Vicini alla comunità ebraica di Roma

ardeatine1023 Ebrei Romani, per la maggior parte donne e bambini, strappati casa per casa, spinti nelle camionette, chiusi in carri bestiame e mandati a morire nei campi di sterminio solo perché di religione e ebraica.

E’ successo 70 anni fa. E lo ricordiamo oggi, 16 ottobre, non per odiare, ma per estirpare i rovi dell’indifferenza, ignoranza che altrimenti crescono sulla verità e la nascondono nel negazionismo.
La memoria è la manutenzione dei valori.
Quelli che dopo gli orrori del nazi-fascismo  abbiamo affermato nella Costituzione.
Non ci uniremo a chi dà calci alla bara di Priebke, perché l’odio è una scoria che avvelena la memoria.
Preferiamo essere vicini alla Comunità Ebraica Roma, oggi, alle 18,45, in Santa Maria in Trastevere, nella cerimonia di commemorazione della Deportazione.

Pertanto, Libertà e Giustizia di Roma invita  soci e simpatizzanti a partecipare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>