L’enigma dell’Europa: quali prospettive?

28 marzo 2014
18:30 - 20:30

Città: Lecce
Luogo: Sala conferenze della Fondazione Palmieri
Indirizzo: Vico dei Sotterranei

Libertà e Giustizia circolo di Lecce e il gruppo informale (Ri)Generazione Politica  organizzano il dibattito “L’enigma dell’Europa: quali prospettive?” con Pier Virgilio Dastoli, consigliere della Commissione Europea, Tonia Mastrobuoni, giornalista e corrispondente da Berlino per La Stampa, Roberto Santaniello, direttore del Settore Relazioni Internazionali del Comune di Milano, e Maria Marcella Rizzo, docente di Storia Contemporanea presso l’Università del Salento. Modera il giornalista e ricercatore Ubaldo Villani-Lubelli. Introduce Alberto Maritati, coordinatore del circolo leccese di Libertà e Giustizia.

L’Europa è un enigma. Di fronte alla più forte crisi istituzionale, politica ed economica della storia dell’Unione Europea il singolo cittadino ha difficoltà a comprendere l’effettiva convenienza dell’essere in Europa. Negli ultimi anni è cresciuto lo scetticismo nei confronti di un progetto evidentemente incompiuto, ma che ha al contempo garantito la pace e la democrazia nel Vecchio Continente e che ha notevolmente facilitato la vita quotidiana dei cittadini europei. Non si può però negare, tuttavia, che rispetto ai principi ideali dei padri fondatori l’attuale Unione Europea si sia spesso allontanata da questi perdendo lo spirito originario e facendo prevalere la tutela di interessi non sempre chiari e trasparenti. La distanza tra le istituzioni europei e i cittadini è abissale tanto da porre una vera questione democratica. In vista delle imminenti elezioni del 22-25 maggio il progetto europeo è così tornato al centro di riflessioni e analisi che riguardano le ragioni stesse dell’Unione Europea. A trent’anni dall’approvazione nel Parlamento europeo del progetto di Trattato dell’Unione Europea di Alberto Spinelli, il dibattito “L’enigma dell’Europa, quali prospettive?” intende analizzare quale debba essere il futuro dell’Istituzione dell’Unione Europea e quale ruolo può e deve avere l’Italia per poter incidere nei processi decisionali di Bruxelles.

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>