Montanari: “Pisapia vuole solo il potere, ora dica con chi sta”

Montanari: “Pisapia vuole solo il potere, ora dica con chi sta”

“È tempo che Pisapia faccia chiarezza. Ripete di voler essere alternativo al Pd, ma pure di voler stare assieme al Pd. Parole degne delle convergenze parallele di Aldo Moro: ma quello era uno statista”. Tomaso Montanari, storico dell’ arte, docente e voce dei comitati del No, si dice stufo degli equilibrismi dell’ ex sindaco di Milano.

In Sicilia Pisapia va con Alfano e Renzi, mentre Mdp rimane con il suo candidato, Claudio Fava. Eppure l’ ex sindaco e Roberto Speranza assicurano che il “percorso unitario” prosegue. Paradossale, o no?

Il primo aspetto che mi colpisce è la forma, questo linguaggio da azzeccagarbugli in cui non si capisce nulla. Oggi (ieri, ndr), come si è visto in un video su Repubblica.it, Pisapia è uscito da una riunione dicendo: “Non si sa se il progetto va avanti”. Ossia, una cosa durissima. Poco dopo però in una nota ha scritto che il progetto continua.

Magari nel frattempo c’è stato un chiarimento.

Non si può dire tutto e il contrario di tutto. Questo “maanchismo” veltroniano allontana gli elettori. Ormai i comunicati dei politici, soprattutto di sinistra, vanno decifrati.

Perché parlano così?

La parola chiave, anche nel comunicato di oggi di Campo progressista, è “vincente”.

Ovvero, il fine è il potere, il governo, e va raggiunto con qualsiasi mezzo. Io non dico che bisogna voler perdere, ma la vittoria non può essere un fine in sè. Conta quello che vuoi fare. Eppure a Pisapia va bene Renzi, e ora gli va bene anche Alfano.

È così inaccettabile?

Io ricordo quello che ha detto Rosy Bindi alla festa del Fatto, venerdì scorso: allearsi con Alfano in Sicilia è particolarmente grave. Non sono affatto sicuro che lui sia meglio del candidato del centrodestra, Nello Musumeci.

Campo progressista le obietterebbe che Pd e Ap sono già assieme nella coalizione del sindaco Leoluca Orlando, a Palermo.

Le personalità contano. Orlando è una figura di garanzia, anche sul piano morale. Mentre il candidato di Pd, Ap e Pisapia, Fabrizio Micari, come prima cosa ha detto che non si dimetterà da rettore di Palermo. Ma ci vuole senso dello Stato, della cosa pubblica.

Ma che conseguenze avrà questo strappo sulla Sicilia per i comitati del No? Lavorerete solo con Mdp?

La nostra posizione rimane quella espressa al teatro Brancaccio a Roma, mesi fa: nessun veto sulle persone, ma chiunque voglia stare in un certo fronte deve puntare a un cambiamento radicale di rotta. Io non dico se bisogna stare o meno con Mdp: sono le cose da fare a decidere se bisogna stare assieme o no. E poi Articolo 1 deve chiarire se ha tagliato il cordone ombelicale col Pd, e se rinuncia alla voglia di riprendersi il partito.

E Pisapia, è perduto nelle larghe intese?

Doveva essere il federatore della sinistra, ma a me pare che voglia solo federarla al Pd, un partito che non è più nemmeno di centro. Come ci si può alleare con chi ha ossificato la giustizia sociale?

 

 

Il Fatto Quotidiano, 6 settembre 2017

2 commenti

  • Occorre certamente una sola lista di Sinstra alla sinistra del PDr.

    Ma anche una Lista Civica Nazionale per la Democrazia Costituzionale, partecipata, sostenuta e garantita dai promotori del Comitati NO e Italicum e del CDC e persone ad essi assimilabili, perchè il 90% della Cittdinanza, che non ha più alcuna fiducia nell’offerta politica attuale, sinistra compresa, possa esprimere un voto entusiasta senza ritirarsi nell’astensione o andare mestamente al seggio solo per il male minore.

    Due liste, una della Sinistra e una Civica, per formare una Coalizione Maggioritaria Progressista per arrestare degrado e declino del Paese.

    Illustri e benemeriti Falcone e Montanari, voler inserire il Civismo nel recinto stretto e aspro della sinistra, pare un errore tattico capace di sprecare un ENORME potenziale di cambiamento…

    Paolo Barbieri

  • E’ giusto che Fava si presenti da solo anche se la sconfitta è scontata. Ma cosa avrebbero detto i cristiani se per non farsi sbranare dalle belve nel Colosseo si fossero alleati ai pagani?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>