Aggiornamento: Ho firmato contro i #ladrididemocrazia

Aggiornamento: Ho firmato contro i #ladrididemocrazia

29 NOVEMBRE  2016 — Altre quattro adesioni per il 2 dicembre quando, a sole 48 ore dalreferendum, al Teatro Italia di Roma ci sarà la serata finale della campagna contro la riforma Boschi, quella stessa serata ideata a inizio ottobre come una “Woodstock del No” proprio sulle pagine di questo giornale da Antonio Padellaro: Sabrina Ferilli, Ivano Marescotti, Piero Pelù e Bebo Storti. Sarà, insomma, una vera e propria festa che vedrà insieme ilFatto Quotidiano e il Comitato nazionale del No, con personaggi provenienti dal mondo dello spettacolo, dell’arte, della cultura e anche della politica.

TRA GLI OSPITI DELLA SERATA: Anna Falcone, Sabrina Ferilli, Ficarra e Picone, Carlo Freccero, Peter Gomez, Monica Guerritore, J-Ax, Maurizio Landini, Ivano Marescotti, Tomaso Montanari, Moni Ovadia, Antonio Padellaro, Piero Pelù, Giorgia Salari, Andrea Scanzi, Amalia Signorelli, Bebo Storti, Marco Travaglio, Sabina Guzzanti,Lucrezia Lante della Rovere, Alessandro Borgonzoni, Dado, la Sora Cesira, la direttrice d’orchestra Gianna Fratta, Claudio Gioè e altri ospiti a sorpresa.

L’ingresso è libero e si accederà al teatro a partire dalle ore 21.
Sarà possibile richiedere la prenotazione di due posti al massimo (fino ad esaurimento) attraverso il numero 06.44239286.
Gli inviti dovranno essere ritirati entro il 1 dicembre 2016 dalle ore 10.30 alle ore 14.30 presso il botteghino del Teatro Italia in via Bari 18, a Roma.


25 NOVEMBRE 2016

Saranno le ultime ore di campagna elettorale, quelle decisive per conquistare il popolo degli indecisi e per respingere la macchina della propaganda per il “Sì”: la sera del 2 dicembre il Fatto Quotidiano vi dà appuntamento al Teatro Italia a Roma (via Bari 18), per una grande serata a difesa della Costituzione, quella vera del 1948. Per evitare che venga stravolta dalla riforma Renzi-Boschi-Verdini.

“La Costituzione è NOstra”, questo lo slogan della serata nata da una proposta su queste pagine del fondatore del Fatto Antonio Padellaro che, a ottobre, aveva auspicato “una grande manifestazione popolare, con tutti quelli che ci stanno e non sarebbero pochi, con dentro tutta la musica e le parole di cui siamo capaci”.

Non è stato facile organizzarla perché la pressione su artisti, attori e cantanti è stata fortissima in questi mesi: se proprio dovevano schierarsi, l’unico fronte compatibile con la loro carriera era quello del Sì. Eppure in tanti hanno aderito alla serata che il Fatto ha deciso comunque di organizzare, in collaborazione con il Comitato del No. I loro nomi ve li sveleremo nei prossimi giorni, un po’ alla volta, ma potete fidarvi: se deciderete di partecipare, non ve ne pentirete.

Non sarà una serata contro Matteo Renzi o Maria Elena Boschi, quella del 2 dicembre. Sarà una festa, perché chi vota No non lo fa contro qualcuno, ma in nome di principi talmente nobili da indurre al sorriso e all’ottimismo. Per difendere una Costituzione che è stata costruita come baluardo a protezione dei nostri valori e diritti fondamentali, che vogliamo celebrare.

Ci sarà un’antologia dello spettacolo Perché No di Marco Travaglio e Giorgia Salari che, con oltre 50 repliche in tutta Italia, ha unito decine di migliaia di persone interessate alla traduzione in italiano di una “riforma” scritta in ostrogoto. Ma sul palco si alterneranno soprattutto grandi attori del cinema e del teatro italiano e un bel gruppo di cantanti (i nomi li scoprirete presto), insieme al meglio della satira.

Chi non potrà essere a Roma non deve sentirsi escluso. La serata sarà trasmessa in diretta streaming dal nostro sito, www.ilfattoquotidiano.it per unire le città d’Italia in un’unica grande piazza telematica. Tutti quelli che vorranno rilanciare la trasmissione, potranno farlo: basta scrivere a segreteria@ilfattoquotidiano.it e richiedere il codice da inserire sul proprio sito per ritrasmettere la diretta in teatri, piazze, circoli, sale, anche salotti domestici. Speriamo che la serata del 2 dicembre arrivi in tutta Italia, contagi migliaia di persone, meglio ancora se incerte o poco informate sul contenuto del referendum.

Organizzare un evento di questo tipo è costoso, anche se i tanti artisti che hanno deciso di partecipare lo fanno a titolo gratuito. Il Fatto Quotidiano si regge sulla forza dei suoi lettori. E anche questa volta abbiamo bisogno di voi. Non ci sarà un biglietto per la serata (Prenota il tuo posto – max 2 per richiesta – fino ad esaurimento chiamando il numero 0644239286. Gli inviti dovranno essere ritirati entro il 1 dicembre 2016 dalle ore 10.30 alle ore 14.30 c/o il botteghino del Teatro Italia in via Bari 18 – Roma) , ma potrete dare il vostro contributo per realizzarla acquistando lo “Speciale No”, la raccolta delle copertine e dei dossier che il Fatto ha realizzato in questi mesi sulla controriforma. In molti ci avete chiesto di ristampare i nostri speciali: intanto potete richiederli in formato pdf, anche per stamparli e diffonderli. Il prezzo lo deciderete voi, sarà il vostro libero contributo a realizzare questa piccola “Woodstock del No” (trovate le istruzioni  di seguito per fare già da oggi il bonifico).

Vi aspettiamo tutti a Roma, e in collegamento dal resto d’Italia ma anche dall’estero, per ribadire che “la Costituzione è NOstra”.

TRA GLI OSPITI DELLA SERATA:

Anna Falcone, Sabrina FerilliFicarra e Picone, Carlo Freccero, Peter Gomez, Monica GuerritoreJ-Ax, Maurizio Landini, Ivano Marescotti, Tomaso Montanari, Moni Ovadia, Antonio Padellaro, Piero Pelù, Giorgia Salari, Andrea Scanzi, Amalia Signorelli, Bebo Storti, Marco Travaglio e altri ospiti a sorpresa.

APPELLO AI LETTORI
La campagna  del Sì può contare su fondi pubblici e privati  da finanziatori come Davide Serra. Il fronte del No ha mezzi infinitamente più ridotti. Per questa serata il Fatto può contare solo su  tanti amici (attori, cantanti, scrittori…) che parteciperanno a titolo gratuito e sul sostegno di  voi lettori.
Abbiamo quindi bisogno di voi: potete acquistare con un’offerta libera lo “Speciale No” in pdf che raccoglie copertine e speciali realizzati dal Fatto in questi mesi, materiali anche da stampare e divulgare nel finale di campagna elettorale.
Potete fare così: mandateci via email a segreteria@ilfattoquotidiano.it la ricevuta del bonifico (causale e oggetto dell’email: “Contributo per il 2 dicembre“) e noi vi invieremo lo speciale. Banca Popolare Emilia Romagna, Ag. Roma F – Viale Giulio Cesare 54 – 00192, intestato a Editoriale Il Fatto Spa.
Iban: IT 17 D 05387 03206 000001882918
Codice switf/bic: BPMOIT22XXX


FIRMA LA PETIZIONE

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>