Corriere Fiorentino (corriere della sera) – 2 Giugno 2016

Corriere Fiorentino (corriere della sera) – 2 Giugno 2016

A Firenze il fronte del no
Zagrebelsky: così si svuota la Carta

Verso il voto sulla riforma costituzionale. Al cinema Odeon 700 persone. Sul palco Maurizio Landini, il partigiano Carlo Smuraglia. E c’è anche lo studente «anti-Boschi»

di Giulio Gori

 

«Una giornata per festeggiare il 2 giugno, i 70 della Repubblica Italiana e del voto alle donne, ma anche un’occasione per spiegare le ragioni del no alla riforma costituzionale e per ricordare che Firenze è una città civile, aperta al dialogo». Sandra Bonsanti riassume così il significato della giornata organizzata da Libertà e Giustizia al Cinema Odeon di Firenze. 700 persone, molte delle quali in piedi e molti ospiti: dal costituzionalista Gustavo Zagrebelsky al presidente di Anpi Carlo Smuraglia, dal sindacalista Maurizio Landini allo studente «anti-Boschi» Alessio Grancagnolo. Dopo la lettura degli articoli della Costituzione del ’48, e i banchini per la raccolta delle firme, le testimonianze hanno tutte puntato sui rischi per la democrazia del disegno del governo: «È vero che formalmente non si tocca la prima parte della Costituzione – ha detto Zagrebelsky – ma nella sostanza è così, si svuotano i principi fondamentali».

Applausi per Smuraglia (Medium)

Link all’articolo su corrierefiorentino.corriere.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>