In spregio ai cittadini  

In spregio ai cittadini   

Da cittadini, assistiamo attoniti alla guerra scatenatasi all’interno del governo in carica, per mano di una delle sue componenti determinata, a quanto pare, ad ottenere maggiore potere.

Da cittadini,  viviamo al contempo una condizione di estrema incertezza, di timore e, per molti, di lutto. Siamo chiusi in casa, subiamo gravi limitazioni rispetto alla nostra vita precedente, molti di noi hanno perso il lavoro o temono di perderlo nei prossimi mesi, i nostri figli non vanno a scuola o all’università, sappiamo che le prospettive dei giovani che si affacceranno a breve al mondo del lavoro sono pessime, che la povertà dilaga. Abbiamo constatato con angoscia che il sistema sanitario si è dimostrato in questi mesi inadeguato al compito.

Da cittadini, guardiamo alle istituzioni europee e italiane con l’aspettativa che mettano in campo le migliori competenze, risorse  e capacità organizzative per affrontare i rischi sanitari ed economici che la pandemia porta con sé e che, lo abbiamo capito, non svaniranno a breve.

Da cittadini ci chiediamo: è nel nostro interesse questo dispiegamento di tattica mirata a consegnare maggiore potere a una piccola formazione politica? La crociata contro il governo in carica ha l’obiettivo di proporre soluzioni migliori, di mettere a disposizioni competenze più elevate, di offrire uomini migliori alla guida del paese?

La desolante risposta che emerge dallo spettacolo al quale siamo costretti ad assistere è negativa: l’attacco al governo lanciato da Italia Viva ha tutti i tratti dell’incursione piratesca, che si avvale non dei propri argomenti bensì della propria capacità di nuocere grazie ai risicati numeri in Parlamento. Un’iniziativa solipsistica, indifferente ed estranea alle difficoltà e ai bisogni dei cittadini, rivolta unicamente a soddisfare smanie di potere personale, e come tale particolarmente odiosa e inaccettabile.

Da cittadini e da soci di Libertà e Giustizia ci appelliamo ai nostri rappresentanti in Parlamento affinché antepongano gli interessi della nostra comunità nazionale agli interessi di bottega di alcuni e agiscano coerentemente per fronteggiare, e non per aggravare, le plurime crisi che ci hanno investito.

Libertà e Giustizia

 

Firma anche tu l'appello

Nome e Cognome:

Indirizzo Email:


Controllo antispam, porta pazienza ma è necessario: quanto fa 5 + 3 ?


Le firme raccolte

( Pagina 1 di 3 ) > >>

277) raffaele libertini,

276) Vincenzo Grimaldi,

275) Patrizia Garofalo,

274) alessandro graziani,

273) Maria Carolina Viviani,

272) RENATO TONELLI,

271) Adolfo Turbanti,

270) Paolo Dolfi,

269) Maria Paola Patuelli,

268) Carlo scotti,

267) nanni rocco ruiu,

266) Sara Leone,

265) maurizio zeppilli,

264) Daniela ciulli,

263) paola zaro,

262) Pietro Loda,

261) Maurizio Zavaglia,

260) Cesare Moretti,

259) michele vitiello,

258) Carmen Campesi,

257) Venusto Foianini,

256) Lucia Brogi,

255) Pier Vincenzo Roma,

254) Eliana Giannella,

253) Fiorenza Panzini,

252) augusto cacopardo,

251) Antonella Stefanello,

250) Maria Grazia Cadeddu,

249) ROSANGELA GARRONE,

248) Ida Branducci,

247) Anna Stefanello,

246) Maria Maddalena Maiocco,

245) Rita Del Beato,

244) Andrea Stefano Fulvio Levi,

243) Giuseppe Mura,

242) Francesca paron,

241) Fausto Vernazzani,

240) Carla Antonelli,

239) Silvana Giandomenico,

238) Luca Calderini,

237) Giancarlo Vitali,

236) Cinzia malferrari,

235) Mariarita Schiatti,

234) Marina Lanciotti,

233) Luciana Mastrogiovanni,

232) Milena Simonelli,

231) Gianfranco Tescione,

230) Nicola leardini,

229) Annalisa Lana,

228) ANNA FILIPPINI,

227) Rossella Guadagnini,

226) Livia Marinetto,

225) MARCO GIUGLIARELLI MORDIVOGLIA,

224) Angela Maria Serafini,

223) RIGA DANIELA,

222) Renzo Vallauri,

221) Mirna Miglioranzi,

220) Grazia Migliaccio,

219) lorenzo marinelli,

218) Clotilde Destefano,

217) Anna Virgili,

216) Elena Remigi,

215) Bruna Cafiery,

214) Marco Bona,

213) PAOLO COPPO,

212) dianella pez,

211) Laura Betti,

210) magda mastronuzzi,

209) Massimo Stefani,

208) Gabriella Galzio,

207) angela cappai,

206) Bartolomeo Camiscioni,

205) Maria Rosa Schaffner,

204) Marcella Simonelli,

203) BAICCHI FRANCESCO,

202) Maria Tinacci,

201) Anna Montigiani,

200) Adriana Levi,

199) Maurizio Mastrogiovanni,

198) Mauro Rossetti,

197) Lucilla de Arcangelis,

196) Luisa Petrucci,

195) Paola Pagano,

194) Allegra Stracuzzi,

193) Raffaele Porta,

192) Angela Candela,

191) Bianca Maria Mancuso,

190) Vittoria Rossi,

189) Maria vittoria musella,

188) Emanuela Marino,

187) Giovanna Musella,

186) Marialaura Massa,

185) Carla Misella,

184) Marco Pagano,

183) Anna Laura Abbamondi,

182) Simonetta Cassani,

181) Rosa Perfetto,

180) Giacomo Laudato,

179) Paola Arrigoni,

178) Giovanna Bruno,

( Pagina 1 di 3 ) > >>

1 commento

  • ANCORA APPELLI ALLA MEDIOCRITÀ?

    No, grazie! Non in mio nome! Non voglio spendere un fiato per ricevere da essa l’ennesimo insieme di comunicati contraddittori, l’ennesima dimostrazione di incapacità.

    Da Cittadini Sovrani dovremmo smetterla di assistere attoniti a questo basso e malformato teatrino, dove il mediocre più arrogante detta trama, smetterla di chiedere ai protagonisti comportamenti consapevoli e autorevoli per essi impossibili, e rivolgere il nostro invito alle migliori riserve della Repubblica, le uniche che possano arrestare il declino del Paese, e riportarlo nell’Europa che conta, a partire da un razionale, puntuale e credibile piano di spesa dei 200 miliardi dell’EU.

    Da Cittadini Sovrani, non dovremmo attendere preoccupati e ansiosi l’epilogo di un protagonismo scellerato, ma agire, pur “nelle forme e nei limiti” consentiti, perché si vada ben oltre…

    Paolo Barbieri, La Spezia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>