Diventa Socio
LeG Perugia

L’Alto Rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri: tra belle speranze e resistenze

1 settembre 2014
mogherini

Ora che il faticoso tira e molla sul nome del nuovo Alto Rappresentante si è concluso, è Federica Mogherini a prendere il posto di Lady Catherine Ashton, per una carica che potenzialmente potrebbe molto di più, se solo non fosse costretta negli angusti margini di manovra lasciati dai paesi europei. Gelosi difensori, questi ultimi, della possibilità di gestire individualmente (ma non sempre efficacemente) le relazioni internazionali.

L'Huffington Post

Ma Renzi è adatto a governare?

1 settembre 2014
Lucia Annunziata
economist

È adatto Matteo Renzi al compito che si è preso? “Is he fit to govern?”. Alla fine, spenti i fuochi artificiali, il Renzi che esce da Palazzo Chigi e naviga nel mondo reale è nei fatti un premier tenuto continuamente a balia da altri. Un premier decisamente messo al suo posto di ragazzino. E non solo dalla copertina dell’Economist.

I corsi di formazione politica

Messina e Ravenna: le scuole di LeG

31 luglio 2014
LeG Messina e LeG Ravenna
montalbano-300x150

Partono a settembre due scuole di formazione politica organizzate dai circoli di Messina e Ravenna . L’economia e la democrazia viste nell’ottica isolana e del mezzogiorno sarà il tema della scuola siciliana, a Ravenna si parlerà invece di “laicità”.

Corriere della Sera

La Carica dei Toscani alla Corte del Principe

31 luglio 2014
Gian Antonio Stella
toscana

Che Matteo Renzi si sia giorno dopo giorno circondato di collaboratori corregionali e in particolare fiorentini, a dispetto della diffidenza di un fiorentino come Dante Alighieri che bollò i concittadini come «quello ingrato popolo maligno», era chiaro da tempo. Ma la nomina della Orlandi, empolese di nascita e fiorentina di adozione, ha messo il sigillo.

Senato.it

Casson: no all’applicazione del “canguro”

30 luglio 2014
casson

L’intervento di Felice Casson: «Le disposizioni di cui all’ultimo periodo del comma 8 dell’articolo 85 non si applicano nella discussione dei progetti di legge costituzionali e di quelli di cui all’articolo (…)».

Leggi anche l’articolo sull’Huffington Post : Riforma Senato, stallo sul Canguro 

la Repubblica

Quella bagarre sulle riforme

30 luglio 2014
Stefano Rodotà
rodota

Stiamo vivendo il periodo forse più difficile e complicato della nostra storia politica e istituzionale. Giunge alla conclusione un tempo abusivamente chiamato “Seconda Repubblica”, e che altro non è stato se non una lunga transizione verso il nulla di un berlusconismo che ha dissolto società e cultura e di larghe intese che hanno certificato l’assenza di iniziativa e fantasia politica, sostituite con un assemblaggio di materiali ormai logori. Leggi anche “Chiusi nella gabbia del Nazareno” di Massimo Franco .

Il Fatto Quotidiano

La balla della lentezza: una legge ogni 10 giorni

30 luglio 2014
Maurizio Viroli*
senato

“Su un punto i riformatori hanno ragione: noi critici siamo gufi. Temo tuttavia che ignorino che noi gufi vediamo anche di notte quando gli altri sono ciechi, e le nostre sorelline civette sono sempre state simbolo della saggezza. Complimento più encomiastico non potevano rivolgercelo. Ringrazio anche a nome degli altri gufi, e cercheremo di essere all’altezza”. Maurizio Viroli docente a Princeton e sarà tra i relatori della scuola politica di Ravenna venerdì 20 settembre. Leggi anche l’intervista a Gherardo Colombo . Contro i ladri di democrazia, firmiamo per fermarli .

LeG Piacenza

Il ruolo del cittadino come garante della democrazia. L’appello di uno studente

30 luglio 2014
Giovanni Chiarini*
Costituzione_330px

Al bando eroismi e gesti eclatanti, basterebbe sentirsi responsabili in prima persona, essere quel mattone che insieme ad altri può favorire la costruzione di un edificio collettivo a vantaggio di tutti. E non facciamoci raggirare quando qualche governante “illuminato” ci parla di nuovi diritti. I nuovi diritti non esistono.

La ministra delle riforme

La filibusta ha origini antiche

28 luglio 2014
Nadia Urbinati
boschi2

Quindi, alla Ministra Boschi occorre rammentare che in tutti i “paesi democratici” sono messi limiti al potere della maggioranza (sia dalla costituzione che dai regolamenti di decisione tra l’altro accettati da tutti, maggioranza e minoranza). Solo nelle democrazie dove vige il potere incontrastato della maggioranza, alla minoranza si impone di subir tacendo. Leggi anche “Ostruzionismo, un valore nella storia” e “Lo strapotere del capo del governo”

Il Fatto Quotidiano

Firmiamo per fermarli

25 luglio 2014
Marco Travaglio
opposizione senato

Dopo tre anni di pensiero unico, quello delle larghe intese, è risorta l’opposizione. Ora, per fortuna, ci sono anche pezzi di Pd e di Forza Italia, com’è giusto che sia per una battaglia senza bandiere che non può essere né di destra né di sinistra, né di sistema né antisistema. È una battaglia di democrazia che riguarda tutti noi. In attesa di gridarlo in piazza, cominciamo a dirlo con una firma. Contro i ladri di democrazia, firma la petizione