piccolo Bignami di Storia Contemporanea” non forma statisti – ma il vituperato ostruzionismo parlamentare ha scritto pagine nobili nella storia della nostra democrazia, firmate da uomini come Giolitti e Zanardelli. Intestando ai due grandi esponenti dell’Italia liberale la tessera del partito dei frenatori gufi, i leader del “nuovo che avanza” dimostrano una povertà culturale che spiega da sola l’abisso in cui precipitiamo.

L'intervento

Dubitate, dubitate, dubitate

25 luglio 2014
Marco Travaglio
travaglio modena

Volevo dare a tutti una notizia: Re Juan Carlos ha abdicato, sentendosi troppo anziano, essendo lui nato nel 1938. Mi vengono in mente un sacco di pensieri cattivissimi ma sarò istituzionale…..dico solo che se uno è del ’25 è giovane, se uno è del ’38 è vecchio e abdica.
Volevo ora parlarvi dei nostri rappresentanti in [...]

La riforma

Lo strapotere del capo del governo

24 luglio 2014
boschi

La legge elettorale proposta dal governo e privatamente pattuita al Nazareno, ripercorrendo la logica già affermata dal “porcellum”, ha la finalità di creare ad ogni costo una maggioranza di governo, nel nome di una governabilità che si realizzerebbe non nella capacità di cercare soluzioni, ma nel potere d’imporre decisioni.

Senato.it

Corsini: la distorsione di un senato non eletto

24 luglio 2014
Paolo Corsini *
Corsini

Resoconto stenografico dell’intervento del senatore Pd, Paolo Corsini, il 14 luglio scorso. “Ebbene, voglio dire che, a mio avviso, il consenso abilita al governo, non all’esercizio del comando. Non c’è nessun freno, nessun sabotaggio, nessuna imboscata, ma soltanto la passione di chi, a schiena dritta e a testa alta, difende le proprie convinzioni senza ricerca di alcun tornaconto; e vale anche la civiltà del linguaggio e la purificazione dei termini con cui avvaloriamo le nostre argomentazioni”.

Il Manifesto

La semina del presidenzialismo

24 luglio 2014
Norma Rangeri
05desk1f01-renzi-napolitano

L’arroganza del per­so­nag­gio e la tor­sione auto­ri­ta­ria del suo pro­getto di revi­sione della Carta sono noti e ormai dif­fu­sa­mente rico­no­sciuti da una larga opi­nione pub­blica. E tut­ta­via va sot­to­li­neata la fun­zione ideo­lo­gica di que­sta esi­bi­zione di forza, di que­sto atteg­gia­mento oltran­zi­sta e ricat­ta­to­rio (dopo di me il diluvio).

Il Fatto Quotidiano

“L’ultimo atto di una lunga regressione politica”

24 luglio 2014
Silvia Truzzi
Azzariti

Due giorni dopo l’anatema “allucinatorio” del ministro Maria Elena Boschi, Gaetano Azzariti, professore di Diritto costituzionale alla Sapienza, non dà alcun segno di alterazione: “M’infastidisce molto che le obiezioni dei ‘professoroni’ non vengano mai prese in considerazione nel merito.