Diventa Socio
Il Fatto Quotidiano

Tsipras: “Ho l’età di Renzi, ma lui non dà fastidio ai forti”

17 aprile 2014
Matteo Pucciarelli e Giacomo Russo Spena
tsipras

Però facendo un confronto con il mio coetaneo italiano Matteo Renzi, io – a differenza sua – non ho avuto un trattamento di favore dai media: non mi hanno dipinto come un “bravo ragazzo”, anzi hanno provato con testardaggine e determinazione a trasformare il mio essere giovane in un punto debole. La mia età come limite e non come risorsa. Probabilmente la posizione di Syriza, diversamente da quella di Renzi, fa paura ai poteri forti in Grecia e in Europa.

la Repubblica

Piazza della Loggia: “Ignorate le prove contro i neofascisti”

16 aprile 2014
Benedetta Tobagi
loggia

I neofascisti che si ritroveranno nuovamente imputati per la strage di piazza della Loggia del 28 maggio 1974 a Brescia, che uccise otto persone, erano stati assolti per un «ipergarantismo distorsivo». Lo spiega la Corte di Cassazione nelle 84 pagine di motivazioni in base alle quali sono stati annullati i proscioglimenti per Carlo Maria Maggi, ex Ordine Nuovo, e Maurizio Tramonte, che ora viene descritto come un «reticente» e «intraneo» della destra eversiva, più che come un presunto infiltrato dei servizi.

La Repubblica.it

Legge elettorale, abolizione del Senato: riforme o svolta autoritaria?

15 aprile 2014

Il circolo Libertà e Giustizia di Firenze ha organizzato per giovedì 17 aprile alle ore 17,30, presso il saloncino dell’Arci di Firenze, in piazza dei Ciompi 11, il dibattito: Legge elettorale, abolizione del Senato: riforme o svolta autoritaria?  Su questo tema si confronteranno Walter Tocci, Senatore del Partito democratico e direttore del Centro per la [...]

la Repubblica Torino

Zagrebelsky: “Renzi non è il tiranno, ma ignoriamo cosa accadrà poi”

15 aprile 2014
Gabriele Guccione

DALLA riforma del Senato agli 80 euro promessi in busta paga per chi guadagna meno di 1500 euro al mese. Due promesse, appunto. Entrambe di Matteo Renzi, il “nuovo” che ieri il presidente emerito della Corte Costituzionale, Gustavo Zagrebelsky, ha assunto a paradigma dei Governi europei col «pilota automatico », che «hanno rinunciato a fare [...]

La Stampa

E con Zagrebelsky spunta Enzo Bianchi “Conservatore è Renzi, non noi”

15 aprile 2014
Jacopo Iacoboni
Zagreb-Tsipras

Arriva Gustavo Zagrebelsky, il professorone tra i professoroni. Ironico e divertente, per chi ha l’occasione di conoscerlo è davvero tutto il contrario della caricatura che ne fa la destra. Dice che «80 euro sono una pezza» (Gallino dirà «spiccioli» per la conservazione). Ma per Zagrebelsky «il problema non è Renzi, lui non è un tiranno; è che dicono a me conservatore, ma i conservatori sono loro, messi lì per garantire lo status quo». Leggi l’articolo sul Fatto Quotidiano.it e guarda il video . Leggi l’articolo su Repubblica Torino .

Il Fatto Quotidiano.it

Riforme, Zagrebelsky: “Oggi Renzi non sembra tiranno, ma domani?”

15 aprile 2014
Cosimo Caridi

“Renzi è un signore molto energetico, ma non è tanto una questione di uomini piuttosto di istituzioni”. Gustavo Zagrebelsky, presidente emerito della Corte Costituzionale, interviene dal teatro Gobetti di Torino, in occasione di un evento sulla Costituzione organizzato da Alessandra Quarta, candidata alle elezioni europee per la lista Tsipras.

Il manifesto

La retorica di Callicle contro i professori

14 aprile 2014
Marco Revelli

«Certo, Socrate, la filo­so­fia è un’amabile cosa, pur­ché uno vi si dedi­chi, con misura, in gio­vane età; ma se uno vi passi più tempo del dovuto, allora essa diventa rovina degli uomini», tanto più se s’intende ammi­ni­strare la città.
Così dice Cal­li­cle nel Gor­gia, il dia­logo pla­to­nico dedi­cato alla Reto­rica, e aggiunge che «chi si attar­dasse [...]

Micromega.it

Riforme pericolose? Siamo in piena postdemocrazia

14 aprile 2014
Rossella Guadagnini
colin

La democrazia “è la società in cui non è solo permesso ma è addirittura richiesto essere persona” sosteneva Maria Zambrano in Persona e democrazia (1958). Ma oggi, a mezzo secolo di distanza, chi vuole per davvero ‘essere persona’ e sostenerne l’onere? La partecipazione attiva al dibattito politico è la caratteristica fondamentale di una società democratica. [...]

Il Fatto Quotidiano

Hombres horizontales

9 aprile 2014
Marco Travaglio
renzi

Siccome in Italia – come diceva Flaiano – “i fascisti sono una trascurabile maggioranza”, nessun intellettuale (o quasi) riesce a comprendere l’allarme di Zagrebelsky, di Rodotà e degli altri firmatari dell’appello di Libertà e Giustizia contro la “svolta autoritaria”. Infatti, dopo una settimana di ostracismo su tutti i tg e i giornali (tranne il nostro), l’appello e i suoi firmatari sono diventati il bersaglio di attacchi concentrici, insulti plenari e scomuniche trasversali che vanno dalla destra al centro alla sinistra. Leggi anche Futurismo anticostituzionale di Tommaso Fattori

Il Manifesto

Riforme. Se chi critica il governo è perduto

8 aprile 2014
Gaetano Azzariti
governorenzi

Vorrei invitare tutti (opinione pubblica, soggetti politici, responsabili istituzionali, noi stessi) a fare uno sforzo per uscire dalla vuota retorica dominante, dalla politica dello sberleffo, dalla fascinazione della frase ad effetto. Per guardare al merito delle cose. Impressiona, in effetti, vedere come la discussione pubblica sulle riforme costituzionali si svolga ormai prescindendo del tutto dai fatti e dal contenuto della riforma proposta.