Memento

Con questo Parlamento non si può riformare la giustizia: sarebbe un attentato alla sua autonomia.
Con questo Parlamento non si può riformare la Costituzione: sarebbe uno stravolgimento voluto da forze eversive.
Con questo Parlamento si può e si deve cambiare la legge elettorale perché non se ne abbia mai più una simile.
Con questo governo non si salva l’Italia, la si spinge ogni giorno di più verso il disastro.

Sandra Bonsanti

2 commenti

  • Viviamo in una situazione difficile. Un governo sotto ricatto continuo non può dare risultati positivi. Lavorare sull’orlo del baratro non è una cosa facile. Tutti i punti toccati dalla dott. Bonsanti sono reali ed evidenti a tutti coloro che sono in buona fede. Non è elegante citare se stessi ma qualche volta e inevitabile dal primo giorno ho sostenuto che il problema primario era cambiare la legge elettorale e lo è ancora. Penso che nessuno pensi che Berlusconi se ne starà buono e tranquillo. continuerà con le sceneggiate fino al momento buono. La sinistra fa pena e non ha la forza e il coraggio di darli il colpo di grazia. In guerra e in amore tutti i sistemi sono leciti pensateci e se avete paura di sporcarvi le mani toglietevi di torno anche voi. Pretendiamo una Italia giusta, rispettata, e governata con criterio, Pensateci prima che sia troppo tardi. alfredo

  • dal primo momento dell’esistenza del governo Letta ho sostenuto la necessità di cambiare la legge elettorale, non lo abbiamo fatto e continuiamo a vivere sotto ricatto, per quanto continueremo? Volete portare il popolo all’esasperazione ? O volete consegnare l’Italia alla Bidelberg Group? Non è fantascienza è una triste realtà. Per rimettere l’Italia in condizioni di civiltà ci vorranno vent’anni di governi che seguano una linea di corretezza e onesta materiale e morale, un pò difficile vero’. Io non vedrò come finirà ma sosterro questa tesi, per quanto che vale l’opinione di un semplice cittadino, fino alla noia, Spes ultima dea. alfredo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>