C’è rosa e rosa

La rosa di Bersani: Sergio Mattarella, Massimo D’Alema, Giuliano Amato, Franco Marini, Romano Prodi, Anna Finocchiaro.


La rosa di M5S: Milena Gabanelli, Gino Strada, Stefano Rodotà, Gustavo Zagrebelsky, Ferdinando Imposimato.


La rosa di Berlusconi: Massimo D’Alema, Luciano Violante, Anna Finocchiaro, Pierluigi Bersani, Silvio Berlusconi, Gianni Letta.

9 commenti

  • La cosa più inquietante è che vedo depennato il nome di Emma Bonino, che nelle settimane precedenti era dato in comune alle 3 aree.
    Procedendo con metodo insiemistico, si evidenziano i nomi in comune alle 3 aree e non mi sembra ce ne siano. Fosse per me escluderei ogni convergenza tra CS e CD, mi andrebbe bene una convergenza tra CS e M5S, Come mai anche Prodi è stato depennato?

  • Così il M5S sembra infinitamente più intelligente. Se Bersani non coglie l’occasione che gli viene offerta di eleggere Rodotà merita di tornare a fare il benzinaio, ammesso che ne sia capace.

  • concordo con entrambi, sbilanciarsi un po’ di più verso i 5S, in particolare Rodotà e Zagrebelski. temo invece i nomi in comune o vicini al PDL, Finocchiaro, D’alema, Amato. perché mai una larga convergenza dovrebbe fermarsi a PD-PDL? speriamo che non sia così

  • Ma queste “rose” da dove escono? E perché quella dei grillini è limitata a cinque nomi quando erano dieci? (presumo che l’abbiate scritta prima del risultato finale) E perché tra i cinque nomi che avete tolto c’è quello di Prodi? Forse perché avrebbe dato l’idea di una convergenza possibile tra PD e M5S mentre volevate dare l’idea di una convergenza (inesistente) tra PD e PDL?

    Vi chiamate Libertà e Giustizia, non Libertà e basta, Libertà di scrivere castronerie, Libertà di parteggiare per qualcuno a priori.

    Comunque, visto che ora è noto che la candidata del M5S è la Gabanelli, da simpatizzante del PD vi dico che a me va bene, forse c’è di meglio ma va bene. Mi chiedo se vada bene anche ai tanti grillini che avversano il denaro elettronico, di cui viceversa la Gabanelli è una fautrice!

  • 2 delle 3 rose puzzano di vecchio e marcio

    la terza è fresca… prendo quella. Grazie

  • @Frangi. Si informi. La rosa iniziale del M5S era formata da 10 personalità ma i nomi poi comunicati sono quelli riportati. Vince la Gabanelli seguita da Gino Strada, Stefano Rodotà, Gustavo Zagrebelsky, Ferdinando Imposimato, Emma Bonino e Gian Carlo Caselli. Infine Romano Prodi e Dario Fo. E siccome degli altri due partiti Pd e Pdl abbiamo riportato 5 nomi, idem abbiamo fatto per i 5 stelle. Quanto alle convergenze tra Pd e Pdl, le sottolinea lei, non noi.

  • E’ davvero vergognoso che il PD proponga figure a dir poco “appannate”, ma dov’è il cambiamento????????????
    Non parliamo poi del PDL, in cambio di queste candidature è stato promesso a B. il salvacondotto??????????
    Io non approvo in toto il M5S ma almeno non sono nel giro del baratto….basta, basta, basta !

  • Sì, c’è rosa e rosa! Ma il PD non vuole ancora mettersi in sintonia con l’aria che tira tra i suoi elettori. Bersani si faccia un giro per le strade e vedrà che i nomi della sua rosa, a parte Prodi (forse), non li vuole proprio nessuno.
    Il PD vuole vedere solo da vicino e continua a rifiutare gli occhiali da miope.

  • Potrebbe accadere che il PDL, pur di fermare l’elezione di Prodi, considerato il peggior nemico, scelga di votare Rodotà…..
    Molti elettori del PD chiedono oggi alla leadership del loro partito perchè non vogliono riconoscere che fra i tre candidati proposti da tutti gli schieramenti solo Rodotà rappresenta quel cambiamento chiesto dagli Italiani: perchè lui no?
    perchè fuori da ogni inciucio?
    Dopo questa prova allucinante credo proprio che questa classe dirigente del PD debba riconoscere di non rappresentare più i suoi elettori e decidersi ad andare a casa per lasciare spazio ai tanti giovani che oggi siedono in Parlamento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>