Tomaso Montanari: serve un 4° Polo a Sinistra – ASSINISTRA.it – Piazzapulita, 05.10.2017

Tomaso Montanari: serve un 4° Polo a Sinistra – ASSINISTRA.it – Piazzapulita, 05.10.2017

1 commento

  • Sono molto stanco, non ho più voce, ma finchè ce la farò cercherò di darle buoni consigli, anche se so che non saranno ascoltati:

    - anche Papa Bergoglio ha dovuto arrendersi al comcetto della “Sostenibilità della Solidarietà” e ha chiuso ai Senzatetto il colonnato del Bernini che aveva aperto mesi addietro, dopo che alcuni giorni antecedenti, aveva avallato il decreto Minniti. Faccia suo anche lei il concetto della sostenibilità e dica agli Italiani che accoglieremo solo chi saremo in grado di integrare, solo quelli che il Paese nella situazione oggettiva, anche demografica, in cui si trova, potrà accogliere degnamente e non per metterli in centri profughi purchessia, perchè della loro dignità sia fatto scempio. Un’accoglienza senza limiti e condizioni favorirà l’avanzata politica ed elettorale delle destre, come sta avvenendo in tutta Europa, che una volta al potere, risolveranno il problema a modo loro, molto peggio che Minniti o Bergoglio. La sostenibilità è un concetto che nessuno può eludere!

    - tenga fuori dalle insegne del 4° polo, il termine “Sinistra”, altrimenti quel polo sarà soffocato nella culla dai suoi stessi fautori! Lo chiami “Lista per la giustizia e l’equità”, “Polo per il progresso sociale e il bene comune”, oppure lo appelli col nome perfetto e naturale dopo il 4/12: “Lista per la Democrazia Costituzionale”! Nella C. ancora tutti si riconoscono ed essa contiene tutto il programma da realizzare: dall’ambiente e paesaggio al lavoto, dalla sanità alla scuola e alla giustizia, etc, e chiami a farne garanti la miglior elite di cui la società ancora dispone, che abbia una storia tale da garantire il loro orientamento al bene comune, il rigore, le competenze…

    Solo così il successo sarà certo e maggioritario e il Paese sarà sottratto alla medicrità e all’ulteriore declino e degrado.

    Il successo elettorale si giocherà sulla discontinuità, sulla cesura rispetto all’offerta politica e sulla chiarezza rispetto all’immigrazione, che non può essere senza condizionie e limiti.

    Paolo Barbieri

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>