Cena per Mediterranea all’oratorio, il sindaco di Sesto attacca: “Amici degli scafisti”. La Ong annuncia querela

Cena per Mediterranea all’oratorio, il sindaco di Sesto attacca: “Amici degli scafisti”. La Ong annuncia querela

Il 27 la Ong che salva vite umane organizza una serata di finanziamento, il sindaco di centrodestra scrive: “Inconcepibile, la chiesa non è un centro sociale”

Il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano l’ha ribattezzata “la cena per finanziare chi aiuta gli scafisti”. E per questo Mediterranea, che gratuitamente salva esseri umani in mare, è pronta a querelare. E’ polemica sull’incontro organizzato per il 27 novembre nell’oratorio della parrocchia della Resurrezione del comune alle porte di Milano, la ‘Stalingrado d’Italia’, passata nel 2017 al centrodestra per la prima volta dal Dopoguerra. L’incontro serve per finanziare la Ong che in questi ultimi anni ha aiutato i migranti nel Mediterraneo, alla cena sarà presente Luca Casarini, storico leader dei no global. “E’ inconcepibile che la parrocchia presti il fianco ad una iniziativa politica come fosse un centro sociale qualsiasi”, ha spiegato Di Stefano, che oltre a guidare il Comune è anche marito della europarlamentare leghista Silvia Sardone. Sotto il suo post su Facebook, si leggono decine di insulti alla Ong.

Così risponde Mediterranea: “Non fossero bastate le parole del sindaco, abbiamo deciso di farci del male leggendo i commenti sotto il post. Abbiamo, è proprio il caso di dirlo, nuotato in un mare di odio che non credevamo fosse possibile. Se ci siamo imbarcati nell’organizzazione di questo evento è perché non vogliamo più vedere immagini di corpi inermi in quel mare che chiamavamo “nostro” e che oggi è diventato un confine tra la vita e la morte. Se lo facciamo è perché sentiamo il peso di tanto male”.

La cena appena lanciata e pensata per 100 persone alla parrocchia Resurrezione di via Pisa, dopo l’attacco di Di Stefano ha già avuto 80 prenotazioni. Effetto alla rovescia di quello sperato dalla destra. “A chi odia rispondiamo con il sorriso”, replicano da Mediterranea Saving Humans. “Quando un sindaco utilizza argomenti così meschini e falsi per offendere e incitare all’odio – aggiunge Erasmo Palazzotto di Sinistra Italiana – LeU – vuol dire che siamo ben oltre il livello di guardia: che poveretto un sindaco come quello di Sesto San Giovanni che definisce scafisti chi salva le vite in mare per raggranellare un po’ di visibilità”.

La Repubblica, 15 novembre 2019

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>