La biblioteca donata da Libertà e Giustizia alla scuola di uno dei comuni più oppressi dalla ‘ndrangheta

La biblioteca donata da Libertà e Giustizia alla scuola di uno dei comuni più oppressi dalla ‘ndrangheta
Carissimi,
una targa sarà affissa davanti all’ingresso delle due biblioteche scolastiche allestite nella Scuola Primaria di San Luca d?Aspromonte e in quella Secondaria di I grado, con  i loghi delle Associazioni e Istituzioni che, nell’ambito del Progetto “AdottiAMO la Scuola di San Luca”, negli Anni Scolastici 2013/2014 e 2014/2015 hanno donato i libri per allestire le Biblioteche Scolastiche di San Luca che hanno diffuso negli alunni di quel paese il piacere di leggere.
La biblioteca ha funzionato tutto l’anno e vi posso assicurare che era una gioia grande vedere i bambini (specialmente quelli della Primaria) venire a restituire i libri e a prenderne con entusiasmo altri.  Una cosa mai vista e impensabile prima a San Luca.
Da Settembre non sarò più la Dirigente di quell’Istituto Scolastico perché sono stata trasferita a Vibo Valentia a Dirigere il 1° Circolo “Don Bosco”.  Se vorrete aiutarmi a creare anche lì la biblioteca scolastica ve ne sarò grata perché ogni luogo ha bisogno di aiuto e coesione  delle forze sane della società e dello Stato per offrire ai giovani la bellezza della cultura.
Con Stima e gratitudine
Domenica Cacciatore
(Dirigente Scolastico delle scuole di San Luca d’Aspromonte dal 01/09/2011 al 31/08/2015)

1 commento

  • “La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società, è il dubbio che vivere onestamente sia inutile.” Corrado Alvaro.

    Il peggio capita quando la Certezza sposta il dubbio.

    Allora per non soccombere alla disperazione è d’uopo impegnarsi con l’ottimismo della volontà, e questo già basta, perchè il futuro cancelli certezza e dubbio e riporti in auge quei valori affinati in tempi nobili, che innervano la nostra Costituzione.

    Come dire: “Sovranità Popolare REALIZZATA (non solo enunciata) art. UNO e Democrazia Diretta Propositiva, artt. 50 e 71, per riportare in Parlamento il rigore morale e culturale dei Costituenti, e a cascata nel Paese il piacere lieve del vivere sereno!

    Auguri a tutti per un Paese migliore (che non potrà venire solo per grazia ricevuta)!

    Paolo Barbieri

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>