Diventa Socio
Il Fatto Quotidiano - Intervento a PiazzaPulita

“Riforme per il potere, non per la democrazia”

2 aprile 2014
ZagrebelskkyRodotà

Riforma del Senato, nuova legge elettorale e, in prospettiva, l’elezione diretta del presidente del Consiglio (ma questa riforma a mio avviso sarebbe perfino superflua perché di fatto sarebbe già realtà) fanno parte di un unico disegno. Inoltre, prima o poi si agirà sulla magistratura col rischio che si riducano i poteri di controllo.
Rivedi Elisabetta Rubini a Ballarò – Puntata del 1° aprile Leggi l’intervista a Stefano Rodotà

L'adesione

Gallino: no allo stravolgimento della Costituzione

1 aprile 2014
Luciano Gallino

Lo stravolgimento della Costituzione che il governo progetta, e le modalità che pensa di seguire, hanno tutte le caratteristiche di una svolta autoritaria attuata non a rate, ma in un colpo solo. Bisogna farsi sentire in tutte le sedi possibili per opporsi ad essa.

Il fatto quotidiano

Appello Zagrebelsky: Renzi, la retorica del nuovo e la memoria storica

1 aprile 2014
Daniela Padoan

Ho firmato e invito a firmare l’appello promosso da Libertà e giustizia, convinta che vi sia un concreto pericolo di svolta autoritaria sia nel contenuto che nei modi con cui si vuole mettere mano al bicameralismo e all’articolo V della nostra Costituzione.
Il premier Renzi presenta il sostanziale depotenziamento del Senato come “uno spartiacque tra chi [...]

L'intervento

No agli aut aut sulla Costituzione

1 aprile 2014
Franco Monaco
renzi

Renzi non fa che ripetere che egli si gioca tutto, in nome del principio di responsabilità. Ma quella costituzionale non è materia di governo. Su di essa il mantra con il quale il premier annuncia solennemente che se non passasse esattamente la sua riforma costituzionale egli lascerebbe la politica non è una virtuosa prova di coraggio e di etica della responsabilità, ma un aut aut che inibisce una libera discussione.

L'Huffington Post

Stefano Rodotà risponde a Matteo Renzi: “È solo un insicuro non ci rottamerà”

1 aprile 2014

Un vero e proprio botta e risposta senza esclusione di colpi. Protagonisti? Matteo Renzi e Stefano Rodotà (e altri colleghi professori e costituzionalisti). Da una parte chi (il Premier), sul tema riforme costituzionali e abolizione del Senato, va dritto per la sua strada convinto che sia la migliore dall’altra chi (l’ex garante della privacy) firma appelli per [...]

L'adesione

Associazione Articolo 53

1 aprile 2014
Claudio Mazzoccoli

Come Associazione sottoscriviamo l’appello “Verso la svolta autoritaria” e ci dichiariamo disponibili a promuoverlo nelle nostra rete. Siamo anche pronti a partecipare a vostre manifestazioni nel nome della difesa dei principi costituzionali.
 
Associazione Articolo 53
Claudio Mazzoccoli
Portavoce per la Toscana
 

Il Fatto quotidiano

Libertà e Giustizia, nuove adesioni: Fo, Strada e La Valle

1 aprile 2014

Dopo le adesioni di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio al manifesto di Libertà e Giustizia “Ve rs o la svolta autoritaria”, arrivano anche quelle del premio Nobel Dario Fo, del fondatore di Emergency Gino Strada e di Raniero La Valle, presidente dei Comitati Dossetti. Tre nomi di lustro che si vanno ad aggiungere alla lista dei [...]

Il Fatto quotidiano

“Renzi è solo un insicuro e non ci rottamerà”

1 aprile 2014
Silvia Truzzi
Stefano Rodotà

Dice il presidente del Consiglio con le mani in tasca di aver “giurato sulla Costituzione, non sui professoroni”. E dunque abbiamo interpellato Stefano Rodotà, uno dei professoroni firmatari dell’appello di Libertà e giustizia, eloquentemente intitolato “Verso una svolta autoritaria”.

“Ascolta Sandra Bonsanti su Radio Popolare” ed “Elisabetta Rubini su Radio3″ .

Il Fatto quotidiano

Lasciatemi lavorare/2

1 aprile 2014
Marco Travaglio

Dice Matteo Renzi ad Aldo Cazzullo del Corriere: “Io ho giurato sulla Costituzione, non su Rodotà o su Zagrebelsky”. Dirà il lettore del Corriere : perché, che c’entrano Rodotà e Zagrebelsky? Il Corriere infatti, come tutti i giornaloni, si è dimenticato di informare i cittadini che da una settimana Rodotà, Zagrebelsky e altri intellettuali hanno [...]

l'Unità

Grillo e Casaleggio con Rodotà: “No a svolte autoritarie”

31 marzo 2014
Rachele Gonnelli
ZagrebelskkyRodotà

Quanto all’appoggio di Grillo e Casaleggio, “è sicuramente importante anche se non è stato cercato” dice Sandra Bonsanti. A titolo personale dice: “Avrei preferito che ad accogliere il nostro messaggio fosse stato il Pd, il partito più grosso”. Trovo insopportabile la risposta di Serracchiani a Grasso, credo che la neo vicesegretaria del Pd prima di ribattere alla seconda carica dello Stato avrebbe fatto meglio ad attendere e fare una riflessione più attenta”. Leggi l’intervista Pietro Grasso su Repubblica .