Diventa Socio
La riforma Giannini

La scuola pubblica messa in ginocchio

10 luglio 2014
Giuseppe Aragno*
scuola

Il problema della scuola che Renzi, buon ultimo, mette in ginocchio dopo anni di attacchi devastanti, non può ridursi ora a un orario di lavoro che aumenta a parità di retribuzione, alle strutture fatiscenti fino all’inagibilità, al trattamento economico e giuridico dei lavoratori, ai tagli, alla precarietà, al potere sconosciuto e pericoloso di dirigenti scolastici che decideranno a chi dare i bonus stipendiali e alla rapina degli scarsissimi investimenti pubblici, utilizzati per foraggiare il privato.

Il Manifesto

Costituzione e falsità

10 luglio 2014
Massimo Villone
senato

Dopo le apo­rie del rifor­mando senato, tocca ad alcune fal­sità. È falso, in ogni caso, che dal bica­me­ra­li­smo pari­ta­rio si esca neces­sa­ria­mente con un senato non elet­tivo. Al con­tra­rio, nelle ultime legi­sla­ture sono mol­te­plici le pro­po­ste di camere dif­fe­ren­ziate nei poteri, anche per la fidu­cia e il bilan­cio, ma entrambe elet­tive. Pro­po­ste che inve­stono sul senato, piut­to­sto che azze­rarne il peso poli­tico e isti­tu­zio­nale. Baste­rebbe leggerle.

Martedi 15 luglio l’assemblea auto-convocata a Roma

Il nuovo Senato

Riforme: presentato emendamento su Senato non elettivo

9 luglio 2014
ANSA
18desk1f01-senato-emiciclo3

I relatori hanno presentato in Commissione Affari Costituzionali del Senato l’emendamento che
recepisce l’accordo fra maggioranza e FI. Esso prevede che i senatori non vengano eletti dai cittadini bensì dai consigli regionali in proporzione della consistenza dei gruppi consiliari.

Il messaggio di solidarietà

Non spegniamo L’Unità

9 luglio 2014
LeG
unità

Libertà e Giustizia si augura che tutti coloro che possono aiutare a salvare la storia e i giornalisti de L’Unità contribuiscano attivamente a raggiungere il risultato che chiede la redazione.
In un momento come questo in cui si predilige correre sul carro del vincitore è molto importante che L’Unità riesca a mantenere e, anzi, ad accrescere gli spazi di libertà e autonomia dell’informazione.

Il Manifesto

Riforme, le ragioni dei resistenti

9 luglio 2014
Andrea Fabozzi
chiti

Ma se in aula sarà bat­ta­glia, quello che si è riu­nito ieri per tutto il pome­rig­gio a Roma è di certo il quar­tier gene­rale delle truppe resi­stenti. Pochi sena­tori — Chiti, Cas­son, Mineo, Tocci, Mario Mauro — e molti costi­tu­zio­na­li­sti, tra i più auto­re­voli. L’associazione per la demo­cra­zia costi­tu­zio­nale e altre asso­cia­zioni hanno chia­mato a rac­colta quelli che per Renzi, ma ormai anche per la sin­tesi dei gior­nali e tg, sono sem­pli­ce­mente i «fre­na­tori». Leggi l’articolo sul Fatto Quotidiano

La riforma costituzionale

Ma le Costituzioni vivono nella storia

8 luglio 2014
Salviamo la Costituzione 25-04-05

Domandiamoci, piuttosto, perché la storica vittoria referendaria (2006) sia stata abbandonata all’oblio, quasi disconosciuta dal PD, permettendo prima a Berlusconi di far credere che le sue insufficienze governative dipendessero da una complessiva inefficienza del sistema e poi a Renzi di tentare uno stravolgimento dei poteri politici che cancellerà ogni equilibrio tra i diversi istituti.

Comunicato stampa

Ferri cosa aspetta?

7 luglio 2014
Libertà e Giustizia
Tocco magistrati

Cosa aspetta il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri a dimettersi? E cosa aspetta il premier Renzi a chiedere ufficialmente le sue dimissioni? Libertà e Giustizia ricorda la gravità di chi abusa del suo ruolo governativo per influenzare elezioni di un altro organo dello Stato.

Comunicato stampa

Venerabili e patti segreti

4 luglio 2014
venerabili _bn

Almeno, quando ci spacciano queste “riforme” per il nuovo, per un presente che guarda al futuro, mi piacerebbe che ci fossero voci di qualcuno che ricorda e ammonisce. E respinga nella palude gli eredi dei venerabili, e dei loro patti segreti. Noi, antichi “ribelli”, certamente non staremo zitti. Leggi anche “I padri della patria”

Il Fatto Quotidiano

“L’immunità è eccessiva, anche a Montecitorio”

3 luglio 2014
Silvia Truzzi
CarlassareBologna

Mi sembra una proposta veramente inammissibile: sarebbe ragionevole estendere ai membri del ‘nuovo’ Senato l’insindacabilità, stabilendo che, come i deputati, non possano essere chiamati a rispondere per le opinioni espresse e i voti dati nell’esercizio delle loro funzioni. Purché l’insindacabilità si riferisca unicamente alle funzioni senatoriali e non alle altre esercitate in diversa veste. Leggi anche “Costituenti e costituiti” di Marco Travaglio.

La presidenza italiana

Semestre europeo: auguri a tutti!

30 giugno 2014
renzi

A proposito: il primo semestre 2014 è stato presieduto dalla Grecia. Qualcuno se n’è accorto? Il semestre successivo, dal 1 gennaio 2015, toccherà alla Lettonia. Ma davvero qualcuno pensa che la Germania e la Merkel possano affidare a queste presidenze di turno la soluzione dei problemi? Auguri, comunque! A Matteo Renzi e a tutti gli italiani.